LE NOSTRE POESIE

Roselline rosa floreale
EVVIVA, EVVIVISSIMA, MOLTO PIU' EVVIVISSIMA ASSAI

Mi è venuta un'idea travolgente:  scriviamo un post insieme,
mandatemi una vostra poesia sulla VITA ed io, per ognuna,
sceglierò i versi che mi sembrano più
belli e li pubblicherò
in prima pagina, così
DIVENTEREMO UN FRATTALE POETICO

e faremo il coro. Parteciperò anch'io insieme a voi,
SIETE  INVITATI TUTTI,
compresi quelli che si sono offesi con me perché
non mi sono piaciute le loro poesie oppure
 non ho messo la pubblicità ai loro libri
 o mi sono arrabbiata per i loro commenti.
Avviso urgente:
CONTINUERO' AD ESSERE STORTA,
è nella mia natura,
affettuosa, ma
STORTA
e potrei non piacervi di nuovo,
accettate LA SFIDA?

L'invito è per TUTTI.
     

I versi saranno pubblicati con il nome e il cognome di ogni autore
 ed il nick oppure soltanto il nick, come preferite.

Adesso guardate l'immagine su questo post:
sono le roselline mignon del mio giardino con fiori azzurri
di cui non ricordo il nome, li ho scannerizzati direttamente
senza nemmeno fotografarli
ed ho poi usato il programma di grafica scegliendo
l'effetto caleidoscopio che mi piaceva di più.
Rappresentano il nostro coro poetico.

Mandatemi le poesie per email oppure con un PVT su questo blog
e se vostri amici non dotati di computer vogliono partecipare
sono i benvenuti. GIURATE DI NON OFFENDERVI
perché non pubblicherò gli scherzi scemi oppure le schifezze,
del resto, in quel caso, se vi offendete non me ne importa.
VE L'HO DETTO CHE SONO STORTA.
Un abbraccione mimmiano per tutti.

                            

La Vita, questa sconosciuta

-tutti si muore un po' ogni giorno
ciascuno vive della sua tragedia –
( Dalla poesia Cerone di Cristina Bove, sul blog Ofelia che non morì )

Baciami giorno a festa
chiamami tua in sordina
scioglimi di campane
aggiungi qualche trillo
                             ( Cristina Bove  Giorno così sul blog Cristina Bove )

" Sono felice perché sei esistita
perché esisti ed esisterai sempre "
                                   ( Dalla poesia Sono felice di Gloria di Simone
                                                            sul blog Il giardino dei poeti )

Solo per lo stupore
poggiato sulle gote
vale la pena
                                                                                        ( Tinti Baldini )

Si sbriciola il tempo
in brandelli di vita
che se ne vanno.
                                          ( Renzo Montagnoli, Dall'alba al tramonto )

… Il gracidio di una rana,
lo sfiorare di due mani,
l'angoscia e la gioia di un amore,
due labbra che si incontrano,
…così è la vita.
                                                     
( Renzo Montagnoli Così è la vita )

Ditemi adesso
che ho rantoli di vita
quale natura mi apparterrà
nel gioco delle misure smesse
                                                    (
Beatrice Zanini da Contro natura )

Mettiamo il caso
il volo di un gabbiano
catturasse l'occhio mio distorto
l'immagine sbilenca
e tutto il resto accanto

…accosterei planando
il tempo per un nido
e poi il sorpasso.
                            
( Beatrice Zanini Becco a becco_e se beccando )

Ti guarderai allo specchio
e ti vedrai già vecchia
con dietro quel lamento
'…fermati un poco
fermati un momento
lasciati accarezzare
…suvvia, non te ne andare…!
                                                      ( Domenico Trimacassi da La vita )

Della mia sete ho fatto acqua per gli altri
poiché l'amore urgeva.
                                                     (
Domenica Luise da Troppo poco)

…la morte non esiste, è semplicemente
la vita in maschera. Pulsano i nidi
sui campi di battaglia.
                                                   (
Domenica Luise da Non è tardi )

Non toccarmi le ferite
sono bagaglio del mio viaggio

non guariscono quasi mai
ma sono così
viva
                                                           (
Paolam E' così che vado )

C'è un azzurro che copre
i suoi chicchi di grano
e un frastuono di piume
si accosta a un tremolio
di cemento.
                                    (
Paolam Senza volto, dal blog Tra me e te )

Sentieri di pietra
dove si scassano i tacchi
e dove torniamo puntuali
a impolverarci e cercare una via
                                                             (
Angela Sias Ripensando )

… e incrocia le dita e alle quattro non riesce
a dormire e prende a pugni la vita.
Ma ci crede ancora.
                                                       (
Angela Sias Ci crede ancora )

