Prigioniere del silenzio

I maschi si lamentano fra di loro perché le donne chiacchierano sempre, le vorrebbero anche zitte oltre che mogli o compagne, amanti, madri dei miei figli, tate a tutto servizio, perfette serve elettroaddomesticate e, naturalmente, lavoratrici che portano lo stipendio a casa.
Ho letto con attenzione e passione il libro di Carmen Lama, Prigioniere del silenzio, sono poesie talmente nude di orpelli che sembrano pensieri semplici nati spontanei nella mente femminile universale. Ve ne scelgo alcuni versi particolarmente intensi:

"…Ma non ho mai compreso
come funzioni
la freccia di Cupido.
Se solo un cuore
s'impegna a trafiggere
e l'altro anestetizza
che Amore strano crea?" (Da tormento d'amore).

…Loro vivono
la mia
libertà sognata. (Da rondini felici).

Non sono niente
per nessuno.
Mai nessuno
che m'abbia detto:
ti voglio bene
perché ci sei
perché sei come sei. (Da Mai nessuno).

Griderei forte
soltanto
per far svanire
d'un colpo
quel battito d'ali
che ti condusse a me. (Da Griderei forte)

 Invito spesso la solitudine
a farmi compagnia.
Non mi delude mai. (Da Solitudine)

Queste sono soltanto faville, vi invito a rifornirvi subito del libro finché è disponibile. Potete prenotarlo presso qualunque libreria oppure richiederlo online a questo indirizzo:
http://www.alettieditore.it/emersi/ott10/lama.htm
(In fondo alla pagina si clicca su "Ordina il libro" e si invia poi una email con i dati utili).
Nei commenti a voi la parola. Scatenatevi: ne vale la pena.

40 pensieri su “Prigioniere del silenzio

  1. Condivido ogni parola.
    La poesia di Carmen è proprio come dici: diretta, spontanea, senza orpelli.
    La cosa che più mi ha colpita, di questa raccolta, è stata la visione al femminile, la consapevolezza di un comune destino delle donne che, qualsiasi sia la condizione sociale, soffrono sempre di una sorta di "invisibilità".
    d'altra parte la storia è piena di grandi donne regolarmente oscurate dal successo maschile.
    Quindi buona lettura a tutti.

    "Mi piace"

  2. Belli i versi, "nudi" e significativi, proprio come piace a me.
    Belli, come  sempre, il tuo sorriso e la tua dolcezza nell'affiancare gli amici, in ogni momento…
    Grazie, Mimmina 

    "Mi piace"

  3. Ehi! che bel tam tam!
    Grazie Mimma, ma così non basteranno le copie, si dovrà fare una seconda edizione a breve!    🙂
    Grazie Cristina, che hai rimarcato ancora con bellissime parole il senso di questo libro. Sono emozionata da tanta attenzione!
    Grazie anche a te Annarita, spero vorrai leggerlo.
    Ciao a tutte, buona serata
    Carmen

    "Mi piace"

  4. Bene, signore, parlate pure. Tocca a voi, il libro di Carmen è una bella puntualizzazione della condizione femminile. Vedo che apprezzate, lo credo bene. Buonasera a tutti quelli che passeggiano da queste parti e bentornata, Annarita, mi fa piacere di rivederti.

    "Mi piace"

  5. per come sono io, per la mia sensibilità ,non è stata una scelta sofferta ora di vivere in solitudine…sono nata libera! eppure per mia madre mi sono sacrificata curandola per 30 anni della stessa crudele malattia che ora ho io!
    guai se dovesse mancarmi, le voglio un bene immenso…forse troppo.
    sto resistendo soprattutto per lei.,.eppure non mi ha mai detto ti voglio bene!
    meglio sentire che ascoltare!
    un bacione mimma
    chiaretta…..mi sono ricordata stavolta.

    "Mi piace"

  6. Benvenuta, Chiaretta. Sì, sono soprattutto le donne ad assistere amorosamente i propri vecchi consumandosi sempre con così poco aiuto da potersi considerare perfettamente sole.
    Ci sono persone poco espansive, che non sanno dire quanto vogliono bene, caratteri non proprio felici né comunicativi, una croce per gli altri, ma anche per se stessi.
    In questa vita ci vuole pazienza e conviene sperare nell'altra perché sulla terra vedo troppi imbrogli, corruzioni e falsità che non mi piacciono affatto.

