Il valore del mistero (pensiero mimmiano n° 12)

Luci
 

La nostra condizione umana è la sconoscenza. Il che deve essere nobilissimo
per andare proprio così.

                                                              Domenica Luise

                                            (Elaborazione grafica di Domenica Luise)

L'amica Marzia mi ha dedicato un bellissimo post, che ha provocato la mia ruota pavonesca spennacchiata. Se volete ammirarlo, fate clic QUI

 

Annunci

22 thoughts on “Il valore del mistero (pensiero mimmiano n° 12)

  1. Ciao, sorella, è vero, siamo tutti ignoranti, altrimenti non metteremmo tutti i nostri mezzi per distruggre la terra che Dio ci ha dato, vedi ciò che sta succedendo in America, ma poi , senza andare così lontano , basta guardarsi intorno per vedere come manchiamo di rispetto alla natura!  Da un altro lato tu dici che è nobilissimo essere inconsapevoli di certe cose ed è pure giusto, pensa se sapessimo che tale giorno moriremo o che il sole finirà di splendere, no, meglio ignorare certe cose,  posiamo vivere più sereni. Tvb ,domani ci vediamo.

    Mi piace

  2. Buongiorno, signore Cara Iole, quello che tu dici è vero, ma io parlavo soprattutto di una condizione di ignoranza interiore, per cui non sappiamo  nemmeno chi siamo noi e cosa vogliamo, da dove vengono il mondo e l'universo, il perché di tante religioni così diverse l'una dall'altra, come mai la vita funzioni in questo strano modo e vada avanti in dolore, smarrimento e amore. Questa cecità, per me, è nobile ed evidentemente il meglio possibile per la crescita umana, non solo di numero, ma nel rispetto di ogni diversità mentale e di pelle.Marzia, mi hai dedicato un post bellissimo e sono commossa di tanto affetto e cura, grazie. Ho fatto subito il link così ho reso pubblica la mia ruota pavonesca spennacchiata.

    Mi piace

  3. Mimma, è merito delll'affetto che tu dimostri e vivi nei confronti di chi come me è ( o sembra essere solo) una mera presenza virtuale.Grazie infinite per i commenti che lasci a profusione

    Mi piace

  4. Cara Mimma, ultimamente rifletto molto su questo tuo pensiero, arrivando a credere, ahimé, che la conoscenza umana è stata gestita in una maniera da farmi desiderare: il non sapere mai più nulla, poiché solo nell'ignoranza onesta si riesce a sopravvivere a questa tortura quotidiana di cervello sfinito. Ho espresso il concetto in poche righe e certo malamente, poiché, facessi il contrario, sarei già in contraddizione con quanto scritto sopra Bacio.

    Mi piace

  5. la sconoscenza ci appartiene e ci apparterrà sempre, perché solo la follia degli esseri umani può far loro credere di sapere…siamo un ridicolo infinitesimo punto di un infinitesimo pianeta di un infinitesimo sistema galattico…e riteniamo d'essere chissa che grandi Enti…per questo c'intabarriamo di parole, per sfuggire al niente.ciaobuona giornataps, bello il post che ti ha dedicato Marzia, complimenti a te e a lei!cri

    Mi piace

  6. Buonasera, signore. Marzia, tu dici bene: io sento un profondo affetto fraterno per voi, vi "percepisco" spiritualmente e non siete semplici presenze virtuali,  quasi di serie B. È con grande gioia che leggo ogni vostro commento e ve lo ricambio. Quando pubblico qualcosa di nuovo penso che magari vi divertirete e comunque svagherete un po'. Se mi date la vostra confidenza permettendomi di starvi più vicina me ne sento onorata, è una parola un po' retrò, ma è quella giusta. Grazie, quindi, sia alle donne che ai signori, anche a quelli-e che non si sentono di scrivere un commento, ma comunque passano da qui.Pannychis, è vero, hai espresso il concetto in poche righe, ma con grande incisività ed efficacia. Anche io talora mi sento il cervello sfinito, un po' di rilassamento yoga aiuta molto e, nei casi più seri, cambiare ambiente qualche giorno.Il mio padre spirituale, che è un anziano teologo gesuita, mi ha insegnato a far coincidere la preghiera con il rilassamento yoga, per preghiera si intende qualcosa di estremamente semplice, come ripetere il nome di Gesù seguendo il ritmo del respiro e abbandonando il pensiero.Per quanto riguarda questi benedetti pensieri che ci bersagliano, io prima studio la migliore via di uscita, dopo faccio del mio meglio, terzo punto: inutile rimuginarci ancora.Cristina cara, quello che tu scrivi è sintomatico: "ci intabarriamo di parole per sfuggire al niente". Naturalmente se ci intabarriamo, ma se invece usiamo le parole, quelle più nude possibile, per esprimere i sentimenti umani forti come l'amore, il dolore, l'inutilità, noi facciamo storia, entriamo nel grande flusso della vita e ci rimaniamo anche se nessuno, dopo che saremo passate, si ricorderà mai più di noi. L'uomo, ad un punto intenso della vita, si trova sempre di fronte all'inutilità di ogni propria lotta davanti all'ineluttabile. Sente la gravità dei limiti nei quali vive e resta sperduto, è una grandezza positiva contrariamente a quello che sembra.

