Compleanno di Domenica Luise, detta Mimma

Violette blog

Il tempo, il come e il dove (lo spazio) hanno una specie di infinito nel quale procedono.
Ma quando avviene l’inizio del tempo, e c’è mai stato?
Io sono nata il 18 febbraio del secolo scorso, da allora ho preso sempre più (o meno) coscienza e adesso sono anzianotta, c’è stato un inizio, la nascita, e si avvicina una fine prossima, ma il tempo totale quando è iniziato? E se non è iniziato è un assoluto in sè? Ed è circolare oppure retto, che non finisce mai davanti a sè o non finisce mai nemmeno dietro di sè? Oppure è sferico?
E come tutto ciò è avvenuto, chi è stato? L’universo sembra avere un’intelligenza matematica, anzi molte intelligenze matematiche interagenti complicatissime, che sono fondamentalmente semplici, o almeno così intuisco confusamente guardando più dentro che fuori di me. Perché fuori vedo tanti puntini luminosi, la luna e il sole, al massimo una cometa che va e torna a tempo stabilito: troppo poco per la mia sete di verità.
Il big bang non è una causa, ma l’effetto di qualche altra causa ignota. Se io faccio un minestrone è vero che ho tagliato le verdure e cucinato un piatto da portare in tavola, ma prima ho dovuto raccogliere la lattuga e i piselli nell’orto e prima c’erano i semi e prima ancora altre verdura e così via risalendo.
Qual è la causa prima, l’origine, la Verdura a lettera maiuscola, l’incontro armonico di fede e scienza con l’evoluzione sacra della natura? Per me si sono ammazzati vanamente, religiosi e scienziati, sulla teoria dell’evoluzione: non ci vedo contrasto e non ne ho mai visto, soltanto che la vita procede stranamente. È l’avverbio corretto per il pensiero che mi gira sempre nella testa.
E si tratta di una creazione colossale di un Dio incontenibile, che va fuori di sè per amore e gioia, oppure la natura mutevole e caduca può essere essa stessa un Dio in sè, storto e bello? Ecco tutti i panteismi e i monismi: ognuno crede come si sente secondo abitudini, tradizioni, esperienze di vita e nessuno può ridere dell’altro, non si fa tra persone civili.
Sappiamo così poco da essere nulla e finora i più grandi geni e studiosi hanno capito l’effetto di un effetto.  La fede, certo, va oltre, ma poi si disperde in mille e una credenze tutte diverse, che si avvicinano tanto al formalismo superstizioso.                                                   Le reliquie, i capelli di questa o quella santa, il dente di quell’altro santo, le case trasportate dagli angeli e le schegge della croce di Gesù: per me è tutto secondario perché i veri adoratori adoreranno Dio in spirito e verità (Giovanni, 4-24)  più che nei luoghi di culto, in chiesa o nella sinagoga.
Dio è amore per tutti, anche per i non credenti. Ognuno segua la sua fede o non fede, abbia pure fiducia nelle visioni e nei miracoli, ma non perda di vista l’amore, che è l’unica verità.Siamo tutti liberi e degni di rispetto, cattolici o maomettani o pagani.
Restiamo stupiti dinanzi al mistero ignoto dentro e intorno a noi, che la più alta poesia e la più grande conoscenza scientifica, fisica e matematica riescono appena a balbettare.

Domenica Luise

(Fotografia di Domenica Luise)

Annunci

16 thoughts on “Compleanno di Domenica Luise, detta Mimma

  1. Innanzitutto: Auguri di cuore, buon compleanno, cara Mimma!

    In quanto al tuo quesito, da sempre ci si chiede se sia nato prima l’uovo o la gallina. E’ veramente un mistero! La gallina nasce dall’uovo, ma l’uovo è prodotto dalla gallina, quale dei due sarà mai arrivato prima? Forse l’uovo era di un altro animale e c’è stata un’evoluzione, chissà!
    Un abbraccione!

