La lucerna

 

Poetesse radiose lucerna

 

 

 

 

 

 

Porto la fiaccola dove brucio l’anima
per ancora pochi battiti terrestri
e poi e poi.

L’olio è prestabilito.

 

Il gallo ha cantato. La campana
squarcia il monte e la valle.

Qui
non c’è nessuno
a guardarmi.

Gong. L’eco del gong. Dove vai
e come, aria nell’aria, vestale
non amata.

Dinanzi alla meraviglia
del sempre e dell’oltre
a schiere aperte. Ammiro
l’inimmaginato semplice
e conosco i miei simili. Adesso
l’oro  non ha peso
ed il fuoco è delizia.

 

                                              Domenica Luise

 

 

(Particolare del mio affresco, per vedere le altre immagini
fate clic sulla categoria Affresco alla vostra sinistra)

26 pensieri su “La lucerna

  1. Ultimamente ti sento un po’ giù, cara Mimma, o almeno vedo alti e bassi, come mai?
    Guarda il meraviglioso essere che sei, l’amore che sei, la gioia che esprimi per la vita.
    Centrati su questo e non su cose esterne che non ti appartengono.
    Tu sei un dono e la Terra sarebbe un luogo meno bello se non ci fossi tu.
    Scusa se sono un po’ assente ultimamente, ma sto preparandomi per partire.

    Un bacio con tanto Amore

    gloria

    "Mi piace"

  2. Ed è anche bello dondolare su e giù nella mia verità, cara Gloria. Io non vi mento. La gioia e l’oro sono costosi, esigono la conoscenza delle ferite interne. Sono esperienze che si mescolano fino ad una sola conclusione: tutto è amore, anche il tormento, che si supera e tuttavia resta in sordina. Io vorrei essere solo fatta di luce senza ombre, ma non è così. Allora vi invito ad accettare anche le mie oscurità e a volermi nella debolezza, della quale mi posso rallegrare o non sarei umana.

    "Mi piace"

  3. Cara Mimma, non era un giudizio o disapprovazione, capisco perfettamente quando ci si trova nel buio e non si vede la luce, e ti sono vicina sempre.
    Dicevo solo di non contare sugli altri, chiunque essi siano, perché l’unica persona su cui possiamo davvero contare siamo noi e l’unica cosa che possiamo davvero fare è amare e cercare di comprendere. Tutto il resto è fuori dal nostro potere e dobbiamo farcene una ragione per non continuare a soffrire.
    Dio ci vuole felici!

    "Mi piace"

  4. E’ davvero bellissima!!! Cosa? La poesia o la vestale? ENTRAMBE
    Sembra che il tuo affresco si animi e ogni personaggio canti se stesso ovvero una parte di te
    “Adesso

    l’oro non ha peso

    ed il fuoco è delizia.”
    Mi pare che tu abbia raggiunto la meta di un grande viaggio spirituale
    franca

    "Mi piace"

  5. Glorietta, talora sono debole: cosciente di quello che dovrei fare, non riesco subito a spiccare il volo necessario, ma poi ci siete voi a ridarmi l’imput. Ti ho capita bene e ti ringrazio. Io non sono perfetta: s’era capito? Somiglio alla mia poesia.
    Francuzza, bello quello che mi dici: sembra che l’affresco si animi comunicando sfaccettature di me. La chiusa, davvero, sorpassa il limite imposto dalla carne fragile. La lucerna è d’oro e l’oro pesa, ma viene il momento della sua leggerezza, quando la fiamma trasformerà ogni dolore in delizia.

    "Mi piace"

  6. Cara Mimma, intuitivamente cogli sempre cose sconosciute ai più, come questa proprietà dell’oro che voglio riportarti per intero qui:
    “chi studia le proprietà dell’oro, e in particolare dell’oro monoatomico (un atomo sostituibile), è spesso affascinato nello scoprire che, in condizioni uniche, si manifesterà come sostanza senza densità.
    In altre parole, può pesare meno di niente così come influenzare la densità di altra materia. L’importanza di ciò che riferisco è che l’influenza di un pensiero preciso sulla materia è quello che chiude il divario tra ciò che sapete e ciò che non sapete. La conoscenza non è l’accumulazione di informazioni, è la distillazione del pensiero.”

    Passa una buona nottata.
    Un bacio

    gloria

    "Mi piace"

  7. Sublime poesia venata di malinconia, ma anche di desiderio di trasformazione. I dolori della vita sono pesanti, come la lucerna d’oro, ma la fiamma eterna annullerà le sofferenze, tramuntandole in gioie.
    La vita terrena per quanto difficile è un dono, allora cercare di liberare il cuore dai macigni per tornare a una nuova esistenza, affinchè altri non soffrano per chi ha chiuso gli occhi dell’anima alla vita.
    Buona giornata cara Mimma.
    Un abbraccio sincero, Annamaria.

    "Mi piace"

  8. e questa vita non è altro che un crogiolo… un atanor in cui l’essere fa esperienza della Trasmutazione.
    Bellissima poesia, cara prof. venata di fermento emotivo e sofferenza, in cui l’anima, però, non conosce resa.

