Simili a me

Mimma arcobaleno
 
Io non sono la pecora giusta, ecco.
Nera
con un occhio azzurro che ride
e l’altro nero che piange
e poi non belo soltanto, conosco le lingue
e ruggisco starnazzo sibilo frinisco
barrendo a proboscide alzata
con nitrito al vento, ma succhio e faccio le fusa
sulla pancia di mamma gatta
e molto altro. Esco regolarmente
dalla crisalide. Alla fine
ho il gorgheggio dell’usignola
verso la luna
in cielo o nel pozzo.
 
Poliedrica multicolore, vado migrando
dai poli all’Africa o dovunque, raggio
che cerca pace. Mi appoggio
dalla mia alla poesia universale
ed ecco, sono arrivata, amore
all’amore.
 
Anche una pietra o stella
nasce cresce muore
rinasce in seme. E la scintilla
dal ceppo.
 
 
Domenica Luise
(Elaborazione grafica di Domenica Luise)
 
 
 
 

Calendario mimmiano 2010

Copertina calendario

gennaio

Febbraio

Marzo

aprile

maggio

giugno

Luglio

Agosto

Settembre

ottobre

Novembre

dicembre
Chi ha tempo non aspetti tempo, è un saggio proverbio.
Io ho già preparato il calendario 2010 con una bella pubblicità dei miei blog,
questo su cui state navigando audacemente e quello dell'Usignola stonata,
illustrata con più di 200 disegni ( fate clic sul link alla vostra sinistra).
Come vedete ci ho messo alcuni dei miei quadri e foto già apparsi sul
blog, un pensiero mimmiano al mese per rianimarci quando abbiamo
la luna storta, alla quale tutti siamo soggetti, uomini e donne.
Ho lasciato uno spazio libero perché possiate inserirci, con un
programma di fotografia, la vostra immagine preferita oppure,
se volete stampare il calendario, magari usate
la carta vergatina più pesante ( ci si può anche disegnare sopra )
e ritagliate la foto che vi pare incollandola.
Potete anche lasciarlo com'è. Vi ho messo comunque in copertina la mia foto
dell'avatar, così potrete eventualmente coprirla con una vostra.
Che cosa ne pensate?

Domenica Luise
(Calendario di Domenica Luise)

O meraviglia delle meraviglie! Stavo sonnecchiando sul computer ( sono sveglia dalle tre ) 
quando ho voluto controllare se si potesse usare il calendario per metterlo sul desktop,
ho fatto clic destro sulla copertina e clic su imposta come sfondo desktop,
subito è apparsa l'anteprima ( mettete il segno di spunta a " centrato "
per mantenere l'immagine al centro dello schermo ) . Allora ho fatto clic
su un'altra immagine a caso del mio blog e qualsiasi può diventare
una bella decorazione per il desktop. Oh, come mi diverto.

La collana di Mimma

 
Primo piano collana
Tutto incominciò con un momento di follia ed una buona dose di perline
multicolori conservate perché "prima o poi ci faccio qualcosa".
C'era quell'azzurro che mi faceva impazzire per la nitidezza,
sarebbe stato bene accanto al nero. I fiori avrebbero avuto un bel
giallo spento al centro della corolla. Ho comprato
un rotolo di filo da pesca di nylon, ne ho preso
una buona quantità a destra e a sinistra e l'ho tagliato,
dopo di che l'ho suddiviso a metà ed ho incominciato a creare
il fiore centrale dai semini gialli interni, con i petali intorno.
Il lavoro viene un pochino irregolare e ciò aggiunge bellezza perché vibra.
Dopo di che si continua inventando i fiori in diretta
uno a destra e l'altro, più uguale possibile, a sinistra, in maniera speculare,
non si può creare prima un lato e poi l'altro perché dopo
sarà più difficile contare i corallini. Potete inventare un lavoro
più semplice e sarà sempre bellissimo. La collana si infila
dalla testa senza chiusura, quando volete finirla prendete le
misure secondo dove volete che arrivi. Questa è fatta
con un solo filo di nylon tagliato soltanto una volta
nel suo punto di congiunzione. Qui dovete stare attente perché
la chiusura deve essere solida e invisibile, io ci faccio il nodo,
ne taglio un pezzetto a destra e a sinistra, li ri-infilo nelle perline,
ne faccio uscire un centimetro di qua e l'altro di là e
do fuoco con un fiammifero e con molta attenzione perché
dovete formare due palline minuscole che impediranno
al filo di sciogliersi, ma non andare a bruciare
il filo di sotto altrimenti sfilate la collana.

Collana indossata

Guardate mia nipote Mariachiara che indossa la collana,
sullo sfondo c'è un mio quadro di fiori.

 

 
                                    Domenica Luise
                                        (Collana creata da Domenica Luise)

Uomini SOLI

 

 Uomini soli


Senza amore non si fa poesia.