    Liked by 1 persona

  2. “Restiamo stupiti dinanzi al mistero ignoto dentro e intorno a noi, che la più alta poesia e la più grande conoscenza scientifica, fisica e matematica riescono appena a balbettare.”

    Bello festeggiare il proprio compleanno dedicandosi alla meditazione e donando le proprie domande e risposte a chi vuole ascoltare.
    BUON COMPLEANNO MIMMA!
    Franca

    Liked by 1 persona

    • In verità, cara Franca, il compleanno è stata la scusa per il titolo, era il contenuto che mi interessava. Quelli che vogliono ascoltare gli altri, comunque, sono davvero pochi, in realtà solitamente ascoltiamo noi stessi facendo del prossimo un’occasione di comodo. Questo, inevitabilmente, porta a crepacci di solitudine reciproca. Guardo lo squallore a cui si sono ridotti certi matrimoni o amicizie o quello che è, guardo la politica, ma davvero siamo fatti così e osiamo il nome di esseri umani ragionevoli?

      Liked by 1 persona

  3. Ciao Mimma, tanti e tanti auguri
    mi piace molto questo tuo chiedersi come e dove o perchè. Tutto infinito nella domanda del sapere quale verità, quale il giusto il vero. L’origine è ciò che abbiamo coscienza: studiato, ascoltato, fatto nostro, che sia di religione o di scienza, chissà? L’importante è esserci e vivere al meglio con il nostro sapere e cercare sempre tra le pieghe di questo vivere un senso di verità.
    Un abbraccio
    Chiara

    Ps: spero che la tua salute sia migliorata, un mio zio dice sempre:- resistere, resistere!!!

    Liked by 1 persona

    • E cos’altro vuoi che dica quel tuo zio, poveretto? Resistere è l’unica cosa che possiamo fare e l’ultima che diciamo. In quanto alla verità sta nell’amore, senza amore non c’è nulla. Io, come criterio di discernimento, ne uso uno semplice: chi ama scusa tutto, chi non ama accusa di tutto, ma se malgrado i nostri stress e malanni restiamo insieme a sopportarci vuol dire che l’amore c’è e non deve essere sprecato. Credo che nell’altra vita conosceremo ogni verità assoluta, qui dobbiamo accontentarci delle supposizioni e di molti errori. La mia salute va male a causa dell’eccessiva umidità continuata, che non mi permette di riprendermi, mi servirebbe un tempo secco. Abbiamo le zanzare anche in inverno e animali strani mangiano le mie rose. Tuttavia poteva anche andare peggio e tu mi capisci, altri sono morti per molto meno di quello che è toccato a me. Ricambio l’abbraccio.

      Liked by 1 persona

  4. Tantissimi auguri, Mimma!

    Ci sono domande che non contemplano risposta, ma la cosa bella, se non stupefacente, è riuscire sempre a porsele quelle domande. E’ la sete di sapere, conoscere, capire davanti allo stupore del Creato che ci permette di essere vivi. Anche con risposte che sappiamo mai certe. Fai bene ad invocare l’amore, che stiamo perdendo davvero di vista.
    Auguroni,
    Marirò

    Mi piace

  5. Cara Domenica Luise, mi perdoni? Ho tralasciato ultimamente di leggere la posta mail, così mi è sfuggito il giorno del tuo compleanno. Che vergogna cara amica, io però gli auguri desidero farteli lo stesso. Un augurio per giorni sereni, di gioia, di tranquilità. Un augurio con pensieri colorati, i colori dei sogni, e poi visioni di bedllezza, di quadri , di paesaggi. Tutto quello che desideri Cara. Ti abbraccio

    Mi piace

  6. Qualche giorno in ritardo i miei più cari auguri di Buon compleanno, Mimma! Sorry, e complimenti per il tuo bellissimo testo sulla ricerca del mistero della Vita. Non fa una grinza! Ciao Giovanna Giordani

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...