Sì, la gioia

La ragazza che ride 

E' un frutto maturo
col nocciolo che sboccia battendo
come una bomba a orologeria:
mi sono innamorata
adesso. Ho le mani
piene di colori spremuti e i piedi di danza
e la bocca del canto che tu sai.

 

 


 

La ragazza che ride 2

 

 

 

 
 
 

 

 

E' la festa dell'Etna in eruzione
con tutù di fuoco e lapilli
quando la farfalla gialla sale intatta
svolazzando nei fiori di fichidindia.

 

 

 
 
 

Di nuvole leggere e trombe d'aria
vado, vado,
dove non so. Mi portano parole
smosse, acqua, fuoco e vento,
i buchi neri impetuosamente

attirano le pietre di sale. E squilla
la vita coi girasoli
in vortici, facce di semi e bocche. Oltre.

Strisce di galassie
e di universi degli universi,

abito bianco alla sposa in prisma,
occhio di luce e sorriso.

Silenzio
che grida l'amore.

 

 

                                                              Domenica Luise

 

 

 

(I particolari sono tratti dall' affresco che ho dipinto nel mio ingresso,
per vedere le altre immagini
fate clic su Affresco nelle categorie alla vostra sinistra )

 

Annunci

22 pensieri su “Sì, la gioia

  1. …E squilla

    la vita coi girasoli

    in vortici…

    Bellissima immagine, a descrivere la voglia dell’Amore di esprimersi, di affermare violento e gioioso la sua presenza, e la chiusa è in accordo con Lui.
    Abbraccio*
    Marina

    Mi piace

  2. Mi portano parole

    smosse, acqua, fuoco e vento,

    i buchi neri impetuosamente

    attirano le pietre di sale. E squilla

    la vita coi girasoli

    in vortici, facce di semi e bocche. Oltre.

    Questi versi sono splendidi!
    e quelle pietre di sale mi fanno pensare a pianto solidificato, compatte come sono le lacrime di una grande sofferenza…
    e il silenzio che grida l’amore, non certo quello umano che non ne è che un riflesso scolorito, una pallida idea, incostante e fugace…
    I tuoi colori richiamano ad altri colori, sole e stelle, e l’universo raccolto a punta di pennello e dita si trasforma nelle tue immagini soavi.

    Mi piace

  3. Ho le mani

    piene di colori spremuti e i piedi di danza

    e la bocca del canto che tu sai.

    Bellissima questa immagine..dà la sensazione di leggerezza e la voglia di lasciarsi andare, in asslouta libertà e consapevolezza di abbracciare l’attimo a piene mani!
    Buona giornata, Mimma!

    Mi piace

  4. I versi evidenziati nei commenti precedenti, sì, e il finale, anche… “Silenzio / che grida l’amore”. Bellissima tutta. Faccio mio il commento molto bello di Cristina, se lei permette… ma so che un angelo permette… Ciao, complimenti. Wilma.

    Mi piace

  5. Mimma come stai? E’ uno splendido inno alla gioia, ogni parola ne è intrisa per contagio, tutta bella ma in particolare mi è piaciuto il verso della farfalla che vola illesa in mezzo ai fichi d’india: un’allegoria (è giusto?) della tua vita, un pò’ quella di tutti, riuscire a cavarsela, anzi molto di più: riuscire a gioire nonostante le spine che si infilano appena sottopelle e sono così fastidiose. Ciao cara mimma, tanta tanta gioia!

    Mi piace

  6. Grazie dei vostri commenti. Ho voluto mettere subito una poesia gioiosa perché in quella precedente ho fatto la lagna: ogni tanto capita.
    Un abbraccio affettuoso.

    Mi piace

  7. Ciao cara Mimma. Poesia molto bella, gioiosa di colori come il bel movimento dei dipinti che trovo fantastici. Sembra di vedere l’Etna pavoneggiarsi, come una fanciulla d’altri tempi, che emozionata si prepara alla festa del paese.
    🙂
    Un caro saluto Gaetano

    Mi piace

  8. Ed ecco un inno alla gioia, un’esplosione d’amore, intensissima.
    Grandi immagini: eruzioni vulcaniche, farfalle, vento, acqua, fuoco, galassie. Che turbinio di emozioni!
    Ed ancora una volta è una tua creatura dell’affresco a cantare estasiata
    Molto bella
    cara Mimma
    franca

    Mi piace

  9. Io me la ricordo.Non credo di sbagliarmi se dico di averla già letta,mimma,perchè è la poesia che mi ha permesso di far chiara luce su di te ,di capire come realmente sei dentro: un tripudio di colori,metafora di vitalità e di gioia per la vita, un’ esplosione di amore ,vulcanica, e per l’intero universo.
    La chiusa è un vero capolavoro.
    Se non l’ho letta prima, ho letto qualcosa che le somigli:
    una meraviglia di Poesia!
    nunù

    Mi piace

  10. Che memoria, cara Nunzia! E’ stata una delle prime poesie che ho pubblicato sul club poeti, parecchi commentatori l’hanno presa per una poesia erotica e ricordo che allora mi imbestialii non poco. Difatti è molto di più. L’immagine della farfalla gialla illesa a volo disinvolto tra i fichidindia è vero che è una metafora, ma io ho realmente visto la scena a Rometta Superiore, sullo sfondo di un paesaggio incantevole, dalla realtà all’interiorizzazione il passo è stato istantaneo. La farfalla era effettivamente gialla, ma il giallo è anhe il colore del sole e della vita. Ci sono molti fattori che spingono alla nascita di una poesia e possono essere anche i più banali. Un abbraccio ed un ringraziamento per la vostra presenza in questo blog, siete per me preziosi e cari, mi piace ripetervelo spesso.