    "Mi piace"

  7. "… ma non ho mai compreso come funziona la freccia di Cupido": per me egli non ha che una sola "mira", quella filomaschilista.
    Io invece non ho mai compreso perchè il gentil sesso viene definito "sesso debole": poveracci invece, e per davvero, noi uomini, se dovesse mancarci la Donna!
    Forse è meglio tenercelo buono il caro Cupìdo!

    Sottoscrivo in toto @cristinabove.

    Ciao, Mimma carissima.
    Un cordiale saluto a tutti. A tutte, soprattutto.

    Abele.

    "Mi piace"

  8. ok! mi scateno appena appena Mimma ( con qualche errore che tu saprai sicuramente correggere)
    versi bellissimi quelli che hai riportato ma io devo difendere un po' i maschietti no, almeno qualcuno,non tanto cattivo e marrano.
    Vorrei ma senza polemica toccare un aspetto : la cecità maschile e femminile che genera incomprensione.
    Solo chi è cieco può urlare per riavere la vista.
    Un urlo che viene dal profondo di chi non può o non riesce a vedere la forma delle cose, quindi la loro bellezza e la verità che in esse si cela.
    L'urlo è una domanda  violenta quanto acuto è il sentimento della perdita che il non vedere implica.
    Ma  urleremmo  se non saremmo certi che ciò che chiediamo all'altro potrebbe essere compiuto?
    falconier

    "Mi piace"

  9. Chiaretta, non sai come mi dispiaccia sapere di te e della tua mamma quello che hai scritto, anche se non ti conosco, perché la sofferenza fisica è ingiusta! Alcuni dicono che il soffrire accompagna sempre la gioia e rende questa più dolce, la fa apprezzare di più. Io sono convinta che ci si potrebbe risparmiare il dolore e sapremmo apprezzare lo stesso la gioia… ma così è, purtroppo! Quanto al sentire e all'ascoltare, sono d'accordo con te, ma il fatto è che a volte neppure si sente. L'amore di una mamma è indiscutibile e si sente comunque (tranne in casi eccezionali che pure esistono); negli altri rapporti è un po' diverso.

    Gentile Abele, solidale con le donne! Grazie della comprensione, ne abbiamo fortemente bisogno.

    Grazie dei vostri apporti a questo tema trattato nel mio libro.
    Spero di poter ricevere le vostre impressioni se avrete modo di leggerlo.

    Un saluto cordiale
    Carmen

    "Mi piace"

  10. Gentile Falconier, troppo complesso il tuo pensiero, ma guarda che il libro è dedicato anche agli "uomini veri" (di cui mio marito è un esempio per me  importante), perché so benissimo che molti uomini… guai se non ci fossero! (ricalco Abele)
    Il discorso è identico per le donne, non si può mai generalizzare.
    Per capire meglio il senso di un libro, però, non c'è nulla di meglio che leggerlo tutto.
    In questo caso, ci si può fare un'idea già leggendo la Prefazione (scritta da un uomo!), ma occorrerebbe poi vedere come la stessa si snoda nel discorso poetico.
    Ciao, e grazie del tuo contributo.
    Carmen

    "Mi piace"

  11. Ciao Dolù,
    ho gia ordinato il libro con IBS, penso che sarò senz'altro entusiasta di leggerlo … ne sono certa.
    I versi che hai riportato mi piacciono molto!!

    A Falconier … nell'ambito dello scatenarsi … allora dico che colui che urla è sordo (non cieco) … e non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire !!! Ahahahahah!!!

    Ciao Dolù, ciao Falconier
    Cristiana

    P.S.: Lo so che non ha attinenza al verso di Carmen (…da Griderei forte) … ma volevo scherzare con Fausto!!!

    "Mi piace"

  12. @Cristag . va benissimo hai ragione chi urla è il sordo, ma anche il cieco se vuol attirare l'attenzione (vedi i ciechi del Vangelo ).
    Ad ogni odo sono d'accordo su quanto hanno scritto tutti , la mia era una "bella " provocazione.

    "Mi piace"