    "Mi piace"

  9. Certo, Gloria, è sorprendente questa cosa della leggerezza dell’oro, non ne avevo mai sentito parlare. Quante cose imparo, lo trovo bellisimo.
    Grazie Anna Maria, sì, diventeremo pura luce, alla quale intanto ci avviciniamo sempre più prendendone coscienza.
    Marina: siamo un chiaroscuro, il buio fa risaltare la luce tanto che alla fine qualcuno dice: ecco, quella è una creatura di luce, anzi è luce nella luce.
    Crstina: il crogiolo fa un po’ male, ma il bene ottenuto è imparagonaile al travaglio, e questo incominciamo a vederlo da subito, mentre ancora siamo nella nostra carne: ci accorgiamo di amare sempre con maggiore generosità e perdono.
    Bea, che bella quella gocciolona sulla foglia smangiata, ecco, nella nostra imperfezione noi diventiamo trasparenza. Grazie della vostra costante presenza e vivete felici.

    "Mi piace"

  10. Sai mimma,a me piace sentirti vera ,come sei, con quella tua parte debole e tanto umana e con quella parte forte,estremamente volitiva ,tant’è che risolvi la negatività del dolore ; lo consideri una forma d’ amore, un aspetto dell’amore.. Forse che soffrire non è offrirsi ????
    Non è da tutti accettare il dolore e guardarlo con la tua ottica. Solo i grandi di spirito possono farlo(lo ha fatto un uomo nato a Nazareth).

    E l’oro non ha peso, ed il fuoco dell’amore-dolore è delizia,perchè… sublima.

    Una delle tue splendide poesie,questa,tra le più belle.
    nunù

    "Mi piace"

  11. Bella, intensa e un po’ rassegnata e quel gong che segna il tempo rimbomba e tiene con il fiato sospeso, però i versi finale riscattano la tristezza con immagini bellissime e ricche. Oro è la tua saggezza di saper prendere la vita e il fuoco della consapevolezza dell’amore è caldo sul cuore e delizia ancora la tua anima. Mimma, bellissima poesia, mi piace molto e come dici tu è giusto dondolare nella verità della vita, oh che bel verso ” dondolare nella verità della vita” un alternarsi di gioia e amarezza . Sfoga pure tutto il tuo tormento Mimma, io ti leggerò sempre con piacere, come dici tu non saresti splendidamente umana senza le due facce.
    Tanti baci e abbracci

    "Mi piace"

  12. Il particolare dell’affresco è bellissimo.
    Effettivamente, nelle tue ultime poesie, si avverte un senso di fatalità che coglie impreparati.
    Eppure, devo dire, quanto ti amo così… non che prima non ti amassi.
    Insomma, Mimma, il tuo volteggiare tra le emozioni e i sentimenti ti qualifica tra le migliori.

    Baci

    "Mi piace"

  13. Oh, Fantasmina, come mi piace quando appari all’improvviso sempre incoraggiante. Stimo molto le vostre opinioni artstiche ed amo molto la vostra amicizia. Ciao, vi voglio un gran bene.

    "Mi piace"

  14. E poi volevo aggiungere: Debby74, mi ha commossa davvero tanto la lettera a tuo nonno che hai pubblicato sul tuo blog, quanto amore vi siete scambiati. Anch’io ricordo sempre il mio nonno Ninai, eppure ero piccolissima quand’è morto.

    "Mi piace"

  15. A parte l’indiscutibile bellezza dell’affresco… ecco, Mimmina, sento di doverti dire che, anche cosi’, avvolta da un velo di malinconia… TI VOGLIO UN SACCO DI BENE!!!

    "Mi piace"

  16. Grazie, mie care: sono le mie sfaccettature o pieghe dell’anima. Rientranze di buio e colline luminose. Il paesaggio interno. Scopro ed amo ogni giorno di più la mia umanità e comprendo gli altri, che sono come me. Allora provo la pietas universale percependo il travaglio e la grandezza.

    "Mi piace"

  17. ” Dinanzi alla meraviglia

    del sempre e dell’oltre

    a schiere aperte. Ammiro

    l’inimmaginato semplice

    e conosco i miei simili. Adesso

    l’oro non ha peso

    ed il fuoco è delizia.”

    Toc toc: sono qui Mimma, non mi sono persa, ti seguo anche se un po’ silenziosamente.

    Bellissima questa poesia: la semplicità è un grande dono e tu sai farne tesoro. Bellissimi anche i tuoi affreschi che ti dipingono quale sei. Un abbraccio, Lucilla.

    "Mi piace"

  18. Ciao, Lucilla, che bello aprire il computer e trovare un tuo commento. Minaccia bufera con cielo addensato, tuoni e fulmini, se incomincia a diluviare dovrò spegnere, potrebbe scattare il salvavita per ore e ore, cosa avvenuta più volte. Che vuoi, qui in Sicilia siamo sott’acqua da un po’, uffa. Grazie della tua presenza nel mio blog, ti abbraccio.

    "Mi piace"

Rispondi a anonimo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...