Appunti e barlumi

sorriso di Mimma al matrimonio 6

Togliere quel lezioso, le figure
disossate divise a metà
di luce e di nero, poi centrare
i chiari e poi gli scuri
e frantumare ricomporre
sedurre anche me insieme
e sorridere piangere giocare
divertirmi, schiaffi in parole
su tele del pensiero trafitto, arlecchina
e madonna, terra di contrasti, criniera
dai lunghi capelli della fanciulla in canto
ancora vivere e non campare
e dire l’assurdo, il vero sanguinante
che asseta disseta uccide rinasce
colori e parole, gli espliciti e i sottintesi
mescolati nitidi sfocati
salgono volano ricadono
vanno vengono nel senza interruzione
energia dai silenzi interni
a stratificazioni geologiche, fui sono sarò
ma sono in poesia tremante. Cosa regalata
cosa disprezzata, l’amore non ha prezzo
e non si può pagare. Mi spacco
in 3D, disciolta a colori. Il ruscello scorre
nel grand canyon cerebrale ed è notte ed è giorno
tenebra luce, tempo eternità.

Domenica Luise

(Elaborazione grafica di Domenica Luise)

Annunci

17 thoughts on “Appunti e barlumi

  1. Che bella! Questo guardarsi dentro e fuori, ieri oggi domani, con gioia e dolore e vivere non sopravvivere.
    Mi piace molto la chiusa. Ti ci vedo nel gran canyon a scrivere poesia, un fiume in piena di vita, tra rapide e laghi. Un abbraccio Mimma
    Buona giornata
    Chiara

    Mi piace

  2. Bella! Continui ad esplodere! altro che big bang (si scrive così?)! come l’universo in espansione continua. Per il momento questa è un apice. Ma credo che la prossima la supererà ancora e ne prenderà il posto. Alcuni poeti hanno questa fortuna, di riuscire a superarsi ogni volta. Brava!
    Ciao, dal freddo polare…
    Carmen

    Mi piace

    • Figuriamoci, io sento freddo anche chiusa in ambiente riscaldato… ma gennaio è già quasi passato. Sì, big bang si scrive così, però non credo che, in poesia, sia possibile a nessuno superarsi “ogni volta”, ci sono delle stasi anche lunghe, ci sono i concetti ripetuti e ripresi continuamente, talora mi tornano in mente come nuove cose scritte anni fa e quasi con le stesse parole. Studiando i grandi della poesia si distingue benissimo che hanno avuto schizzi artistici e fasi di riposo, talora la loro tendenza prevalente (come la meditazione per Alessandro Manzoni ed il tono oratorio) ha perfino soffocato la naturalezza artistica specialmente nella seconda parte della vita. Alla poesia si può giungere, attraversarla e lasciarsela anche dietro, capita quando l’ispirazione non è sovrabbondante e bisogna andarla a cercare nei blog altrui o in vecchi libretti di poeti ignoti. Converrebbe non turbarsi nei periodi di stasi, se e quando avvengono, sappiamo aspettare tante cose improbabili, perfino la vincita alla lotteria o che qualcuno ci voglia bene davvero, per noi stessi e non per sè, ma poi ci scoraggiamo subito se l’ispirazione tentenna, e che sarà? È un dono che non possiamo farci da soli, ma possiamo coltivarlo, togliere le erbacce, lasciare spazio e respiro, sorridere e distrarsi. E se anche il dono prezioso venisse ritirato e ci accorgessimo di non essere più efficaci, abbiamo avuto e donato anche troppo.
      Un abbraccio mimmiano e grazie per le tue parole.

      Mi piace

  3. Una grandissima vitalità: l’immagine ne trabocca a partire da un flash di luce che si dirama in colori – con te in mezzo che ridi… E nei versi credo di cogliere la descrizione dell’atto creativo, del travaglio che lo precede, del percorso che porta l’acqua di vita dalla sorgente fino al suo sbocco. Rito. Rito della primavera, di rinascita continua.
    Sei in preda alla poesia, ma anche padrona 🙂
    Un caro abbraccio, buona giornata!!

    Mi piace

    • E i colori sono sempre potenziati dalle zone oscure come il dolore dall’amore che ride. Poesia e pittura sono vita, tutto è vita. E nei miei buchi neri ce n’è ancora tanta con colori e parole nuovi. Vado in esplorazione dentro e fuori di me, così tutto diventa dentro: tu, per esempio.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...