    Mi piace

  7. Mai come in questo momento sta imperando l'ignoranza, intesa nel senso più spregiativo del termine.Grazie meravigliosa Mimma per averlo messo in risaltoBacioRossella

    Mi piace

  8. E con questo amletico pensiero, i commenti del tuo bel salotto, delle amiche, io chiudo questa dura giornata portandomi come ultimo pensiero la Mimma farfalla…ma che cervello gente!Un baciofrantzisca

    Mi piace

  9. Bellissima la tua ruota pavonesca! Eè vero, sopratutto al giorno d'oggi non si può sapere tutto. Il mondo della conoscenza è troppo vasto. Ma la consapevolezza della non conoscenza può spingere gli esseri umani ad apprendere e migliorarsi, mentre la presunzione del sapere già tutto impedisce la crescita personale ed umana.

    Mi piace

  10. Cara Rossella, allora: c'è un'ignoranza negativa, che direi meglio non paragonare fra le varie epoche storiche, ognuna delle quali l'ha attraversata alla grande, ed è quella derivante dal non amore e dal non rispetto per la vita altrui.  Poi c'è un'ignoranza positiva, che è la presa di coscienza della propria sconoscenza delle cose sia materiali (universo, mondi, vita) che spirituale (com'è in realtà il mio Dio? E chi sono io?).Oggi è un periodo difficile, rischioso per molti che si smarriscono, ma il minimo comune multiplo dell'ignoranza storica totale è un atto di egoismo: io, il mio pollaio (amici utili, famiglia, parenti, amanti da usare per divagarmi un po') e nessun altro.Ora c'è un sano egoismo da autodifesa: una mamma non può né deve lasciarsi assorbire da marito, figli e casa fino all'annientamento della propria libertà. L'altro ieri mi è saltato in mente di invitare su questo blog le lettrici di Donna Moderna perché possano godere anche loro del nostro gruppo di amici, con mia sorpresa hanno stampato subito l'appello, finora tutte le signore che si sono fatte vive dicono di dovere aspettare i figli per potere girare nel blog, che da sole non sono capaci e che i figli non hanno tempo e gli serve il computer. Ora io dico: metteteli di fronte ai propri elementari doveri, se per una mamma vedere la mia faccia nell'avatar è una gioia (come sei bella, Mimma, come mi ha fatto piacere vederti nella fotografia piccolina, un minuto solo perché il computer serviva a mia figlia), se mia mamma ha piacere di imparare ad usare la posta elettronica e farsi un'amica fuori dalla cerchia, perché non essere disponibili? Eppure ogni giorno mangiano a tavola con noi la colazione, il pranzo e la cena che abbiamo cucinato, naturalmente se sono comodi.  La colpa è di crescerli servendoli oltre misura senza svezzarli mai. E questo è un gravissimo errore. Io prendo i miei soldi e se i nipoti si stufano di mettersi con me, chiamo un tecnico e mi fa tutto quello che computer vuole, perché le mamme risparmiano oltre misura e aspettano sempre?Quindi invito tutte le persone derubate della propria libertà ad usare del sano egoismo: nessuno può deridervi per i vostri sfizi e se vi piace la telenovela scema, vi fa commuovere o ridere oppure ha una bella fotografia, nessuno può riderne. Fatevi rispettare.La sopraffazione viene messa in uso soprattutto contro la donna a causa della sua debolezza : urla di meno, solleva un minor peso, è più piccola. Sopraffazione psicologica e talora miserevolmente fisica.Franzisca, tu ben sai quale stima e tenerezza io abbia per te. Grazie delle tue parole.Buongiorno Katherine. La coscienza dell'enormità dello scibile, sia pure a livello di questo sassolino nell'universo che è la terra, è soltanto il primo passo verso l'umiltà, senza la quale non si cresce.Un abbraccio notturno.

    Mi piace

  11. Buongiorno, cara Mimma, se l'essere umano si rendesse conto dei suoi limiti, forse proverebbe a migliorarsi. Un grande filosofo, "Socrate", per far intendere la non conoscenza delle cose formulò la tesi del non sapere. La vera saggezza sta in colui che comprende questa verità, solo così potrà migliorarsi per giungere alla conoscenza, ma essa sarà sempre ridotta per l'uomo: non ci è dato sapere ogni cosa.Splendido pensiero, il tuo, bellissimo il post che ti ha dedicato Marzia: quelle bolle fluttuanti e il sonetto di Shakespeare sono una dedica stupenda.ti auguro una bella giornataabbraccio affettuosoannamaria

    Mi piace

  12. Il primo pensiero è stato per te, Mimmina: desidero mostrarti l'ultima "creatura" di mio marito.Qua eravamo nella magnifica Orvieto.( son di spalle: ti sembro davvero tanto dimagrita? )Un bacio con lo schiocco!!

