Ragazza con gattino: il computer ed io

Ragazza con  gattino

Guardate cos’ho trovato per voi nei miei numerosi archivi, era il 1998 ed io avevo scoperto paint, questo file sarà stato il mio secondogenito, disegnato col mouse a mano libera come preferisco fare anche se adesso ho la tavoletta grafica. Mi piace dare l’espressività con pochi tratti e spesso trovo che siano più belli i bozzetti del quadro finito. C’è un’incompiutezza nel cuore umano che l’arte, anche piccola come la mia, traduce al meglio. Non occorre essere Leonardo in pittura né Saffo in poesia, basta un poco di sincerità e apertura senza farsi mancare studio, sudore e conoscenza. Ricordo che scoprii paint a scuola e gli alunni salvarono il mio primo disegno, una madonnina semplice. Così capii come si partiva e debbo dire che con la grafica me la cavai subito, con microsoft Word fu un po’ più seccante, anche perché dovevo inserire i disegni, che avevo scannerizzato, nella favola dell’usignola stonata, fu il mio banco di prova. Adesso so cambiare anche i pdf come mi pare, incespico ancora, naturalmente,  e talora mi blocco nelle cose più semplici, tuttavia alla fine ottengo lo scopo e con sempre minore difficoltà.  Sono proprio una sagoma buffa, tenera, accorata, divertita. Un’altra cosa che ho disegnato subito sono le icone, anche quelle animate, così mi sento io appena guardo il desktop e non voglio saperne di tenerle celate, apro e scelgo nel mio affollamento, vi faccio vedere com’è il mio desktop stamattina (cambia continuamente).

Domenica Luise

(computergrafica rigorosamente pasticciata da me)

Desktop di oggi, settembre 2014

Annunci