  13. Buongiorno o buonanotte o quello che è, signore e signori. L'orologio del computer segna le 4,04, molto consolante per me. Vado a preparare il prossimo post, dopo dipingerò un po' uno dei cuscini che Giusy mi ha richiesto, il pranzo è già pronto in frigorifero, oggi niente pasta, purtroppo, ma mi vendicherò domani, domenica ruggente.
    Ho trovato nel surgelatore una porzione di ragù al nero d'Avola di mia creazione con pisellini ini ini e pezzetti di salsiccia che mi sbriga anche la giornata di domani, in questo modo potrò scatenarmi su una grande tela bianca, non vedo l'ora.
    Ora, dico io, prigioniere del silenzio è in parte ineluttabile: guai a noi se dicessimo tutto quello che pensiamo davvero, potremmo organizzarci con l'avvocato in giudizio, ma la libertà interiore e poetica vi sembra poco?
    E poi penso spesso ai vangeli, dove la Madonna parla pochissimo. Certo, sono stati scritti dai maschi e quelli erano i tempi, ma io non credo che lei sia stata proprio così. Avrà scherzato, accarezzato un gatto, desiderato un frutto. Hanno passato sotto silenzio la sua umanità spicciola.
    Omaccioni, ecco.
    Va bene, vi lascio, per il momento. Chiaretta, ti basta la mia più grande tenerezza e vicinanza per iniziare la giornata col sorriso? Di più non ho.
    A tutti coloro che soffrono in segreto pudore: vi voglio bene, sappiatelo, trattate questo blog come un'oasi, ci faremo forza e coraggio a vicenda.

    "Mi piace"

  14. Grazie a tutti gli amici della poesia, in primis la nostra ospite di questo salotto virtuale in cui ci si scambiano idee, un po' su tutto.
    Bella l'idea del sordo che non vuol sentire! si potrebbe dire anche "non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere" e se ci fosse un incontro a questa dimensione, chissà che spettacolo: si accenderebbero solo scintille. :-)))
    È vero che persino la Madonna non ha avuto voce, tranne quando ha detto quel "sì" al momento dell'Annunciazione e quella frase, così indicativa dello status della donna (che poi la Chiesa ha convalidato per secoli!): "«Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto»
    In molti casi, ancora oggi, non si è molto lontani da questo anacronismo!
    Meglio cambiare discorso: parliamo del tempo? Qui, oggi, dopo due gironi di freddo intenso e di neve, splende già il sole. Meglio riempire i polmoni di "aria pulita"!
    Buon week end a tutti.
    Grazie
    Carmen

    "Mi piace"

  15. Mimma, Carmen carissime, e carissime tutte,
    … umanità, fraternità vò cercando: l'oasi di quella interiorità, che è autentica spiritualità (che non è non solo quella dei preti e a dirlo era proprio un prete!) è la vera Poesia che deve albergare nel cuore di tutti e che in questo blog, come sicuramente in altri, abbonda o ridonda!
    Sapere che al di là dello schermo ci sono cuori e menti e coscienze che vivono e sentono e ricevono e trasmettono quella Poesia di sensibilità umana diventa confortante e confortevole per chi, nonostante tutto e tutti, continua a sentirsi un idealista anche se considerato come un boccalone o un perdente sul piano materiale.
    Quante anime elette priogioniere nel e del silenzio!
    Che sono una ricchezza. Per fortuna che esse esistono, e tantissime, alla facciaccia delle apparenze imposte dall'arroganza, prepotenza, superbia, protervia del nostro mondaccio di egoismo e di edonismo.
    E' proprio il caso di dirlo: nonostante Caino!
    Grazie, allora, grande come una montagna!

    Abele.

    "Mi piace"

  16. A te, Abele! Un grazie davvero grande per quello che dici, che pensi, che fai, che sei! e continuiamo a sperare… nonostante Caino, dici bene! Perché ancora ci sono per fortuna tanti Abele "risorti".
    Buona giornata,
    Carmen

    "Mi piace"

  17. Buongiorno Mimma. Che te lo dico affà, sono d'accordissimo con te. Mia madre non poteva proferire parola senza il consenso di mio padre. Io restavo basita e mi dicevo, già in tenera età: – Mai dovrà accadermi una cosa simile, arriverei ad accoltellare un marito così- 
    Bisogna mettere i paletti subito, cara Mimma, soprattutto prima del matrimonio. Dopo, potrebbe essere tardi. Se al bellimbusto non vanno bene le nostre regole, la porta è aperta, naturalmente solo per uscire.

    Ho già letto da Cristina le meraviglie di questo libro. Mi congratulo con l'autrice, mi ripropongo di acquistarlo appena possibile.
    Buon fine settimana a te, a tutti/e

    Ross

    "Mi piace"

  18. Piacere di ritrovarti anche di qua, Rossella. E spero che il libro non ti deluda.
    Ma devo dire che la frase che hai scritto così:
    "Se al bellimbusto non vanno bene le nostre regole, la porta è aperta, naturalmente solo per uscire.",  non la condivido.
    Io penso ad una effettiva parità tra uomo e donna, che quando ci si ama davvero, viene da sé. Io non imporrei mai regole ad alcuno, preferirei che le concordassimo insieme, è un modo sicuro perché siano rispettate.
    C'è tanta ricchezza nelle menti di ogni persona, uomini e donne, bambini e bambine, anziani e anziane. Bisogna solo farla emergere e scambiarla, con attenzione reciproca, autentica. Spesso invece, la maggior parte delle persone è centrata solo su di sé, l'empatia è un termine sconosciuto ai più, l'exotopia, non si sa neppure che possa esistere.
    Una giornata serena, a te,
    Carmen

