Mamma e figlia

 

 

amore

 

Tutti diciamo mamma
nel bisogno
e inghiottiamo il groppo.

Lei ci ha dato il latte,
ci guardava
e ci ha insegnato a correre
sul prato di verde e di terra.


vita

Era il cibo, la casa
e la libertà.

 

libertà

Hai lasciato sorrisi di carta
dove sei e non sei
ed un buco nero di nostalgia.

                                        Domenica Luise

                                 (Fotografie di Augusto Chiesa)

 

 

Annunci

33 pensieri su “Mamma e figlia

  1. Deliziosa e tenera poesia, delicato omaggio alla creatura più importante, colei che da la vita. Quel buco nero prende e porta tanta malinconia, sapessi io…
    Buon inizio settimana, ti lascio un abbraccio.
    Annamaria

    Mi piace

  2. Parti da un rapporto naturale come quello esistente tra madre e figlio, e arrivi all’elaborazione del ricordo, sorrisi di carta, ingiallita dal tempo, quasi un dagherrotipo della memoria…
    il vuoto non si colma mai, è un vuoto in cui si rincorrono scene, orizzonti, sentimenti, che non appartengono più al nostro presente, e la tristezza vi si annida.
    un abbraccio tenero e comprensivo.
    cri

    Mi piace

  3. Sì Mimma, sorrisi di carta ripresi magari in una vecchia foto, ma dentro aprono ali d’amore nel ricordo, poesia di struggente malinconia…e rimpianto…
    un abbraccio sincero e affettuoso a ricordarti che siamo molti ad amarti.
    francesca

    Mi piace

  4. Anch’io vi abbraccio, sì, lo so che qualcuno mi vuole bene sia da vicino che in rete e ciò mi aiuta continuamente, siete un’iniezione energizzante, la bibita rinfrescante e la carezza di cui ho bisogno specialmente quando mi impegno a fare la ruota, per la quale occorre una certa convinzione.

    Mi piace

  5. Una mancanza o meglio una mutilazione, fummo del resto un unico essere. Struggenti gli ultimi tre versi e in quel buco nero prima poi saremo tutti. Forse è il miraggio di una profondità che finisce ad accompagnarci nell’oltre, il pensare che ritroveremo.
    Grazie, carissima amica, ti abbraccio fortissimo.
    Flavia

    Mi piace

  6. Ho appena postato una poesia su me e mio padre, passo da te e trovo questa tua… Rapporti, coi genitori, spesso controversi ma sempre e comunque indissolubili. Rapporti d’amore ineguagliabili. E quel buco nero che resta, con l’assenza. Molto belli, Mimmina, sia i versi che le foto. Un abbraccio.

    Mi piace

  7. Mi sono svegliata anche stanotte, mi sono alzata e ho già farneticato sui blog di Ghost e Cristina Bove, ho scritto una poesia e adesso vengo a delirare anche qui da me stessa medesima.
    Flavia, mi commuove trovare sempre i tuoi interventi, sei una bella creatura e quel buco nero, ne sono certa, si manifesterà come il rovescio della luce, una semplice benda dei nostri occhi terreni inadeguati alla visione.
    Francesca, certi groppi fanno male soltanto apparentemente perché in realtà sono prese di coscienza amorose e l’amore è sempre cosa buona.
    Rita, non mi stupisco che tu ed io, separatamente, abbiamo pubblicato su un argomento simile, con Cristina è avvenuto più volte, si tratta di sintonia.
    Adesso vengo a farneticare pure da te.
    Vi mando il bacio del buongiorno.

    Mi piace

  8. Buongiorno, care, grazie. La vostra vicinanza sta diventando corroborante ogni giorno di più per me. Mettere insieme il nostro vissuto oppure divertirci con una favola giocosa, scambiare una ricetta: che meraviglia. Piccole cose semplici e amate, indispensabile peperoncino della vita.

    Mi piace

  9. Sono fortunata, mi basta comporre un numero e risponde, la mia mamma…
    che meraviglia una dolcezza infinita questa tua.

    E’ l’abbraccio materno
    quando soffia quel vento
    che sa di carezza
    di baci
    d’amore.

    Un sorriso di sole
    Chiara

    Mi piace

  10. Grazie Mimma, io penso lo stesso di te e mi sorprende ancora una volta come tu riesca ad “esprimermi” dove sento e non riesco, a trovare sempre “le parole per dirlo”.
    Un abbraccio stretto e vicinissimo
    tua Flavia

    Mi piace

  11. Flavia, in poesia io non mi sorprendo più di niente, è un fiume nel quale scorriamo, io e te siamo due gocce sorelle. Ci bagniamo viccine e, rimanendo Mimma e Flavia, ci fondiamo comunque: è la sintonia.
    Devo dire che siete una bella onda pulita.