    Mi piace

  13. Buon pomeriggio, signore,evviva, evvivissima, molto più evvivissima assai.Annamaria: il nostro sapere è appena la punta di un iceberg, il resto è sommerso.Già prendere coscienza di questo è un buon punto di partenza.Mirka: sì, ci scortichiamo abbondantemente, è solo pagando di persona che si capisce qualche sia pur minima cosa.Marzia: ho visto il video, molto bello, e  tu sei dimagrita senz'altro. Ben fatto e non desistere, ne va della salute.Non sono riuscita a mettere il commento di là, non so cosa volesse you tube. Mah.Così te lo metto di qua: meglio di niente.

    Mi piace

  14. Io non sono una lettrice di Donna moderna ma credo di conoscerle abbastanza bene le donne, vedono e pensano come me (ma sono un maschio, figlio, marito, padre, amico).Siamo formiche nere su un sasso nero in una notte nera.                  maInsieme possiamo farcela.Il falconiere

    Mi piace

  15. non posso che condividere il pensiero di Iole, nel suo commento.Quanta disattenzione non giustificabile,  quanta leggerezza nel comportamento umano…Bello leggervi …Grazie Mimmina !

    Mi piace

  16. E bravo Falconier, bel pensiero. Insieme possiamo farcela e in questa notte nera ci sono barlumi splendidi, per i quali vale la pena. Sì, ho invitato le lettrici di Donna Moderna a partecipare delle nostre iniziative: scrivere, tenere un blog, pubblicare ogni tanto, insieme, le nostre belle antologie. L'avviso è sull'ultimo numero in edicola fino a domani, ho ricevuto telefonate splendide. Sì, lo so che tu sei un uomo, e qui uno dei pochi coraggiosi fra tante signore. Benvenuto, benvenutissimo, molto più benvenutissimo assai.Paolam, è bello leggere anche te e purtroppo quel pensiero di Iole è comune. Ma hai visto cos'ha detto Falconier? INSIEME POSSIAMO FARCELA a vivere meglio tutti quanti, la prima cosa è incominciare a migliorare noi stessi senza aspettare il gesto dell'altro.Vuol dire combattere contro l'ignoranza culturale specializzandoci in un campo adeguato al nostro istinto naturale: c'è a chi piace lo sport e a chi la poesia. Chi impazzisce per un tipo di musica e chi per l'altro, ebbene, INSIEME diventiamo una potenza.Vuol dire, soprattutto, amare gli altri non solo quando ci somigliano tanto, ma anche nella loro diversità di pensiero, fede e gusto estetico.Ciò creerà in noi una larghezza di vedute che ci renderà capaci di apprezzare ciò che non corrisponde al nostro gusto personale, da qui la capacità del commento adeguato, che non significa soltanto scrivere "bellissima poesia", ma anche andare dentro l'anima dell'altra persona amandola in ciò che è ed in ciò che comunica. Sempre ricordando che sono barlumi d'intelligenza dentro i quali agiamo.Se poi uno-a non è capace di commentare adeguatamente, può anche scrivere un saluto affettuoso, il messaggio arriva ugualmente perché si distingue subito l'amore dovunque si nasconda.

    Mi piace

  17. Sì, Mimma, è bello quello che dice falconier, l'unione fa la forza e la forza del bene può contrastare l'ingiustizia delle mancanze umane…Navighiamo nella sconoscenza e insieme possiamo fare un bel viaggio…bacini…Ps. Ma cos'è questa storia di Donna moderna, mi sa che mi sono persa  qualcosa !!!Spiegami Mimma  !! Ciaoo

    Mi piace

  18. "Questa cecità, per me, è nobile ed evidentemente il meglio possibile per la crescita umana, non solo di numero, ma nel rispetto di ogni diversità mentale e di pelle."Indovina chi l'ha pensata e scritta  esprimendo anche il mio pensiero…ciao Mimmissimabuona domenicafranca

    Mi piace

  19. No, cara Paola, non ti sei perduta niente, ho soltanto invitato sul blog le lettrici di Donna Moderna, hanno pubblicato il numero del telefono e anziché servirsi del blog hanno telefonato, sono persone molto care, quasi tutte imbranate col computer , in attesa di un aiuto dai figli, che si defilano.La musica è sempre uguale, ora siamo donne, no sceme. Vuol dire che si cucineranno colazione, pranzo e cena quotidiani mentre la loro mammina, che non li svezza mai, se ne va ad un incontro di amiche per imparare  ad usare il computer. Io lo farei. E subito.E basta. Mi sono seccata di vedere tutti questi cialtroni mai pronti a ricambiare con uno spicciolo i sacrifici di una vita.Taccagni anche nel donare un fiore.Francuzza, riconosco senza il minimo dubbio l'autrice di quel pensiero e mi vedo rispuntare la coda spennacchiata. Ah, ah, ah.Passate una bella serata. Domattina tornano tutti i muratori, giornata campale. Dovrò richiudere le micie, che oggi si sono molto divertite in giardino. Il loro miagolio ha assunto ulteriori modulazioni di contentezza e dovreste vedere l'incontro che mi fanno appena appaio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...