E la solitudine
strappa il turacciolo alla botte di malvasia.

Per questo siamo SOLI
come stelle o parole
per tatuare i secoli

ed il parto ebbro.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 Domenica Luise              

               (Quadro a olio 40 per 50 di Domenica Luise)

 

Schizzi di Angela Sias


schizziVi annuncio la nascita di un piccolo e prezioso libro scritto
dalla nostra Angela Sias,
che si intitola " Schizzi ". La copertina è stata curata da me,
la prefazione è di Nunzia Binetti,
seguita da una mia nota. Se volete ulteriori informazioni,
il libro è reperibile su IBS.it scontato e su
"Libreria Universitaria.it" , edizioni GDS.

                                        
                

Amor dolore gioco

Schizzo di ballerine


 Un utero che mi gestisce in spirale.

Ruoto intorno al mio sole
o nucleo della cellula
fluttuando.

L’urlo di Munch  ed i prigioni
di Michelangelo,
la Venere
di Milo. Scarafaggia
e usignola.

Volevo le scarpette da punta
e il tutù di velo bianco. Allora
ballai in poesia

cantando e stridendo, creatura giocosa

in partita di serie A. L’avversario
non so
forse la caducità o il filo di capello
che sempre ha deviato il mio destino
e legato il volo.

Goal. Si ricomincia.

Lo struggimento
e poi?

 

                                      Domenica Luise

                  (Elaborazione grafica di Domenica Luise)

 

 

Lasagne al forno zia Mimma

 

Lasagne 2Si preparano il pomeriggio precedente al pranzo.

750 gr. di pomodoro passato.

 

 

300 gr. di carne bovina macinata.

Una fetta di prosciutto cotto da 100 gr.

Un pacchetto di lasagne larghe all’uovo.

Una grossa cipolla. Aceto o vino rosso, per es. lambrusco. Olio di oliva extravergine.

Piselli. Una grossa teglia rettangolare.

Tagliuzzare sottile la cipolla e cuocerla in aceto e acqua oppure nel lambrusco, quando incomincia ad asciugarsi aggiungere l’olio e fare soffriggere appena. Mettere il tritato nella pentola con il prosciutto cotto a dadini e, quando incomincia a cuocere, versarci dentro il passato di pomodoro e i piselli lasciando bollire a fuoco lento. Il sugo è pronto quando incomincia a lanciare per aria schizzi di goccioline. Non fatelo restringere perché continuerà la cottura nel forno.

Si può salare secondo il gusto oppure sostituire con un dado da brodo vegetale.

Preparare la besciamella, anche questa piuttosto liquida. Occorre mezzo litro di latte, una presa di sale, grattatina di noce moscata, un po’ di burro ( 50 gr. ) e tre cucchiai  rasi di amido per dolci. Mettere sul fuoco a fiamma bassa e aggiungere piano piano il latte sempre girando con un cucchiaio di legno e rimestare finché la salsa non si addensa.

Appena scesa dal fuoco aggiungere una manciata di parmigiano.

Lasagne


Prendere la teglia e iniziare con uno strato di besciamella, sopra le sfoglie di pasta cruda, poi uno strato di sugo, altra pasta, besciamella, di nuovo pasta. Se in frigorifero ci sono pezzetti di formaggi vari avanzati spargerli a fettine nei ripieni. Finire con la besciamella. Infornare una prima volta per qualche quaranta minuti e lasciare che il timballo si raffreddi in forno, a questo punto metterlo in frigorifero. L’indomani mattina dividere la pasta per porzioni e lasciare in frigorifero, prima di apparecchiare la tavola per il pranzo riscaldare le lasagne in forno per una ventina di minuti e suddividerle seguendo le porzioni già tagliate. Spolverizzare con una bella grattata di parmigiano e servire.

Questa è una megaporzione per famiglia numerosa e affamata, se ne avanza si può congelare a porzioni in carta di alluminio.

 

                                   Domenica Luise

                                             (Fotografie di Domenica Luise)

 

 

 

Fiori di cactus

 Fiori di cactus

 
Così bianchi e brevi, con guanciale di spine.
 
I vecchi
guardano la bella giornata da dietro i vetri
e pensano a quando, liberi, uscivano
a passeggio senza una scusa
solo per vivere. Già. E compravano
un vestito non necessario
 solo
per gioia, già. Oppure
non avevano voglia di uscire
e rimandavano
già. Adesso
ricevono le visite in fretta
a scampoli stracciati
e ringraziano.
 
           Domenica Luise
               (Fotografia di Domenica Luise)

Il libro di Bea

 

PS, notizia dell'ultimo momento: è in arrivo
il libro con le poesie di Beatrice Zanini,
eccolo qui fotografato da Cristina. 

Per vedere le ultime novità riguardo al libro di Bea fate clic QUI