Preghiera per la donna

Mimosa 2

Al Dio segreto nel nostro
profondo più profondo: io ti ringrazio
per avere inventato la donna
così romantica, talora perfino ingenua
capace di illudersi dopo ogni delusione
di perdonare l’imperdonabile
e sperare malgrado tutto. Noi
abbiamo bisogno degli uomini, anch’essi
invenzione ed evoluzione divine, ma
li vorremmo a nostro modo. Anch’essi
vorrebbero le donne a modo loro
senza mimosa per forza o mettiamo il muso
ed ogni giorno c’è una buona ragione per litigare
tu sei taccagno e tu sprechi i soldi
tu sei sempre arrabbiato e tu sei una lagna continua
e le bugie…il cappotto della boutique
che diventa uno scarto del mercato
o altrimenti succede la scenata e per oggi
che è l’otto marzo
il cesto di rose gialle striate di rosso alla segretaria
così bella, garbata, mai assente
e alla moglie una sbuffata e un rametto
se c’è
comprato alla bancarella.

Pranzo di gala, è festa, e quanti silenzi
stanchezze dimenticanze. Non sono cose importanti.
Domani si ricomincia. C’è di peggio
dopotutto non ci siamo ancora ammazzati, i telegiornali
sono una vergogna
e quale civiltà? Dove sei
o Dio ignoto d’amore ignoto?

Domenica Luise

(Fotografia di Domenica Luise)

Pubblicità

27 pensieri su “Preghiera per la donna

  1. Sempre profonda, tu, e capace, nel tempo di una poesia, di raccontare la storia di tutti e di ognuno porgendoci con grazia un momento di bellezza da ammirare e su cui riflettere.
    Ciò detto, mimosa sì-mimosa no… quest’anno ho pensato di comprarmi da me, con 2 giorni di anticipo, la mia bella mimosa. Togliendo mio marito dall’imbarazzo di non sapere come gestire le mie lune (a volte l’ho gradita a volte no in quanto “banale e consumistica”). Chissà che non stia diventando saggia :-))
    Un abbraccio e buon 8 marzo, carissima

    "Mi piace"

    • Ti prego, cara Rosa Velata, non diventarmi troppo saggia…ah, ah, ah. I poeti cambiano idea tra ora e poco dopo, i saggi e i filosofi no. I poeti sono opali variegati, i saggi e i filosofi sono pietre limpide, senza sorprese dentro. I poeti sono rose con lo stelo pieno di spine, i saggi e i filosofi sono garofani. I poeti sono distratti, i saggi e i filosofi sempre razionali. I poeti cercano sempre, i saggi e i filosofi hanno trovato. Non diventare saggia, Rosa Velata, resta pure velata e segreta, ma non diventare saggia. Prendila come una poesia dedicata a te. Un
      bacio poetico, confusionario, arrabbiato, dolce e sempre mimmiano.

      Piace a 1 persona

  2. Mmmh.. qui ci vedo un po’ di tristezza.. la convivenza non è semplice, ma come potremmo fare a meno l’uno dell’altro? Così diversi, così importanti l’uno all’altro. Senza uomini, che mondo sarebbe..? 😉

    "Mi piace"

    • Per carità, eliminare gli uomini, è capitata raramente un’avvelenatrice matta mentre si stanno moltiplicando gli aggressori maschi (NON uomini) che ammazzano mogli, compagne e povere prostitute. Comunque oramai abbiamo persino le madri che ammazzano i figli, per passare alla sponda “femmine” (NON donne). Vergogna. Guardo la vita moderna intorno a me e vedo il peggioramento da quand’ero ragazza. Poco è migliorato e quel poco non mi convince. Fai bene a vedere tristezza (sei gentile a dire un po’) in questa poesia, in realtà sono profondamente delusa dalla quasi totalità degli esseri umani con i quali ho avuto a che fare, è quel “quasi” che li salva. Le persone meravigliose ci sono sempre, hanno i difettucci, ma sono sincere.

      "Mi piace"

      • Sì, anch’io ho l’impressione che qualcosa sia peggiorato, ma siamo sicuri che sia così..? A volte mi chiedo se non sia anche colpa dei mezzi di informazione, che danno molto spazio (troppo) alle notizie negative, al macabro, ai dettagli.. e soprattutto creano un alone grigio di sfiducia, paura, malessere.. Io stessa ho vissuto sulla mia pelle la brutta esperienza di un mezzo stalking (dico mezzo perchè per fortuna non ha avuto risvolti pesanti) che psicologicamente mi ha condizionata per anni, però nonostante questo, e nonostante le inevitabili delusioni amo ancora gli uomini (non i “maschi”, come giustamente distingui tu), il loro modo di pensare, di approcciarsi alle cose, di vedere la vita, i loro consigli, la loro praticità.. mi semplificano la vita! 😉

        "Mi piace"

        • È vero quanto dici, ma da internet in poi tutto è amplificato. Mi ricordo bene come vivevamo prima dei telefonini e dei computer, c’era senz’altro più famiglia.
          Adesso le mentalità più fragili sono assorbite oltre misura dai vari Facebook, twitter e simili. Uomini e donne sono complementari, ma ognuno dei due sessi ha i suoi limiti: ciò che a me sembra ovvio per loro non lo è e viceversa. Un abbraccio.

