Cogli la vita

come i papaveri in estate, bocche
che ridono ai misteri, timbri di ceralacca
su lettere strettamente personali da cielo in terra e le più dolci
ferite
con quel colpo nello stomaco dove la fiamma
ha toccato e appiccato.

Dalla goccia al mare in schiuma d’onda.

E non dovrò più tagliarmi le unghie
nemmeno entrare e uscire da una porta
o tingermi i capelli. Libera
poesia
e fiato semplice.

Il caleidoscopio ricompone l’immagine
con l’ultima tessera d’oro.

Ecco, ora vedo. Quasi.

Buonanotte, le ore
si sgomitolano, fili di seta
sulle palpebre.

                                                                              Domenica Luise

 

Se volete ascoltare un pezzetto del canto che ho inventato e gorgheggiato meglio che ho potuto, fate clic su questo link: http://beatiipoeti.blogspot.it/

Elaborazione grafica di Domenica Luise su un particolare del proprio affresco Le poetesse radiose.

 

Annunci

30 thoughts on “Cogli la vita

    • Adesso ho capito, buon riposo finché vuoi, io non interrompo del tutto, soltanto rallento o altrimenti poi mi manca. Appena riapri i battenti, avvisami. Buona estate a tutti. Ora che guardo meglio l’immagine, hai ragione, è come una seta variegata. Quando l’ho inventata erano i miei primi tentativi nella grafica e ancora non avevo internet.

      Mi piace

  1. La vita che scrivi e dipingi poeticamente è un viaggio, forse la vera meta da raggiungere non è fare un viaggio grandioso alla scoperta del mondo,ma più semplicemente arrivare a conoscere la nostra realtà interiore amarci e rispettarci cogliendo tutte le cose bellissime che ci sono prima che scappino.
    1 Abbraccione ♥ vany.

    Mi piace

  2. Quanta radiosità in questa poesia, quanta bellezza. La stessa luce che trovo nella grafica, c’è tanta solarità in te, cara Mimma.
    Ti auguro buone vacanze, io ho messo il blog in pausa, fa caldo e la gente ha disertato com’è giusto che sia.
    un grande abbraccio
    annamaria

    Mi piace

    • Ogni anno dimentico quanto caldo poi fa in estate, non si conclude più niente, stamattina per cucinare i peperoni ripieni ho avuto bisogno di aiuto oppure non li avrei mangiati a pranzo. Adesso vado a sistemarmi il condizionatore: le finestre aperte non bastano, inutile rimandare, lo metto a temperatura non troppo ghiacciata e almeno respirerò. Il mio corpo sopporta male gli sbalzi di temperatura, pazienza: si adatterà. Possibile che si esca sudati dalla doccia?
      In compenso è scomparso l’appetito.

      Mi piace

  3. Cogli la vita, attimo per attimo! Che bello se si potesse davvero…! ma non sempre è possibile, le condizioni esterne a volte sono avverse.
    Buona estate, cara Mimma. Io sarò in montagna fino a fine agosto, e a settembre verrò in quella tua (e mia!) bellissima isola, e spero di poterti sentire e che tu sia sempre in ottima forma.
    Bye-bye
    Car

    Mi piace

    • Eppure anche se le condizioni esterne sono avverse, e davvero talora lo sono, quelle interne potrebbero prevalere se noi volessimo. Ma poiché non siamo così forti, allora ci stringiamo insieme in amicizia fraterna per sorreggerci gli uni con gli altri, Grazia Deledda scriveva: “come le canne al vento”.

      Mi piace

  4. ho ascoltato il canto dell’usignola, domani muratori permettendo spero di riuscire a leggere il racconto, però quello con tutti i disegni al quale ho dato una sbirciatina di corsa. Tu devi essere stata un’insegnante straordinaria.

    Mi piace

    • Fausto, mi commuovi. Li ho tanto amati, uno per uno, qualche ragazza sta su facebook, una è tornata a trovarmi ed è stata mia ospite, una cosa bellissima. Sai, più l’esperienza nell’incontrare ragazzi procedeva di anno in anno e più l’armonia aumentava, l’ultimissimo anno è stato il più bello e il più doloroso.

      Mi piace

  5. Ciao Usignola Mimma, ti ho scoperto da Tads,hai scritto una poesia MERAVIGLIOSA, sei riuscita a commuovermi,in pochi versi hai espresso il vero senso della vita, e questo mi basta e mi rasserena.Quando una poesia riesce ad entrare nel cuore di una “non addetta ai lavori” come me, ha raggiunto il suo scopo. Un bacio e a presto!

    Mi piace

  6. Un filo di connessione rubato al mare mi consente di leggere questo splendore di versi, inno alla vita e alla sua magnifica consapevolezza nello scorrere .
    Un abbraccio e gioiosa estate anche a te 🙂

    Mi piace

    • Sono tanto contenta che tu ti goda il mare. Quanto l’ho amato. Ricordo sempre un bagno in mezzo a un banco di pesciolini argentei, facevo i minimi movimenti per mantenermi a galla senza spaventarli, abbiamo nuotato insieme vicini a lungo, poi mi è venuto il pensiero malefico: e se adesso uno di questi mi entra nel costume?
      Sono uscita subito, ma non ho più dimenticato quei momenti di fusione con la natura: non hanno mai avuto paura di me, non sono mai scappati.

      Mi piace

  7. C’è tanto bello intorno a noi, basta guardarsi intorno con attenzione e cercarlo.
    molto belle la tua poesia e l’elaborazione grafica. E ora lasciamo che si sgomitolino le ore…buonanotte dolce Mimma!

    Mi piace

    • Quello che ancora dobbiamo capire bene è che nulla c’è di triste tranne la cattiveria umana. Magari non possiamo capire il perché alcuni saltano e altri si trascinano, non ci compete, evidentemente. Né perché invecchiamo bene o male, e comunque tutti, e alcuni ragionano e altri no. Cara, la vera tristezza è quando liberamente siamo cattivi. Non significa affatto farsi mettere i piedi in faccia, si può essere buoni senza diventare deboli e sciocchi. Ma guarda un po’ quanti pensieri si affollano nei nostri commenti!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...