    "Mi piace"

  19. Io non ci posso credere, com'è grande l'amore con il quale fai una cosa, ho finito i due cuscini tanto desiderati da Giusy, che sono venuti splendidi, lo dico da me. Sul primo ci sono rose rosa e sul secondo vioette, così stanno bene vicini, poichè nel frattempo è arrivato il sole li ho anche fotografati e poi ve li faccio vedere sul blog, come sono contenta. Ieri Giusy e suo marito sono venuti a prendersi il quadro e hanno visto il primo appena iniziato, il loro consenso mi ha dato una bella carica. E stamattina ho lavorato sui cuscini per qualche sette ore consecutive senza accorgermene. Quanto mi è piaciuto.
    Adesso ho riaperto il computer e trovo un colloquio vivissimo, che mi dà una grande gioia. Quanto siete belli. Una sola cosa voglio puntualizzare, Carmen, penso che Rossella volesse dire quello che hai affermato tu: mi pare logico che le regole si concordano insieme da subito, nella fase del corteggiamento, magari Rossella si è espressa duramente perché ha patito, e non parlo soltanto del fidanzato, ma di ogni rapporto: amicale, materno e di parentela o semplice conoscenza. È immediatamente che ci si accorda per il comportamento da usare, io nelle mie classi lo facevo il primo giorno di scuola. Anche coi figli l'educazione inizia da subito appena ragionano, e vi assicuro che i bambini sono astuti e si giocano gli adulti sul palmo delle mani proprio come facevo io a quell'età. Ve ne racconto una: mi vedo sdraiata sul letto circondata da cuscini per non farmi cadere, la stanza è piccola, ma piena di luce. La mamma e le zie chiacchierano animatamente con grande armonia. Non ricordo se ci fosse anche il papà, ma la frase che segue potrebbe essere sua: <Sorride: vede gli angeli>.
    Ora ero piccolissima, tanto da dormire circondata coi cuscini, eppure non solo ho capito perfettamente la lingua, ma ho incominciato a sorridere premeditatamente per fare credere a quegli scemi che vedevo gli angeli.
    Già, all'epoca ero furba. Peccato che crescendo mi sono guastata.
    E voglio finire con quello che mi pare un pensiero mimmiano importante: non solo accettare, che è poco, ma anche amare la diversità.

    "Mi piace"

  20. PS: Però per diversità non intendo che a qualcuno sia concesso scrivere volgarità nei commenti: sarà cancellato appena me ne accorgo, e tenete presente che controllo questo blog di giorno perché sono sveglia e di notte perché ho l'insonnia.
    Quella non è diversità e non sarà tollerata.

    "Mi piace"

  21. Mimma carissima, forse mi sono espressa male. Per "nostre regole" intendevo: rivendicare il diritto alla parola! Era collegata, questa dichiarazione, a quanto detto precedentemente. Mia madre non aveva diritto alla parola. Volevo avallare, non disapprovare, quanto hai scritto all'inizio del post.
    Bacio

    "Mi piace"

  22. Mi piacciono i versi di Carmen così nudi a rispecchiare sensazioni femminili universali. Forse ci vorranno molte generazioni prima che tra uomini e donne si stabiliscano rapporti più equilibrati di comprensione e amorevolezza. Forse le mie sono solo parole, mentre i fatti crudi ci mostrano  che spesso tutto si riduce a lotta per la supremazia e che quasi sempre a soccombere è la donna.
    Un po' confusa (o molto?) su questo argomento (come su tanti altri )
    Buona domenica di pittura e poesia, cara Mimma
    e complimenti a Carmen

    franca

    "Mi piace"

  23. Buonasera, baldi giovani, tutto bene? Oh, perbacco. Rossella, era stata Carmen, non io a fraintendere, comunque ormai tutto è chiaro. Abele, su questo blog sei sempre il benvenuto, ma non è tanto stupefacente che un gruppetto di amiche si voglia sinceramente bene, io dico che è questa la normalità. Sono stanca, ragazzi, sono uscita e ho camminato, ciò è drammatico per i miei arti inferiori. Mah. Perdonatemi se non vi chiamo ad uno ad uno, lo sapete che vi voglio bene, farò meglio domani…forse.