          Piace a 1 persona

  3. Non so se peggio ora o meglio ieri.
    Certo che questa TV a volte fa impazzire.
    Noi donne, come dici bene tu, siamo petulanti, piagnucolone e quant’ altro.
    Sappiamo amare ed è questo che conta,
    sappiamo ridere ed essere ironiche
    sappiamo donarci donando tutto
    a volte anche troppo. Siamo madri e anche padri, amanti e amiche.
    Ogni giorno donne, da capire, forse ma donne da rispettare sempre.
    Un abbraccio carissima Mimma buona festa
    ogni giorno con allegria, simpatia, gioia e anche tristezza e spero poco dolore.
    Chiara

    "Mi piace"

    • Il minor dolore possibile, cara Chiara, visto che su questa terra non si può mai eliminare del tutto! Nei giorni scorsi, per esempio, mi hanno estratto un molare del giudizio, risultato: due punti e alcuni giorni fuori uso. Certo che fai un bel quadro dei meriti femminili: sappiamo amare.
      È vero: a modo nostro, s’intende.
      Ciao: un grande abbraccio.

      "Mi piace"

  4. Di solito si pongono domande quando si è stanchi di cercare risposte… eppure la stanchezza è quantomai preziosa per l’essere umano: aiuta alla consapevolezza dei propri limiti.
    Senza di essa l’essere umano, che già di per sé tende all’arroganza, diverrebbe disumanizzato e, soprattutto, lontano da parvenza d’immagine e somiglianza con la Conoscenza più preziosa.
    Dove sta quel Dio? Non lontano dai luoghi di dolore, finquando non siamo noi ad allontanarlo… anche senza nominarlo, ne diveniamo immeritatamente “portatori sani” al solo gesto di respingere il male…
    Tra le creature, la donna non è più complicata; forse semplicemente elabora chimicamente in modo sempre univoco…
    Bacioni!

    "Mi piace"

    • Bella risposta, cara Brigida, bella e vera. Sicuramente la donna e l’uomo non sono tanto complicati, però sono diversi mentalmente e fisicamente e questo aumenta i problemi di convivenza. Ma poi l’amore supera le inevitabili incomprensioni. Ho visto che, su questa terra, molti non sperimentano la stanchezza, sono forti e resistenti per natura, ma hai ragione tu: la coscienza dei propri limiti migliora le persone o altrimenti non possono capire il dolore altrui, hai presenti quelli che hanno sempre da darti consigli non richiesti e suggerimenti su quello che devi fare e addirittura come dire?

      Piace a 1 persona

      • Nel tuo modo di scrivere, veli una parvenza di ermetismo positivo, ossia quel lasciare spazio al lettore di esprimersi nei tuoi versi. Questa cosa è molto bella, sicuramente bagaglio del tuo coltivare le anime e di lasciar loro lo spazio di riconoscersi per poi continuare una buona semina… Amo molto la lettura dei tuoi brani, sempre musicali, colorati e ricchi!
        Un abbraccio affettuoso.

        "Mi piace"

        • Mi dici cose bellissime, cara bicicci, davvero confortanti. Nella poesia moderna ci si lascia fare poesia insieme ai propri lettori, è una condivisione che non tollera impurità come falsità, interessi e l’orribile invidia del dono altrui. Sento molta pulizia dentro di te. Ricambio l’abbraccio e tante cose belle.

          Piace a 1 persona

  5. quelle “strane verità” denunciate cosi bene da Fiorella Mannoia, difatti dietro “quello che le donne non dicono” si celano delle amare verità come quelle descritte egregiamente da te…..
    Secondo il mio modesto parere “in medium stat virtus”!
    un caro saluto

    "Mi piace"

    • Quel giusto mezzo, nel rapporto di coppia, si deve sempre cercare e trovare, caro Antonio, se vogliamo che il fidanzamento, la convivenza oppure il matrimonio possano avere un futuro. L’importante è amarsi e volersi bene al di sopra dei difetti che tutti abbiamo.

      "Mi piace"

    • Non ne ha bisogno, ventisqueras, ma è il suo contorno ad avere bisogno di lei a tutti i livelli:
      i suoi servizi, la sua intelligenza, la sua pazienza, la dedizione.
      Negarle anche un fiore una volta l’anno è l’ultima ignobiltà, così resta al suo posto di fattrice e serva.
      Il paleolitico è ancora attuale. Se tu noti le prime persone a chiudere i blog sono le poetesse di valore, pressate dalle necessità familiari, come dicono loro, oppure dall’egoismo e dall’invidia che le bracca.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...