Le tentazioni della gatta Cristina

Guarda cos
Guarda cos'ho trovato.

Belli a vedersiBelli a vedersi.

Buoni da odorareBuoni da annusare.

Deliziosi da assaggiareDeliziosi da assaggiare.

Fotografie di Domenica Luise per gentile concessione della gatta Cristina,
dolcini di mandorla e pastafrolla fatti dalla nipote della suddetta,
Mariachiara Crisafulli, se volete la ricetta, pubblicata sempre su
questo blog, cliccate sul link e buona fortuna ai golosi o buongustai che siate.
http://domenicaluise.splinder.com/post/21349198#comment

PS: Se il link non funziona, appena aprite il mio blog andate nelle "categorie"
alla vostra sinistra,
appariranno tutti gli argomenti, fate un clic su "
ricette" e le troverete
tutte raggruppate,fate scendere o risalire la pagina fino a che non vedete
questi dolcini, che sono facilissimi da fare e di grande figura.

                                                                      Domenica Luise

Annunci

16 thoughts on “Le tentazioni della gatta Cristina

  1. Carissima Dolù (abbreviazione del tuo nome, se me lo concedi),
    sono foto dolcissime della tua gatta Cristina … come pure i dolci invitanti posti nel piatto … andrò senz'altro a vedere la ricetta.  
    G R A Z I E !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio e tanti baciotti   
        
    Cristiana

    Mi piace

  2. La bella e simpatica micia ricorda tantissimo il mio adorato micio (fu) "Lampadino"…
    E quei dolci squisiti… beh, transeamus, passiamo oltre!
    L'occasione per un cordialissimo saluto a te e a tutti i tuoi attenti e cortesi ospiti.

    Abele
    (dalla provincia di Milano).

    Mi piace

  3. Carissima Cristiana, Dolù mi piace moltissimo, breve, conciso e compendioso. Grazie! Sempre benvenuta e buonissimo appetito se ti cimenterai con questi dolcetti.
    Cristina, ti ho immaginata invisibile accanto alla mia micia ed ho sorriso. Anch'io, in questo momento, darei un buon colpo a quel piattino.
    Abele, mi dispiace per Lampadino e per tutti gli amici pelosi della nostra vita, che ci hanno dato l'unico grande dolore di morire. Li ricorderemo sempre con ogni tenerezza e sono sicura che c'è un paradiso anche per loro, perché no? Sono fatti di vita.
    Annamaria, buonasera, ogni tanto un dolcino fa bene perfino alle signore che non vogliono ingrassare. Vivete felici.

    Mi piace

  4. Combinazione, Mimma, sto proprio dipingendo un micio che devo regalare domani a una mia amica, e sto facendo merenda con dei dolcetti che non sono fatti in casa, ma sono niente male.

    Vedi come si è in sintonia, vedi che la dolcezza richiama dolcezza?

    A proposito di dolcezza, ti voglio bene

    Ross

    Mi piace

  5. Rossella, incomincio a non credere più nelle combinazioni. Anche io, oggi, ho dovuto seppellire la mia gattina Coccola, la persiana beige compagna di Cristina, che è uscita ieri mattina e non si è più vista, lei poi veniva di notte, al mio primo richiamo, perché le davo il bocconcino buono. Dopo un giorno e una notte di assenza sono andata dalla vicina, che una volta, per sbaglio, l'ha chiusa nella sua serra , e lei mi ha detto di avere visto che qualcuno, sul marciapiedi davanti alla casa, aveva messo in una grossa pianta un gatto, l'aveva ricoperto con giornali e si intravedeva un pezzetto di coda. Da quella punta di coda l'ho riconosciuta subito, l'ho presa in una busta di plastica e l'ho sepolta accanto al roseto, sotto la mia finestra. È stata investita proprio sul musetto. Ringrazio col cuore quella persona, che non l'ha abbandonata sulla strada e l'ha pietosamente ricoperta coi giornali e la vicina, che mi ha aiutata.
    Non sono stata capace di piangere e fino a questo momento ho fatto finta di niente, adesso ne parlo per la prima volta da stamattina.
    Ieri sera avevo giusto messo questo post festoso.

    Mi piace

  6. PS: Anzi il post l'ho messo stamattina, addirittura, prima di andare dalla vicina a cercare Coccola.
    Caro utente anonimo, grazie della tua presenza.
    Un abbraccio a tutti.

    Mi piace

  7. A margine del tuo commento (#8), cara Mimma, un amico mi riferisce di una signora cui pochi giorni fa le è morto d'improvviso, per infarto, il suo adorato micione che era diventato una presenza quasi indispensabile nella sua vita.
    Ha chiesto addirittura qualche giorno ferie per la profonda, immensa desolazione e disperazione e persin depressione in cui è caduta, che "nessuno di voi può capire!", riferiva ai suoi colleghi di lavoro (in una struttura sanitaria), che, i più, la canzonavano increduli e beffardi.
    Anche loro, queste stupende bestiole,  "sono fatti di vita… che ci hanno dato l'unico grande dolore di morire".

    Parrebbe fuori tema… ma tutto, anche questi piccoli grandi episodi, si ricollega a quel sentire umanità del nostro vivere e sentire, gioire e patire e soffrire…
    Ciao.

    Abele

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...