Poeti di oggi: Pasquale Vitagliano

Se Dio può essere donna,
perché un padre non può essere madre?
Così non sarei stato lasciato solo
all’inizio della storia,
perché tutto era stato scritto.

Neppure si sa quando sono morto,
forse nemmeno a metà del viaggio.
Mentre voi realizzavate la profezia,
sono sparito senza rimorso per ritrovarmi
santo in una vita che non ho vissuto.

Quanto avrei pagato per stare là,
ad addolorarmi più di una madre,
a tirarti giù senza più pietà per me,
a seppellire un figlio non putativo.

 Sono finito invece sulle icone lontane,
stilita incomodo dentro un presepe altrui,
colonna fuori del tempio estraneo.
Malinconica comparsa nel copione divino,
resto la maschera sudata di tutte le storie.

Maschile e femminile in Dio coincidono, non in un’incertezza di sesso, ma in novità d’amore inaccessibile a pensiero umano terrenamente inteso. Quando papa Giovanni Paolo I, durante il suo unico mese di pontificato, affermò che Dio è mamma, alcuni giornali lo derisero, invece diceva il vero perché la mamma è la tenerezza di compassione mentre il papà è la mano che guida con fermezza. Gesù è fisicamente uomo, ma piange come un bambino perché Lazzaro è morto e manifesta viscere materne ogni volta che guarisce.
Nella poesia di Pasquale Vitagliano parla san Giuseppe che, nell’avventura del figlio di Dio in terra, si sente un personaggio di secondo piano.
“Se Dio può essere donna”, ed abbiamo visto che lo è  sicuramente, “perché un padre non può essere madre?”.
In realtà un padre può essere madre di desiderio così come san Giuseppe è definito padre putativo di Gesù per modo di dire, a livello puramente didascalico, perché paternità e maternità sono una realtà d’amore ben oltre la questione carnale.
Sicché non è vero che san Giuseppe era assente durante la crocifissione di Gesù, e  nella poesia se ne lamenta, ma soltanto per un proprio struggimento d’amore: se ci fosse stato avrebbe tirato giù suo figlio dalla croce “senza più pietà per me”, cioè senza timore che i soldati l’ammazzassero e di dare la propria vita per lui; avrebbe voluto esserci almeno “per seppellire un figlio non putativo”: dice bene perché l’amore ha reso vero quel figlio non della sua carne, ma del suo spirito, ed è l’emblema dell’amore con cui tutti noi, salvati da un sacrificio divino incomprensibile, direi fino al ricatto che implora il ricambio, ci volgiamo verso il crocifisso e lo riconosciamo nostro figlio putativo per modo di dire, reso figlio vero dall’amore, anche se ci sembra che sia troppo bello che egli sia realmente disceso sulla terra e morto e risorto a quel modo per ognuno di noi, e come non sappiamo perché nemmeno noi c’eravamo a quel tempo, ma ci siamo adesso e non è tardi per una coscienza d’amore.

                                                                                                    Domenica Luise

Annunci

15 thoughts on “Poeti di oggi: Pasquale Vitagliano

  1. Pingback: Domenica Luise: Poeti per don Tonino Bello – Pasquale Vitagliano | Neobar

  2. Grazie a Mimma di aver toccato punti vibranti di questa accorata poesia di Pasquale.
    Rileggendola ho capito quanto il poeta è riuscito a dire di sé, del suo modo di amare.
    Ed è subito conforto in me che leggo, che pur non allineandomi a significati evangelici, ne percepisco l’ampio respiro.
    Giuseppe in questi bellissimi versi ci parla di tutti gli uomini di buona volontà, di tutti i padri che nel figlio progettano e proiettano il futuro, con la stessa amorosa cura delle madri, nell’intento di redimere dall’egoismo e dalla viltà l’umanità tutta.
    L’amore silenzioso che vigila e abbraccia.

    Mi piace

    • Cristina, nell’attimo preciso in cui mi sono svegliata dal pisolino e sono corsa a commentare te, tu commentavi me, mi è parsa una corrispondenza di anime bellissima. Sapevo che avresti capito, la poesia, quando è tale, dice tanto di sè, il problema è che esige l’affetto di una cozza. Ah, ah, ah, questo non l’aveva detto ancora nessuno: bisogna leggere attaccandosi o non si può percepire. Allora la poesia dispiega i suoi significati uno dietro l’altro. Quando voglio commentare una poesia ermetica leggo e rileggo fino a che dispiega, allora scrivo in un lampo e anche il pensiero sale da sè.

