La giostra dei cavalli rampanti

La giostra


 
Mi tocca qualche spicciolo, in silenzio a mani tese
sulla soglia dove già pongo il piede.
 
E gli altri continuano a girare.
 
L’eternità mi piega al cerchio, non so
come né quando, ma stringo
lo scialle a colori.
 
Ho ancora cristalli, arcobaleni
e pezzi di pane, luccico
di verde sul dorso come uno scarabeo
al sole.
 
Ed invento favole o appigli.
 

                                                                Domenica Luise
                                                   
        (Fotografia di Iole Luise)

 

Annunci

32 thoughts on “La giostra dei cavalli rampanti

  1. ciao, bellissima cetonia dorata!mandi riverberi e riflessi scintillanti, sei tante facce di uno stesso diamante.Inventare favole e appigli, poi, è proprio la tua missione, come pure creare arcobaleni.ciao.

    Mi piace

  2. Siamo qui per un motivo specifico:forse perchè possiamo dare agli altri qualcosa di nostro, come dono, ho forse perchè facciamo bene la pizza o scriviamo poesie, oppure perchèsiamo semplicemente dei gigli.Straordianaria!!!La TUA GIOSTRA!Un sorrisoun abbraccioChiara 

    Mi piace

  3. Non sempre nella vita ci è dato di essere protagonisti… a volte restiamo a guardare, ma anche questo è utile perchè può essere fonte di isegnamento, anch'io guardo, leggo e imparo… Dolce ricordo la giostra di Vienna. Tvb. Iole.

    Mi piace

  4. Poesia tenerissima. Dichiari di sentirti fragile, appartata , se gli altri continuano a girare. Ci si sente diversi  e ci si ritrae ,guardandosi dentro e scoprendo meraviglie nascoste e non condivise. Io, questo, lo chiamo " tormento del genio", o se vuoi, "dell'Artista Vero".Continui a stupirmi e ad affascinarmi.nunù

    Mi piace

  5. una poesia molto bella, dal contenuto anche malinconico-riflessivo in certi tratti(L’eternità mi piega al cerchio, non so/come né quando, ma stringo/lo scialle a colori.)ma, come tutte le tue, pervasa da una forza esistenziale, forza d'amore che la permea e permette ai versi di farsi iridescenti e freschi, quasi zampillanti.questa immagine mi evoca la poesia: una fontana, sulla quale Mimma posa il suo scarabeo di versi  portafortuna.Ciao!

    Mi piace

  6. Buongiorno, carissimi amici. Cristina, ti sento tanto gemella monozigote. Sei sempre benvenuta nella mia vita e su questo blog.Catamor: in due parole hai centrato un punto nevralgico di questa poesia.Chiara, lo sento anch'io: siamo qui come una candelina di buon compleanno, forse duraa poco, ma dà tutta la luce che può.È vero, falconier: i cavalli sono bianchi e la testa non gira perché la gioia vince sul dolore.Iole, hai capito benissimo  quello che volevo dire e guardando s'impara senza smettere mai.Nunù, sei molto cara ed anche tu hai colto una sfaccettatura importante dello stesso diamante: non potendo agire come prima e ballare fisicamente, si riflette agendo e ballando interiormente. Ed è più che bello.Eallaigamma, benvenuta, che piacere leggere le tue parole. Ho anche scritto una poesia che mi pare si intitoli La fontana, forse l'ho messa sul giardino dei poeti. Quand'ero piccola e andavamo in collina per l'estate, io ero molto felice e sentivo l'aria rinfrescare e cambiare in un piccolo paese dove c'era e c'è tuttora una modesta fontana rosata, che a me pareva bellissima. La salutavo a gran voce, tra l'ilarità e lo stupore degli altri passeggeri, e le mandavo i bacini.

    Mi piace

  7. Ciao Mimma,bella e splendente questa poesia, nonostante l'incipit triste…seguiti poi con i colori belli del tuo scialle e cristalli, arcobaleni e pane…cosa dirti mia cara, se non che ne vien fuori una bellissima Mimma, e un'altrettanto bella poesia?Il verde scarabeo, è proprio uno smeraldo.Un abbraccione.Frantzisca

    Mi piace

  8. Io credo che ci si senta così un po' tutti noi, solo che tu sei riuscita a dirlo regalandoci splendide e struggenti immagini. Semplicità, speranza, bellezza. Bravissimaciao :))francuzza

    Mi piace

  9. Splendido tutto quello che fai, Mimma. A me, personalmente, aiuti a vivere. Ti sembra poco?Grazie amica meravigliosa. Come farei senza te'un baciorossella

