Peso forma

Mimma e la granita di caffè con panna

 
Non è la stessa cosa

un boccone in più o in meno
o mi viene il diabete, il colesterolo
e l’infarto. Togliete
togliete quel cioccolattino, chiudetemi
la televisione con le creme che colano
e i biscotti di tutte le marche, lo zucchero
è un vizio. Ho acquistato
settecento pillole di aspartame, duecento
sono in regalo, menzognere
come i tuoi occhi diversi dai tuoi pensieri.
 
Quando il diavolo ti accarezza

significa che vuole l’anima. I dolci
sono tamponi delle carenze affettive, mangio
perché non mi sento amata né di notte
né di giorno. Che schifo i cannoli
ci si sono posate le mosche, ecco. Lo faccio
per la salute
non per rientrare nella taglia 46
oppure 48, che già sarebbe tanto.
 
E poi salirò e scenderò le scale

di nuovo senza aggrapparmi
come la fanciulla che sono dentro
molto dentro. Le rughe
non fa niente. Il collo che pende
basta non guardarlo né toccarlo di nascosto
come ultimo pensiero prima di addormentarmi. 62 chili
il sogno da specchio magico. Specchio delle mie brame
chi è la più scema del reame?
 
                                                                        Domenica Luise
                                                                        (Fotografia di Iole Luise)

 

Annunci

32 thoughts on “Peso forma

  1. Forza di volontà ci vuole, ma ce ne vuole tanta, tantissima! Com'è difficile!Però con l'ironia che ti ritrovi forse diventa più facile tutto.Ma ricordati che sei mooooolto amata, e questo t'impedirà di dire che hai bisogno degli zuccherini e cioccolatini e creme varie.Forte la frase finale! Ma dovevi lasciare bella, perché sei bella.Una bella persona con un'anima che splende al sole della nuova primavera. Cosa si può volere di più?E poi, un chiletto o due di troppo non sono niente, piano piano con qualche camminata giornaliera ti saluteranno.Ciao, Mimma, trascorri una bellissima giornata di sabato e di domenica, e poi così, per tutta la prossima settimana.Attenzione a giovedì!Ciao,Wilma.

    Mi piace

  2. Ciao Mimma, che carina questa tua poesia autoironica. Mi ci ritrovo, anche per me i 62 chili sono un sogno. Camminare, camminare ora che le giornate si avviano al bello; e niente cioccolatini.un abbracciofranca

    Mi piace

  3. In realtà una dieta semplice, con l'eliminazione completa dello zucchero semplice e la riduzione delle porzioni pericolose ( pasta condita, fritture e delizie del genere) mi ha già permesso di togliermi i primi sette chili e mezzo da fine gennaio ad oggi. I dolci vanno dimenticati. mi sento già molto meglio per quanto i miei cinquantasette chili del peso forma non siano neanche consigliabili, me ne bastano sessantacinque. Un po' di ciccia a fare da sostegno alle rughe è indispensabile, sennò mi cadono i puntelli. Ah, ah, ah. Un minimo di allegria ci fa bene in questi tempi duri. Sapete che vi dico? Meglio sessantadue. Quando ( E SE ) ci arrivo festeggeremo, forse l'anno prossimo, a chi campa. Intanto domani sono invitata a pranzo e la vedo dura.

    Mi piace

  4. Tutti a dieta ed io pure ,però per seguire un regime dietetico ci vuole anche una certa serenità,questa dovrebbe venire prima.ciao mimma cara,stai bene.maria

    Mi piace

  5. Cara Mimma, sei simpaticissima, prendersi in giro aiuta, rende la vita meno… guarda un po' il contrario del dolce, amara.  Oltre che essere una persona estremamente colta, sei una prof che tutti vorremmo avere avuto o avere ancora. Leggo sempre con interesse le tue disamine profonde, tu con estrema completezza sai evidenziare i punti salienti e spiegarli appassionando il lettore. Per questi e altri motivi, sei una persona amata e molto, come si fa a non volerti bene. La dieta che stai facendo funziona, la conosco, però hai ragione quei dolci che tentazione! Continua a restare a regime, fa bene alla salute, visto mai… le centenarie proliferano, allora teniamoci in forma e una trasgressione di tanto in tanto, dicono i medici, è consentita: è cibo anche per l'anima.Bacioniannamaria 

    Mi piace

  6. Non dovrebbero esistere persone al mondo capaci di toglierci serenità, ma poiché nessuno è perfetto, a furia di punzecchiare dire male alle spalle ridacchiare davanti e con la scusa di parlare "per affetto" consigliando laddove non mi occorre niente, alla fine  rispondo a tono servendomi dell'abbondante sarcasmo che c'è nel mio pianeta mentale.  Allora fanno finta di aprire la bocca con grande stupore: ti sei offesa? Ma io scherzavo.  Oh, come sarebbe noiosa e riposante la vita senza queste care persone addosso. E magari aggiungono: Però anche tu, quella volta…Non hanno dimenticato nulla, nemmeno quel momento di impazienza o stanchezza o quello che fu. Certe volte mi viene da sorridere: fanno la parte della suocera che non mi è toccata in sorte.

