Il mantello invisibile

 

come una chiocciola nella sua casa.

 E ridevo e ballavo cantavo. Invece
a bocca chiusa sussurrando zoppa
nascondo la mia mente
nella carta scritta
e la carta scritta nel cassetto
chiuso a chiave e la chiave
sopra sotto o dietro, dove so solo io.

E altri cassetti
dentro le parole e le parole
nei geroglifici.

L’istmo si è rotto
l’uccello è uscito dalla gabbia d’oro
e l’isolotto
è compiuto.

 Tutti i fiori
si sono liberati.

                                                                                         Domenica Luise

 

(Fotomontaggio di Domenica Luise con fotografie di fiori da lei coltivati)

 

 

 

Annunci