      Mi piace

  3. Una poesia non facile da interpretare.
    Fortuna c’era il tuo pensiero.
    Da quando è iniziata la quaresima nel rione ove abito si celebra ogni Venerdì la via Crucis alle 20,30, mi piace partecipare ed ascoltare il rito pregando ad ogni stazione, e ti assicuro che fa bene pregare perchè la vita attuale è un moltiplicarsi d’iniquità, il consumo e il benessere,ci distraggono così avviene il rifiuto di ascoltare cose importanti . Il Signore non ci dimentica perché siamo nel suo cuore, nel cuore del Signore ci siamo proprio tutti, e ognuno di noi è unico, e tutti insieme siamo in lui come se fossimo uno solo.
    Per questo credo che S.Giuseppe fosse madre e padre presente o assente sento che c’era.
    Dolce Weekend carissima Mimma a te e a chi passa icì 😉
    ♥ vany

    Mi piace

    • Cara romanticavany, quanto mi fanno bene le tue parole e come sono contenta che tu provi refrigerio e amore partecipando alla Via crucis. Crescendo si arriva a capire che il Signore non ha figli di serie B, da un lato i cristiani e dall’altro i non credenti o i credenti diversamente, tutti siamo amati in totalità uno per uno. Forse su questa terra non possiamo arrivare a capire, ma possiamo credere all’amore di Dio anche senza capire, le domande restano intatte eppure, malgrado tutto, possiamo amare. Gli esempi eclatanti di miseria tutt’intorno sono innumerevoli e non possiamo ignorarli per stare tranquilli, però restiamo comunque liberi di amare divenendo padre-madre-figli gli uni degli altri. Amare significa rispettare l’altro senza imporsi approfittando miserevolmente dell’affetto che ci porta o del suo bisogno e anche di una inferiorità culturale o intellettuale o tanto meno delle confidenze che si è spinto a farci perché, in quel momento, si è fidato di noi. Ed ognuno di noi prega come sa e può oppure crede di non pregare, ma ama comunque, ciò che conta è amare nel senso elevato del termine.

      Mi piace

  4. Credo che Dio sia stato un po’ distratto ultimamente, se ha permesso che 22 bambini innocenti morissero dopo una gita in montagna schiantati contro un muro…
    In ogni caso, grazie come sempre per la traduzione e la spiegazione.
    ps. Ti ho menzionata per il premio “blog affidabile”

    Mi piace

    • Cara Katherine, ci sono molte cose tristi e inspiegabili per la nostra mente terrena, né io posso azzardarmi in supposizioni sul pensiero di Dio, che permette queste ed altre atrocità.
      So soltanto che sarebbe troppo facile credere nella semplice esistenza di un Dio o di un dio se guardiamo l’immensità del macrocosmo e anche del microcosmo. Per me la fede è credere nell’amore di Dio (o di un dio qualunque) e che tutto sia amore malgrado il disamore lampante, e non sto qui a farti l’elenco che tanto tu ben conosci.
      Grazie per avermi menzionata per il premio “blog affidabile”, mi informerò su internet per capire di cosa si tratta, a occhio mi appare come una iniziativa carina. Fa piacere essere considerati affidabili.

      Mi piace

  5. Mimma, grazie per avermi fatto conoscere un poeta di tale calibro. Un vero portento, e l’argomento che sviscera, quasi, coi versi, è di notevole interesse. Poi sei arrivata tu a prenderci per mano, a darci lumi, ove mai non li avessimo. E’ il mio caso. Non sono del tutto digiuna sul tema trattato, ma senza di te avrei perso molto, e sarebbe stato un vero peccato, dato ciò che ho appreso e custodirò gelosamente. Grazie, un post di tutto rispetto, un bacio e a presto

    Mi piace

  6. anch’io apprezzo molto i tuoi commenti sui versi che posti. Le tue scelte sono sempre accurate e di grande classe e passare dal tuo blog un piacere.
    Nel tao si riuniscono le coppie di opposti complementari: maschile e femminile, caldo e freddo, pieno e vuoto eccetera. Come pensare che dio sia da meno?
    baci

    Mi piace

    • Io credo che, dopo la morte, che sarà come toglierci un dente cariato, avremo delle buone sorprese tutti insieme. Per il momento mi sono documentata sul TAO mediante internet ed ho appreso delle cose appassionanti. Scoprire la concretezza della spiritualità come più reale della materia, anzi come spirito dell’universo, pietre comprese, è una magnificenza. Lo dicevo io che anche le stelle nascono, crescono e muoiono come se ragionassero.