E vi cancello, amori vecchi, col gesto solo
di uno strisciar di gomma
pastelli rossi…
…Adesso basta, non fasciatemi le sere.
Morite in fretta nel male terminale
dell'oblio.
           ( Nunzia Binetti Ore diciotto, sul blog Il giardino dei poeti )

Un albero a fronte tace e mai lamenta
il suo star fermo; la sua è pazienza
d'anima disabile, lo vestono e lo svestono
materne le stagioni…e vive.
                                                            (
Nunzia Binetti  Da sè )

Devo restare, faccio al meglio e non è vero
annaspo, a volte rido, anche fuggo
sbilancio l'arco e disoriento la freccia
                                              Flavia Isetta Il ritorno dell'eguale )

…Vita che ci allieti
e ci abbandoni,
quanto ti dobbiamo
per questo tradimento?

…Perché ci alletti e vai?
                                                     ( Carmen A tu per tu con la vita )

Non temere. Ci attende
un destino di regalità
e questo tempo ci è dato
al cammino. Insieme.
                                                            ( Nonna Pina Per Beatrice )

Strane coincidenze
di occasioni mancate.
Sogni, illusioni, realtà, delusioni…
attese inutili alle stazioni.

…Essa scorre da sola.
                                        ( Francesca Russo (BaBaNeVe) La vita )

…non posso ignorare la morte
è lei che mi esorta a non sprecare
il tempo che mi è dato a non lasciarmi
inerte a vivere indolente
                                                         Lucilla La luce dell'aurora )

– Non sollevare polvere di anni passati,
rinfresca la vigna con nuvole a pecorelle -.

… impaziente sono, fremo nell'attesa che torni
l'allodola a quietare la vita tra i filari d'uva.
               ( Chiara Marinoni Quando la terra è calda, profuma di grano
                                                              sul blog Un filo di parole )

Labbra sfiorano
 la mia fronte.

…Schiude un sorriso…
profumi, musica, sole.
                                                                        ( Isabel 49  Magia )

…ho quasi sempre cullato curato
qualcuno con le parole
insegno con le parole
scherzo con le parole…
ho fatto anche soffrire con le parole
ma con le parole ho chiesto perdono…

Quando tacerò starò messa male
preparatemi il sepolcro.
                                            ( Lucia Tosi (Kalekaiagathe) Le parole
                                           sul blog Il giardino dei poeti )

I violini di Mozart non temono
il silenzio
All'alba o a notte fonda
spalancano di azzurro
l'infinito
                                                         ( Maryline I violini di Mozart )

Non ho mai piantato roseti
ma, tra l'indice e il mignolo
ha deciso il seme
ed una goccia di sale
lo ha preferito su tutti.

Ti tengo nella zolla
unico fiore
nella mia casa senza vasi.
                                  ( Annarita Campagnolo  La portatrice d'acqua )

Febbrile l'energia
trasfigura la visione d'una falce lunare
che miete sogni in avaria
e ricompone il cosmo.
                                   ( annarita 59 Come in un quadro di Van Gogh )

… il modularsi liquido dell'acqua
le distoglieva iridi di fumo
e convertiva labbra
da strade desolate
in viottoli di erba e ciclamini.
                                                              ( annarita 59 Di mare e ciclamini                                            dal blog gibigianna )

Mi hai allontanata
a poco a poco
dalla mia giovinezza
e qualche sogno s'è perso
nel buio della sera.

Ora la sera mi appartiene.

…Ogni stagione è buona
per seminare amore.
                                      ( Gianna Curtò, Alla vita sul proprio blog )

Abbiamo ancora
voglia e paura di essere,
noi,
grintosi nipoti di ieri,
teneri nonni di oggi.
                                     ( Gianna Curtò A strati sul proprio blog )

'Na criatura di Marzia

Il tuo arco,
la tua polla
io
e tu?

Mio nutrimento
…mia freccia
che scocca
me stessa
al cielo
                                                                    
( Marzia da 'Na criatura )

…Una domenica ancora
di palme tese
su palmi chiusi
e arranco strisciando

   
( Guido Ranieri Da Re  Di palpebre aperte sul blog Versi spezzati )

Sono vivo
dentro vortici improvvisi
…e mi scopro
ancora intatto
mentre cado ai tuoi piedi
      (
Guido Ranieri Da Re Ancora intatto sul blog Versi spezzati )
 
…proprio un invito al temporale
allo shock di un fulmine che viene

e allora sì, di punto in bianco
il corpo a prendere
una gioia viva da spellare.