    Mi piace

  10. Amici miei, ed io come farei senza di voi? La poesia è la nostra preziosa moneta di scambio intellettuale,. Che non mi parlino MAI più delle amicizie virtuali come se fossero cosucce di serie B, specialmente giudicano quelli che nemmeno sanno aprire un computer.Daphnee: anche tu sei bella e speranza che sorride, insieme siamo più forti perché ogni vita ha i suoi momenti duri, che si superano meglio percependo un tepore accanto. Talora scambieremo la compassione invece della gioia, e sarà ugualmente vitalità.Menzus, benvenuto, grazie: in una poesia è importante  soprattutto qualche barlume salito dal molto profondo, lo scialle a colori ne è uno, lo scarabeo scintillante il secondo. Normalmente in una poesia i punti nevralgici si incendiano ed appiccano fuoco, passione o afflato o quello che è a tutto l'insieme. Sono pensieri spontanei e non studiati, come fiori cresciuti nel prato dal seme casuale che il vento ha condotto.La poesia non si compone se non in minima parte, viene da sola e dal di dentro. Dopo io la metto in ordine come mi sembra che occorra.Sì, Frantzisca: mi hanno sempre stupita profondamente certi colori della natura, tra cui questo squillante verde scarabeo, che è bellissimo segno della speranza umana accesa malgrado tutto.Hai ragione, Francuzza, ci sentiamo tutti un po' così, è per questo che ci dà sollievo comunicare in poesia e scambiarci qualche modesta considerazione nei commenti, ci sentiamo uniti e solidali.Rossella, le tue parole mi commuovono davvero. Aiutarsi a vivere, te lo assicuro, è vicendevole. Oggi fa un gran caldo ed io risento della stanchezza accumulata per la ristrutturazione della casa. Domattina mi mettono a posto il primo bagno e la cucina, non mi sembra vero, ho un ammasso di roba da lavare e tanto da pulire e ordinare. Dopo di che continueranno piastrellando il salone (saloncino!) e rifacendo l'impianto elettrico e telefonico: i precedenti operai, una ventina d'anni fa, hanno fatto alcuni errori dentro e fuori ed adesso l'elettricista sta ponendo rimedio, l'avessi trovato prima! Nell'inverno scorso scattava il salvavita appena pioveva forte e non tornava più a posto per ore e ore, non si può sopportare. Adesso anche questa croce è finita, ma non so quali novità mi riservi la vita quotidiana.

    Mi piace

  11. Lo scialle a  colori  ci serve per sopportare meglio le avversità e la paura del domani. Giocare e fantasticare ci aiuta a sopportare la fatica della giostra.Sei molto bella Mimma con i tuoi luccichii poetici e artistici. Proprio qualche giorno fa ho visto uno scarabeo verde brillante su una rosa rosa, l'ho fotografato, chissà com'è venuta la  foto…Un abbraccio frescooo frescooo, di ventilatore

    Mi piace

  12. Mimmina, credo che ci sono immagini magiche ed universali quanto le emozioni che suscitino. La giostra è tra esse.Voglio confezionarti un dono…dam tempo e vedrai.Un bacio intanto

    Mi piace

  13. Paola, guarda che aspetto la foto dello scarabeo sulla rosa, sono curiosissima, hai visto com'è semplice il significato di questa poesia?  Certe volte, quando le vedo così lisce, penso che non vi piaceranno, ma poiché io sono quello che scrivo e come scrivo, voglio essere e darvi me stessa così come sono, allora mi azzardo e alcune di voi mi comprendono talmente bene, siete una meraviglia.Sì, Marzia, hai perfettamente ragione, ci sono "archetipi" semplici che possiamo pensare anche senza averne mai sentito parlare e se non siamo granché colti. Una volta mi ha lasciata sbalordita un mio vicino di casa, che non era un uomo "colto", il quale disse che "la vita è una ruota". C'è anche un bagaglio storico e umano universale, nel quale tutti siamo immersi come gocce nel mare. Le tue immagini mi piacciono molto, grazie.Forse, cara Gardenia, abbiamo tutti questo rimpianto dell'innocenza perduta. Magari quella era semplicemente ignoranza, ma quant'era bella. Ormai c'è la conoscenza dell'albero del bene e del male, che talora ci rattrista grandemente anche se il bene, sempre, è un miracolo che predomina e stupisce.

    Mi piace

  14. Ma io questa poesia l'avevo già commentata, ma non la trovo più.Forse era nel blog di Cristina che è stato chiuso?Comunque è una bella poesia, che trasmette gioia.E dunque grazie!Ciao,Wilma.

