Ineluttabilità

mimma e cristina sull

 

Un brodo primordiale di dolore
assetato
dove soltanto i giullari
nuotano a proprio agio
o quasi giocando.

Porto il mio abito a campanellini
metà notte e metà giorno
freddo e tepore, morte
e vita. Ai piedi difformi
scarpette da ballo
per scalare le pietre.

Così vado senza i mezzi giusti
(perché si deve)
a respirare l’acqua.

E non sono né triste né infelice
e nemmeno incosciente:
goccia
caduta ora
evaporata
e ricaduta.

Atto gioioso.
 

                                     Domenica Luise (Mimma)

                                          (Fotografia di Cristina Bove)

Annunci

24 pensieri su “Ineluttabilità

  1. che bella poesia!…soffusa di nostalgia di stelle, di voci, di danze, di un’esistenza nota eppure ancora da raggiungere.è bellissima la chiusa con quel cadere di goccia e di verso…
    “non sono triste nè infelice – e nemmeno incosciente”.
    direbbe il Buddha: essere al centro, il perfetto luogo del Sé .
    “atto gioioso”, infine, in cui l’anima semplicemente È.

    Mi piace

  2. Sempre un po’ misteriose per me le tue poesie, sai trarre il meglio di te da quel punto più profondo che è la tua anima e mostrarlo con gioia e semplicità… piacevolmente stupìta dal tuo poetare molto speciale.. Ciao, Wilma

    Mi piace

  3. Così vado senza i mezzi giusti
    ( perché si deve )
    a respirare l’acqua.

    Mia portatrice d’acqua,
    i mezzi giusti ce li hai
    per comunicare il tuo essere
    in equilibrio perfetto
    con la natura e la naturalità.

    Ti abbraccio.

    Mi piace

  4. Grazie, mie care, non mi sono fatta viva prima perché la bufera mi ha fatto scattare il salvavita ed ero senza luce, poi dopo pranzo ho fatto un pisolino e adesso mi sento energica, ottimista e acquosa come il tempo.

    Mi piace

  5. mimma sto commentando con la gatta in braccio, è fissata non mi molla. La tua poesia: la quintessenza della filosofia mimmiana e un po’ condizione di tutti gli esseri umani consapevoli, gli altri, compresa io, ci arrivano piano piano. Dacci il tempo di diventare belli come te, un abbraccio.
    Angela

    Mi piace

  6. Mimma eccomi a tuffarmi nelle tue gocce sapienti di vita “ineluttabilità” il suo procedere che tu sai cogliere perfettamente senza mai farlo pesare troppo a chi legge. Il tuo sorriso s’infila come un giullare per far sopportare meglio il dolore. Porzione che la vita non nega mai a nessuno.
    Questa strofa è bellissima e danzante come tu sai fare ed io me ne sono innamorata.

    Porto il mio abito a campanellini

    metà notte e metà giorno

    freddo e tepore, morte

    e vita. Ai piedi difformi

    scarpette da ballo

    per scalare le pietre.

    Poesia tutta stupenda, ma
    l’immagine dell’abito a campanellini è molto bella, un suono che fuoriesce ad ogni movenza ad ogni nostra azione, come una voce, un canto da dare agli altri.
    Mi piace molto questo tuo scavare nell’esistenza mettendo sempre il lato felice e quello meno.
    Una medaglia di sensazioni che tutti riusciamo ad indossare.

    Bravissima Mimma, ti abbraccio e mi scaldo un po’…
    stasera qua fa tanto freddo…brrr

    Mi piace

  7. E’ bellissimo come, in una poesia, ognuno metta in evidenza quello che più lo prende. Talora chiarite quello che ho scritto anche a me stessa, avviene raramente, per la verità, ma quando succede è stupefacente. Basta abbandonarsi alla propria sensibilità poetica, a quell’intuito interiore che ci permette, appunto, di vedere dentro le parole.