    "Mi piace"

  24. Poesie bellissime e rispecchianti in modo chiaro e schiacciante la verità…
    Che vogliono 'sti maschietti? Perr capire, apprezzare le donne dovrebbero frequentare un'università, fatta solo per loro, quella della sensibilità:-)

    Buongiorno.
    Ti piacciono i mercatini di Natale?
    Qui ce ne sono tanti ed in particolare mi piacciono quelli di Levico Terme, Bolzano e Merano, ma anche quello di Trento.:-)

    "Mi piace"

  25. Sì, sì, mi piacciono tanto i mercatini e non solo a Natale, anche quelli dei giorni feriali. In questo momento indosso un delizioso pullover del mercato un po' vecchiotto, ormai, ma ha fatto la sua figura. Mi piace pasticciare con l'abbigliamento, è un'altra delle mie vocazioni strane.
    Vi auguro tanti bei libri di buona poesia come questa di Carmen e la mia. Lascio la rima baciata, tanto è venuta da sola.

    "Mi piace"

  26. Adoro le poesie che vanno dritto al cuore e queste di Carmen sono pulite e pregne di significato. Il verso della solitudine che non delude come compagna dei giorni è profondamente vero.
    Tante congratulazioni all'autrice di questa raccolta.
    Comunque in riguardo al comportamento degli uomini, non sono tutti così, mio padre era eccezionale: mia madre aveva un ruolo non di ascolto e di sottomissione, lei aveva voce.

    un caro saluto
    annamaria

    "Mi piace"

  27. Ma certo che gli uomini non sono tutti così, ci mancherebbe pure! E le donne non sono tutte fragili donzelle sottomesse, magari chiuse nel gineceo. La prigionia di cui parla Carmen è molto più sottile e va ben oltre i casi limite, che tuttavia ci sono e comprendono umiliazioni e percosse.

    "Mi piace"

  28. Rossella:
    scusa se ho inteso male la tua frase, ma in ogni caso mi è servita per precisare il mio pensiero, in merito ai rapporti uomo-donna; spero che se leggerai il libro, vorrai poi farmi sapere cosa ne pensi di come ho sviluppato il tema nelle e con le poesie, complessivamente. Grazie.
    Franca:
    Grazie del tuo apprezzamento, ci terrei anche a un tuo giudizio, se avrai opportunità di leggere le mie poesie; conosco le tue, e so che sei molto brava. Hai ragione quando dici che spesso i rapporti uomini -donne si riducono a una lotta per la supremazia; aggiungo che forse sono insieme causa e  conseguenza di questo erroneo modo di comportarsi. Ed è vero che in generale è la donna a soccombere, ma nei singoli casi specifici ci sono anche situazioni di predominanza femminile; ciò non cambia i termini della questione, perché sempre di soprusi o sfruttamento del più debole, si tratta.
    baronerosso1:
    in fatto di sensibilità e di educazione sentimentale ci sarebbe molto da fare sin dall'infanzia, per entrambi i sessi; sarebbe bello coltivare quella che H. Gardner chiama l'intelligenza relazionale!
    Isabel49:
    grazie del tuo apprezzamento; concordo assolutamente con te sul fatto che ci sono molti, o comunque ci sono, uomini che sono importanti per noi donne; credo che in questi casi ci sia vera condivisione nelle scelte, nelle decisioni, e vero scambio a tutti i livelli.
    Mimma,
    grazie ancora della tua ospitalità in questo tuo spazio.
    Un abbraccio a tutti/tutte
    Carmen

    "Mi piace"

  29. Sì, Carmen, un dialogo bellissimo, ci si percepisce grande armonia. Del resto, è partito dal tuo libro, che è armoniosamente scritto. Un augurio affettuoso che tu ne abbia tante soddisfazioni come meriti.

    "Mi piace"

  30. Già, Letizia. Mai nessuno. Purtroppo queste parole, prima o poi, valgono per ognuno di noi.
    Paola, è vero, ci riconosciamo nel dolore altrui come in uno specchio. Quanto è grande l'essere umano col suo coraggio di vita.

    "Mi piace"

  31. Ringrazio anche Letizia e Paolam, e ancora tanto Mimma, lasciando a tutti un saluto. La vita ora mi porta altrove, ma appena mi sarà possibile continuerò il dialogo con chi vorrà.
    Auguri per un sereno Natale e ottimo Nuovo Anno, a tutti i poeti e a tutti i lettori di questo simpatico blog "mimmiano". Un sorriso a tutti/e.
    Carmen

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...