                       ( ghostdaisy Nessun colpo di fulmine a ciel sereno
                                                        su Lo specchio attraversato )

In realtà spalanchi il cielo che mi piace
fin dal mattino
quando ti immagino ai tuoi traffici di uomo

immerso nel moto del rasoio che stimola quello del
cervello
o tirato al giorno

 ( ghostdaisy Dalla padella del sogno alla brace del mattino
                                                su Lo specchio attraversato )

…E' che tiro il passo a fatica
per un macigno
che si è piazzato nel petto

e non è pena d'amore

è qualcosa di più…
voglio terra,
ché i passi fatti voglio vederli

                                ( rossella 1953 Nel pugno sul blog Metamorfosi )

Credevo che a restare per troppo tempo
in apnea
prima o poi si morisse

Invece si vive anche se si sta dietro a una finestra
e non si appanna il vetro.

                         ( rossella 1953 Da una finestra sul blog Metamorfosi )

dammi la mano
ché quando si stringono
 anche le unghie hanno occhi
per vedere inciampi
forse ce la faremo
a bucare il buio
          ( Francesca Futura
In assenza di luci su marigadesospensamentus )

al bagliore di fiamma
ondeggiano nel nero
ombre di palma
assieme – braccia calde

ventagli di sabbia – sollevano
tambureggiando di calcagno

piedi
che non conoscono cavigliere
                          ( Francesca Futura Libertà su marigadesospensamentus )

Per tanti mesi protetto,
dialoghi continui sottovoce.
Due vite in una.

Infine la luce,
un attimo di smarrimento:

una nuova vita.
                                                                                ( accipicchia: Vita )

Attendo qui
come limite di un'ombra
spigolo d'eterno
depositata a vivere
tra lame inconsistenti

e mi arrendo all'evidenza
d'esser polvere
acquattata sopra il frutto
che non ama la ragione
non addenta, muore
– un po' più in là –
del sole

                                                                             ( Doris Longitudini )

I miei pensieri abitano
altrove,
stanno con te
in un qualsiasi domani,
…luce che buca vortici di fango.

                                               ( Graziella Non qui su Silenzi di pietra )

Prega per me che non ho un dio
e sono rimasto solo tutta la notte sotto la pioggia
e c'era qualcosa nell'aria che mi feriva la gola.

…sii così generoso da dividere il pane
il vino e l'incanto di una vita qualunque.

                                                           ( Maria Attanasio Prega per me )

Carta vetrata
ho sulla pelle
e polvere di cristallo tagliente,

chiodi appuntiti
nel cuore
e una tigre,
spugne che assorbono
il dolore del mondo

e un fuoco tatuato dentro
        ( Elisa mt littera Carta vetrata Sul Giardino dei poeti )

Non rubarmi l'arte, mi fa vivere
il pavimento è lucido, puoi specchiarti
ho spolverato e cucinato i tuoi piatti preferiti

Adesso lasciami dipingere le mie tele bianche
…scrivere finché mi trabocca il cuore

    ( Elisa mt littera Non rubarmi i giorni Sul Giardino dei poeti )

Non date il mio cuore in
pasto ai cani| piuttosto lasciatelo| così, su un
muretto per strada.

Lo prendano i bimbi, per farci
al pallone.

    ( Elia Belculfinè Equilibri di struttura sul Giardino dei poeti )


La vita ci prende d'improvviso
…c'è più poesia in una zolla di terra che
in tutti i versi scritti nei nostri quaderni

                        ( Elia Belculfinè Il vaso di ferro sul Giardino dei poeti )

E' ora è ora
mi precipito in picchiata
sensi aperti a cogliere la vita
e vedo e sento
e mi stordisco

                                                 ( Franca Canapini Il volo della vita )

 

… sono le sue immense dita

di lave e passione

che riscaldano il miracolo sopito

del seme racchiuso nella sete…

                                                   ( Aurelia )

 

Io chiedo ancora un sogno

che mi incanti.

Aspetto un sole

che mi esploda dentro.

                                                 ( Annette da Un sogno ancora )

Da vigna vendemmiata
raccolgo grappoli dimenticati.

Malinconici scampoli d'amore.

                                                               ( Giovanni 88 )

Ieri na picciridda mi dicia
chi quannu ci parrava, idda sintia
na ducizza ntò cori versu i mia.
Quanta gioia mi desi, diri no putria,
mi pagoi da stanchizza chi sintia
picchì l'amuri è propriu chiddu chi dicia.

( Ieri una bambina mi diceva
 che quando le parlavo, lei sentiva
una dolcezza in cuore verso di me.
Quanta gioia mi ha dato, non potrei dirlo,
mi ha ripagata della stanchezza che sentivo
perché l'amore è proprio quello che diceva. )

                                             Iole Luise, I mé alunni (I miei alunni)

 

Annunci