    Mi piace

  8. E’ vero Mimma, a volte gli altri ci svelano quello che spontaneamente è uscito dal nostra anima.
    Ed è molto bello sentire questa comunione di pensiero.
    Buon Venerdì e un abbraccio

    Mi piace

  9. Innanzitutto complimenti per essere riuscita a riportare nel tuo blog tutti questi festosi colori, che sono atto gioioso come la tua poesia

    “E non sono né triste né infelice

    e nemmeno incosciente:

    goccia

    caduta ora

    evaporata

    e ricaduta.”
    Continue trasformazioni in seno alla natura, natura nella natura
    bel sentire
    franca

    Mi piace

  10. bellissima questa Mimma campanellino
    mi piace molto.
    (avrà pure i piedi difformi, ma il suo ballo nei versi è coinvolgente
    e le dita sono come i rami sottili carichi di quelle gocce d’acqua
    che riversa nelle poesie

    il cuore, beh, il cuore è “atto gioioso” che mi piace tantissimo

    ciao

    Mi piace

  11. Poffarmimminabella anzi bellissima, è arrivata Fantasmina, venuta fuori dal suo rifugio o dalla pentola magica dove cela i suoi segreti aurei, eh, eh. Sembra il forziere aperto della poesia. Sto cercando di farmi piacere il tuo nuovo avatar, appena mi abituerò con che cosa lo cambi? Suggerisco un’aquila a volo, una tigre albina, un papavero gigante, un diadema lucente oppure un cardo giallo. Non spero nel cappellino bianco e nel tuo sorriso spampanato. Ciao, piccola, e grazie. Quasi quasi cambio anch’io il mio avatar e ci metto un’inferriata.

    Mi piace

  12. Come ti rispecchia questa bella poesia 🙂
    Forse non hai mezzi giusti ma certamente li hai saputi usare al meglio 🙂
    perfetta e bellissima anche la foto di cri.
    Mi piace molto questa Mimma ineluttabile 🙂
    altro abbraccio ancora più grande.
    o.

    Mi piace

  13. E’ tra gioia e dolore , metà notte e metà giorno ,che vai con passo di danza ,ballerina,senza i mezzi giusti(scarpette inadeguate,come le mie?);toccanti figure, autoritratto del tuo essere: sai trasformare le tue angosce in un atto gioioso,in sorriso. Parole esemplari ,in versi esemplari.
    Ti abbraccio, mimma.

    nunù

    Mi piace

  14. Eh, eh, care sorelle, grazie dell’incoraggiamento e dell’affetto. Nunzia, ma che bell’avatar nuovo stai sfoggiando. Io, invece, ho deciso che se Ghost non toglie lo scatolino ci metto un’inferriata al posto del sorriso ammaliante ( o quasi ).

    Mi piace

  15. Finalmente sono riuscita a stare un pò tranquilla nel tuo blog, la poesia l’ho letta, ora la devo elaborare mentalmente, domani la commento, lo sai, ho bisogno di tempo per farlo.
    Una notte serena. Rita

    Mi piace

  16. Così vado senza mezzi giusti
    (perchè si deve)
    a respirare l’acqua.
    Bellissimo questo pezzo, a respirare l’acqua, sembra di sentire la freschezza sul viso e l’odore del pulito.
    Buona notte, Rita

    Mi piace

  17. Grazie, Rita, sei sempre cara. Buongiorno a tuttiiiiii!!!! Oggi c’è la tempesta equatoriale con vento, freddo e dluvio. Lo dicevo io che sentivo rumoreggiare un po’ troppo tutt’intorno alle quattro, quando mi sono svegliata. Meglio chiudere questo computer, un abbraccio mimmiano a tutti. Ci risentiamo quando la bufera si calma.

    Mi piace

  18. Sono rimasta sola, abbiamo mangiato bene, abbiamo parlato degli amici del Club e ora mi sono riletta la tua poesia.
    Mi ha fatto pensare a una ricerca di equilibrio, il mio naturalmente, molto bella Mimma. Buona notte, Rita

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...