    Mi piace

  15. Buonasera, benvenuti, vivete felici. Cara Bianca, io credo che tutto sia gioia perché tutto è amore ed il dolore è l'amore in incognito. Certo c'è una larga schiera che si discosta per avidità di guadagno, interesse o pura invidia del bene altrui, ma io parlo della gente comune, di noi: uomini e donne desiderosi di luce.Wilma, sei eccezionale ed hai ragione, questa poesia era apparsa sul primo blog "Poetitudine" di Cristina, è una delle mie preferite e sinceramente mi dispiace di avere perduto i bei commenti che avevo ricevuto in quel sito. Ma anche qui non siete stati da meno, un abbraccio mimmiano per tutti.

    Mi piace

  16. L'eternità esiste, ma non si conosce il quando e nel frattempo si vive e tu, cara Mimma, lo fai con la tua stupenda e meravigliosa fantasia.un abbraccio seraleannamaria 

    Mi piace

  17. Eccomi a voi in versione notturna, ieri sera sono crollata troppo presto, senza nemmeno cenare, poco fa mi sono svegliata affamata e col pensiero dei tubi della lavatrice che spiccano orribilmente nel mio bagno mignon assolutamente perfetto…il problema è che l'architetto siamo noi, voglio dire io e i muratori. Tanto ho studiato finché ho risolto come farli sparire senza danno né spese ulteriori, adesso sorprenderò il mio capo-mastro. E c'è pure il posto per il portabiancheria accanto alla lavatrice e per lo stipetto di detersivi sotto la finestra. Coprirò i tubi brutti con una di quelle tende che usano nei negozi, quelle fatte con fili di plastica colorata, la metterò bianca come le pareti e ne basterà un pezzetto, per il resto si vedrà tranquillamente la lavatrice. Un decoro mimmiano. Oggi gli operai hanno finito di montare i pezzi, poi volevano da me il box doccia, che non si è trovato in tutta la casa. Ho dovuto consolare il capo mastro, che si è accasciato su uno scalino, gli ho detto che se non si trovava ne compravo un altro tranquillamente. Quando poi mi hanno riferito che non c'era lo specchio del lavandino, abbiamo capito che debbono ancora consegnarli, come difatti è stato, arriva tutto domattina.  È da un bel po' che i soldi, per me, hanno perduto interesse, se ci sono meglio e sicuramente non li spreco, altrimenti faccio quello che posso e amen, debiti mai.Ho fotografato gli operai e farò un post coi lavori in corso, così si vedranno nel mio blog. Oggi l'idraulico se ne usciva dal lavoro tutto allegro e canterellando: lavorare insieme è una cosa bellissima, facciamo del nostro meglio e tante teste, messe vicine, creano soluzioni nuove. Andiamo bene tutti, loro che fanno una cosa bella ed io che me la vedo intorno.Torniamo a questa poesia: grazie, Annamaria, per le tue parole con cui cogli sempre i miei aspetti migliori così limpidamente e affettuosamente.Marzia, le tue immagini con dentro i miei versi sono sempre belle, certo che le parole si leggono. Hai lavorato con amore, e si vede. Sono gesti innocenti che ti fanno capire che sei curata da un'amica.Sai, Katherine, in questi ultimi anni, malgrado la mia povertà interiore, la mia anima è fissa sull'innocenza dell'amore di Dio e  me ne sento pervasa, è la SUA, non mia, ma me la regala come se mi appartenesse. Ciò è per me un tale sollievo nell'oscurità della mia vita, l'altra cosa bella è la misericordia divina, capace di perdonare per compassione i peccati più orribili dei quali così vergognosamente si è parlato in tutti i telegiornali.Ciao, Cricri, donna di coraggio, avete visto che belle fotografie fa Cristina Finotto? Ed eccellenti poesie.Con ciò buonanotte, domattina quelli arrivano alle sette e dieci. Allucinante, e mica posso dirgli che se la prendano comoda.

    Mi piace

  18. Arrivata qui per caso, incuriosita dai tuoi commenti, mi fermo a leggere. E mi colpisce quello scialle a colori, in cui viene voglia di avvolgersi immergendosi nelle tue favole.

    Mi piace

  19. Mimma io passerei tutto il tempo nel tuo blog a leggere i commenti e le cose  che scrivi, sei uno spasso, adesso ti mando subito la foto, la rosa è venuta bene, lo scarabeo  sfuocato

    Mi piace

  20. Benvenuta, Hanna, è stata una gioia trovarti sul mio blog e sono passata subito a ricambiare affettuosamente la visita, grazie per le tue parole.E grazie anche a te, almerighi, abbiamo bisogno di fantasia, evasione mentale dal quotidiano noioso e talora faticoso, sono appigli nella scalata di sesto grado riservata agli esseri umani.Paola, e tu divertiti quando hai voglia di farti una bella risata e di viaggiare nella fantasia, qui sei sempre la benvenuta. Buonasera a tutti, vivete gioiosi e poeti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...