    Mi piace

  12. Questa non riesco a commentarla se non con due versi di una poesia dedicata alla mia mamma
    ” se un giorno tu tornassi… e ti riappropriassi di me / con un sorriso…”
    perché sento profondamente che solo da lei ho avuto un amore assolutamente gratuito e, per merito suo, ho imparato ad amare
    un abbraccio
    franca

    Mi piace

  13. Cara Franca, l’ho immaginato anch’io. Belli i tuoi versi. Mia sorella Iole, ogni tanto, la sogna e poi se ne ricorda, io no. Certe volte penso che ci vuole troppo coraggio.

    Mi piace

  14. Non oso pensare al vuoto che tu chiami buco nero. Mi vengono i brividi solo a immaginarlo. Perciò, cara Mimma, ti lascio più di un segno del mio passaggio. La mia stima, la mia ammirazione, il mio affetto, rossella

    Mi piace

  15. Sì, Rossella, è proprio un buco nero. Tuttavia in fondo ad ogni tenebra c’è un addensamento di luce interna: ci arriveremo.
    Grazie ed un bacio.

    Mi piace

  16. bella bella!
    la tua parola che fra le immagini respira o porta respiro
    pure nella intensa nostalgia che la pervade.

    mi colpisce molto quel groppo e il buco nero, ma si percepisce intenso il profumo di madre.

    (le foto poi!)
    un abbraccio ciao.

    grazie del tuo sfogo, mi ha fatto sorridere moltissimo, anzi mi ha messo di buon umore, rasserenata in pieno, riposata anzi. Ti ringrazio moltissimo per tutti i versi (i tuoi bellissimi e l’affetto non invadente che sento molto avvolgente)
    ciao

    Mi piace

  17. Stanotte all’una mi sono svegliata e ho trafficato un po’, avevo anche scritto un commento a questi ultimi due interventi, ma invece di postarlo l’ho chiuso sonnecchiando, così lo riscrivo.
    Caro utente anonimo, hai dimenticato di firmare, chi sei?
    Dolce Ghost, hai preso molto bene il mio delirante intervento notturno sul tuo blog, ah, ah, ah, di notte, quando mi sveglio e giro su internet, divento pericolosa, esce tutta la verità con minor controllo che di giorno, quando tuttavia mi esce lo stesso da tutti i pori.
    Ah, ah, ah, chi mi vuole mi piglia e gli altri vadano a prendere aria, si fa per dire, se siete più felici senza di me io non vi lego nemmeno con un filo di seta. Ecco.
    Ghost, vedo che percepisci bene il mio modo di amare: non sono invadente, hai ragione, non lo sopporto su di me e non lo faccio agli altri, nemmeno alle personalità deboli. L’altro va promosso, non piegato alla nostra presunta personalità. Forse era per questo che gli alunni mi volevano bene: non si sentivano oppressi.
    Va bene, sta diventando un vizio, adesso sproloquio pure di giorno quanto di notte. Tanto chi mi vuole mi piglia lo stesso, sono qui in offerta speciale, prendi tutto il blog e non paghi niente, però non puoi copiare niente o ruggisco.

    Mi piace

  18. Non ho che lei nel tabernacolo di casa. Non mi porse lo scudo quando partii, ma una fronda per salutare al mio ritorno.
    …le cose che dici sono già mamma.
    Ciao

    Mi piace

  19. Ascoltami e dimmi.

    Tu che mi dicevi…sei!
    se, come dicono, senti
    ascolta – mamma – questa storia
    Le mie paure d’un tempo
    le ho conservate tutte
    ricoperte di carta colorata
    legate strette a parole forti, dure
    per far capire di che pasta sono
    e mi sono messo a camminare.
    Ho girato quei posti
    giù nell’anima
    che lasciano soli
    salito le scale – poche – dell’esserci
    in qualche modo
    e sono caduto in ginocchio
    quando non ho saputo
    dire a mio figlio
    dove sono stato e dove vado.
    Mamma, dimmi ancora una volta
    che uomo sono?

    Mi piace

  20. Bruno, sei l’uomo del passato, del presente e del futuro, l’uomo terreno pieno di perché, di come e di non so. Creatura amata da Dio. Ed è questo che mi lascia tranquilla in ogni onda anomala: il granello di senape di fede.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...