Di silenzio

 La notte gira blu. Il sonno
umano che dà
pace, si chiudono
i pensieri. Ah, l’amore
a stilettate di fuoco.

E i ricordi di quando
non avevo ricordi, ma vita.

E tu
chi sei perché
dove quando? Sottigliezza
o invisibilità.

Mi ammanto. E spremo l’anima
come un tubetto di dentifricio.

                                       Domenica Luise

(Quadro di Domenica Luise, olio su tela 24 per 30)

 

Annunci

14 thoughts on “Di silenzio

  1. Buongiorno, cara Mimma, bellissimo il quadro, un dipinto luminoso ed espressivo.
    I ricordi sono dei compagni piacevoli, ma nostalgici specialmente quando il silenzio della notte avvolge. Poi torna la luce e quella stessa vita è capace di creare meraviglie artistiche che sono il frutto della vita trascorsa.
    un abbraccio
    annamaria

    Mi piace

  2. “si chiudono i pensieri”
    “e i ricordi di quando non avevo ricordi, ma vita”
    belle espressioni poetiche per evocare il silenzio dell’anima…
    così le ho intese.
    Buona giornata
    anche da Noè, che si è presentato qui stamattina…
    Ciao
    car

    Mi piace

  3. In ogni tua composizione c’è un guizzo finale che lascia senza parole. Belli i versi tutti, ma quel tubetto di dentifrico spremuto è una vera chicca. Il quadro ha colori tenui e al contempo decisi. Ti rispecchia,Mimma cara. Brava come sempre. Un bacio

    Mi piace

  4. Splendido dipinto :un tunnel di luci vorticose per la danza della vita.
    Quei pochi minuti che precedono il sonno sono il caleidoscopio dei pensieri silenziosi che ammantano la vita di ricordi.

    Mi piace

  5. Ciao, amici cari, grazie per i vostri commenti, l’attenzione, l’affetto, anche se dico e dipingo soltanto piccole scintille di un caminetto enorme che mi porto acceso dentro, talora nascosto dalla cenere, ma di pietra che brucia. E adesso è primavera: chissà perché, anzi senza perché mi viene in mente “un caminetto di primavera”, con fiori al posto del fuoco. Poco fa, nel post di un’amica, ho ammirato una scultura bellissima, che non conoscevo: trasformiamo in caminetto e fiori anche quella e potenziamo la vita addentellandola ad altra vita parallela. Abbiamo tanta bellezza dentro e fuori di noi, e c’è l’amore che trasforma il dolore a passo di gioco e di danza. E non ci meravigliamo se poi, per chiaroscuro, il dolore trasforma l’amore.

    Mi piace

  6. Pingback: Sovrapposizioni | maria rosaria

  7. BraviSSima Luise
    I ricordi nelle sue più variegate sfumature del blu, un confine poetico che ci trasporta attraverso il delicato sfogliare dei tuoi versi, dove lo sguardo si fa voce delle emozioni, scorgendo quelle realtà sincere dell’infanzia perduta ricordi che allora non erano, traspaiono così dall’anima tua i pensieri come un caleidoscopio di sensazioni.
    Buon Weekend ♥ vany

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...