      Mi piace

  7. Madre o padre che sia mi pare che sia più estetico che etico.Il mondo,Sua opera,appare geniale e sublime,ma vi si scorge poca bonta.Un qualunque cataclisma fa soffrire e morire sopratutto:vecchi,malati,poveri e bambini,cioè quella categoria evangelica degli ultimi che dovrebbe esserre la più cara a Lui.I Libri sacri sono autoreferenti e di mano umana.Il libro della natura è l’unico scritto tutto da Dio,il solo vero.
    Meditate gente, meditate.

    Mi piace

    • Caro Gilberto, il cervello umano non può capire questi perché e nemmeno può accettarli. Nessuno al mondo ne è all’altezza ed io diffiderei di tutti coloro che pensano di aiutare gli altri imponendo stupidamente il proprio credo. Anch’io sono cattolica e ci credo, però so pensare ed è inutile tentare di consolarmi, i puntelli non mi bastano, tuttavia l’amore è più che sufficiente non a spiegarmi il perché Dio permetta tranquillamente la croce degli inermi, ma a farmi restare fedele a Gesù Cristo crocifisso come me e risorto come spero che anch’io sarò. Però ti voglio aggiungere un’altra cosa, qui pubblicamente, e non solo per te, ma per chiunque si prenderà la briga di tornare su questo post, e credimi, sono ben pochi che ne hanno il tempo e la voglia: sono e rimango cattolica perché mi sono innamorata di Gesù e ciò è avvenuto perché lui ha preso l’iniziativa facendosi percepire nell’anima durante la preghiera. Non rimango fedele per l’educazione ricevuta né per paura e nemmeno per la mia resurrezione Dio sa quando né per il paradiso che mi aspetto: rimarrei fedele comunque perché non potrei fare a meno di amarlo, e questo malgrado tutte le mie pochezze nella corrispondenza.

      Mi piace

  8. Cara Domenica hai toccato un’altro tasto dolente: noi che siamo peccatori se nostro figlio ci avesse rubato qualcosa , gli diremmo:vieni qui caro ti rendi conto che hai fatto un’azione indebita.Vai ti sia rimesso il tuo peccato.Ci guarderemmo bene di far mandare a morte per croce il nostro figlio prediletto per riparare al peccato.Il problema è che il Dio del vecchio testamento è stato creato da profeti allucinati da deserti e montagne,non ispirati da Dio,che ci hanno presentato un Dio con i peggiori difetti umani:stragista affogatore di umanità,istigatore di un padre ad uccidere un figlio,inceneritore di citta ,stragista di innocenti,istigatore alla distruzione delle 30 città di Canaan, in cui non dovesse sopravvivere nessun essere che respirasse,e nell’assalto ad una di quelle città,armato fino ai denti guidò
    personalmente la presa e fu sanguinario.E in un’osteria del paradiso scommise il fedele Giobbe col diavolo,distruggendogli tutte le sostane,parenti etcc,e per cò che fece Dio non ì che comparve più personalmente nella Bibbia.Cristo capì che la natura di Dio non poteva quella attribuitaGli dall’estabilishman ,si convinse poco a poco,lui il figlio dell’uomo di essere mandato da Dio Padre( ed ebbe dei dubbi:chi credete ch’io sia,domandava agli apostoli..?)
    I

    Mi piace

  9. continua:infine Cristo si convise di essere mandato da Dio è predic apertamente la Bontà del Padre.I scacerdoti lo mandarono a morte per croce:Padre,Padre ,perchè mi hai abbandonato? disse incredulo di essere abbandonato dal Buon Padre,e non si arrese e affidò il suo spirito nelle Sue mani ..Non c’è bisogna di altro,mi pare,Cara Domenica.Io sono certo dell’esistenza di Gesu,il così detto Figlio dell’uomo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...