    Mi piace

  11. Che… bellissimo , dolce Mimmina, questo inno all’amore, alla gioia, alla natura ch’è splendore!! E belli anche i tuoi affreschi… Sono stata cosi’ felice di parlarti!… Ti abbraccio stretta stretta.

    Mi piace

  12. Sì, Annarita, anch’io ho provato una grande gioia bella nel sentire la tua voce per telefono. Le amicizie ” virtuali “, come le chiamiamo, sono altrettanto vere, e talora anche di più, di quelle viso a viso. E poi, entrare nella poesia dell’altro-a è deteminante per comunicare anima ad anima, cosa che spesso di persona non avviene con la stessa intensità.

    Mi piace

  13. Gioia e ancora gioia, in un tripudio di colori in un cuore che a volte è dolore.
    E’ la festa dell’etna in eruzione con tutù di fuoco e lapilli…
    Bella, tutta.
    Un abbarccio
    Chiara

    Mi piace

  14. E’ uno sfolgorio di gioa nell’essere
    natura, amore, universo.
    Eterno eppure mutabile.
    Staticità del vortice della galassia
    in costante evoluzione.

    Sei una grande artista!

    tvb

    Mi piace

  15. Mimma, l’altro giorno quando ho visto che avevi messo questa poesia, mi sono sentita rasserenata.Questo inno alla gioia, lo ricordo benissimo al club e quanto mi fosse piaciuto. Io sono convinta che i pensieri positivi generino altri pensieri positivi e lascino spazio a quello che di buono può entrare nella nostra vita. Purtroppo non è sempre facile ed immediato entrare in questo meccanismo. E’ bellissimo leggere di questa gioia, si sente che è una festa, rappresentata sì dai colori e dalle immagini, ma è qualcosa che nasce più dal profondo, proprio come quel vulcano che erutta impetuosamente il suo magma e fa sentire la sua gioia. E’ un immagine azzeccatissima ed è meraviglioso leggere questo entusiasmo così espresso e così maestosamente cantato in poesia.
    Veramente una bella poesia contro il malumore, sono felice di rileggerti in questa veste. La gioia ti si addice molto, come fanciulla danzante che cerca di dimenticare la sua amarezza nell’immensa bellezza che la circonda.
    Bravissima, un abbraccio

    Mi piace

  16. Grazie, Paola. Ma la gioia, su questa terra, ha un prezzo o altrimenti sarebbe già quello che noi chiamiamo Paradiso: una parola persiana, che significa giardino.
    E in ogni paradiso terrestre c’è un serpente ingannatore, una persona, un pensiero, un’amarezza. Talora noi siamo i peggiori nemici di noi stessi.
    Per questo conta mettere insieme i pensieri o poesie cercando di capirci. E’ un grande dono, che si chiama amicizia.
    Dicevo che ha un prezzo, prima o poi costa dolore.
    Ma tutto, anhe il dolore, è trasformabile in amore.

    Mi piace

  17. Splendida!Gioiosa, un inno alla vita con un chiaro camminarci dentro tra gioie e anche dolori, senza peraltro, affossarcisi. Come un vulcano, il tuo Etna, meraviglia delle meraviglie che a volte fa paura.
    Riletta volentierissimo. Mi piace anche rileggere i commenti di amiche di tempi passati. Bella bella bella, tu naturalmente
    Un abbraccio
    Chiara.

    Ps: Finalmente! Sono riuscita a leggere e commentare. Uffi, questa bella tecnologia spesso mi fa impazzire.

    Mi piace

    • Sì, Chiara, è tanto bello ritrovare, negli scritti riproposti, anche le amiche di quei tempi che furono belli. Ho riletto anch’io i commenti, le circostanze della vita cambiano soltanto le cose secondarie, l’affetto e la condivisione restano sempre fedeli. Un grande abbraccio. Non sei la sola a impazzire con la tecnologia, io non sono seconda a nessuno> !

      Mi piace

  18. Sei un tripudio di emozioni forti…senza margini né paletti. Nell’arte è possibile esprimerci liberamente, esternare tutto il sentire che ha bisogno di esplodere quando c’è compressione. La vita di tutti i giorni, le persone di tutti i giorni ci comprimono senza saperlo, ma tu hai il tuo bellissimo vulcano che erutta i tuoi colori. Hai un’energia viva e pulsante che esulta in ogni dove…dalla terra con un girasole, sino all’universo…ed oltre.
    Ora vado ad ammirare il tuo affresco. A presto, mia cara

    Mi piace

    • Sì, sono un po’ impetuosa, difatti “Etna in eruzione” è un nomignolo che mi avevano affibbiato da giovane. L’altro nomignolo che mi viene in mente è “Il martello di burro”, dice che quando vado a dare il colpo mi faccio male da me. Ah, ah, ah! Ti abbraccio e ti ringrazio.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...