    Mi piace

  7. Mi è partito (certo: ho cliccato su invia commento) il commento precedente prima di concludere. Dicevo che, alla fine, costoro ci parlano ampiamente dei sacrifici che debbono fare per restare in linea, non aggiungono subito: tu invece sei una vacca né lo direbbero in questi termini, però, con apparente cautela e molti "ti devo dire una cosa, ma solo perché tu sai quanto ti voglio bene" eccetera eccetera, "promettimi che non ti offendi, non vorrei ferirti mai, dovresti metterti a dieta" segue disquisizione tecnica sui danni alla salute. Tanto vale farsi trovare a posto, la 46 non strizzata li sazierà, maschi e femmine. Uffa.È ovvio che la vera ragione della dieta è la salute, ma perché girare il coltello nella piaga, bagnarsi il pane, anzi inzupparselo?Sono "I maestrini" che sanno sempre tutto e si fanno esempio a tutti.Scrivendo mi sta venendo il nervoso, buona cosa, aiuta a restare implacabili nelle proprie decisioni.Maria, chi ha detto che ci vuole serenità? La rabbia è un'ottima pedana di lancio.Naturalmente poi diranno che sono sciupata il collo pende sei dimagrita troppo non si fa così.Non ragioniam di lor ma guarda e passa.D'accordo Annamaria, ah, ah, ah, diventerò centenaria, curva, magra, NON rimbambita e poi nel frattempo qualcosa l'inventeranno almeno per fermarmi a settant'anni. O no? Quale consolazione.

    Mi piace

  8. sei semplicemente Bella mentre ti tuffi verso l'amata crema….perché i tuoi occhi ridono e riempiono quella stanza di gioia.Vedo che ti sei parecchio incavolata! Ma "manda a spigolare" quelle maestrine-punzecchitrici a tradimento, come tu sai fare! Concordo, anche la rabbia può essere una sana spinta….sai nell'ultima gravidanza sono arrivata a 80 kg  e tante cornacchie dicevano: mamma mia …si che devi mangiare per due…oggi a diciotto mesi di distanza le stesse dicono: ma vedi di ingrassare sei sciupata! Mah?!non mi peso ma "ballo" nei pantaloni, non ho fatto diete, mangio come un bufalo, è che a me lo stress mi prosciuga…e ti giuro mi ritrovo a ridere fra me e me quando mi guardano con quello sguardo compassionevole e mi dico: il problema è vostro che non siete mai contente…ciao Mimma ti abbraccio!!!

    Mi piace

  9. Concedimi di dire che è stupenda questa poesia. Ma come fai a parare di tutto nei tuoi versi ed in modo così brioso ed amaro insieme???Poesia di Donna in cui io donna mi ritrovo  totalmente.Bravissima la mia Mimma e quanto ti fai voler bene ,non cambiare mai, mai, mai!nunù

    Mi piace

  10. Mimmina mia, sai cosa pensavo proprio oggi, mentre addentavo l'ennesima fetta di pastiera (crostata di ricotta, dolce tipico di Pasqua, come saprai)?Pensavo che sarebbe il caso di fare un pò di dieta!Poi, sorriso a tutto spiano, ho pensato: " Comincerò domani….".Brava, sempre! Un bacio. Rita

    Mi piace

  11. Utente anonimo, suppongo che tu sia Laura, dal modo di scrivere e da quello che dici. In rari casi la gravidanza, a bambino nato, può portare ad un forte dimagrimento senza dieta, tu sei il secondo caso che sento. La verità è una: gli invidiosi avranno sempre qualcosa da dire contro di noi, un punto debole si trova ed ivi grattano, poi fanno i finti tonti. Intanto tu goditi il tuo, anzi i tuoi bambini, crescili senza abbuffarli perché le abitudini alimentari si consolidano nei primissimi anni,  evita i sapori troppo dolci o troppo salati e le merendine industriali, meglio panino e marmellata, abituali a lavarsi i denti ogni volta che mangiano, insomma, vedi tu. Cresceranno forti e snelli e le buone lingue troveranno qualche altra cosa da dirti.Nunù, benvenuta, ah, ah, ah, ogni tanto mi ricordo di essere donna (sempre!) e scrivo una poesia da donna,  anzi questa è un'antipoesia.  Rita, con la tua linea puoi addentare tranquillamente qualche fetta di pastiera,  certo che la conosco, in questo blog, tra le ricette da cucina, ho pubblicato la vera dose e il procedimento della pastiera che piaceva alla regina Margherita, cerca nella categorie ricette.E adesso torno a letto a cercare di riprendere sonno o altrimenti domattina o stamattina o quello che è sembrerò smunta e qualcuno dirà: come sei sciupata.

    Mi piace

  12. mi sono divertita ma qualcosa mi ha distolto dal sorridere.sento altro, molto altro, e non capisco come puoi far passare una pena infinita in tutto questo balenio di tavole imbandite e taglie e specchi.io non sono un'allodola, piuttosto un falco, lo sai.ma continua pure a fare la dieta, almeno ti saranno elargiti ancora anni, tutti lontano dai cannoli e lucidi di amore.allora lo specchio ti risponderà: sei la più intonata del reame!un abbracciobuona domenicacri

    Mi piace

  13. Cara Cristina, aspetta di leggere il prossimo post…ho lanciato una battutina feroce, una sola, ma sufficiente, la verità è che ognuno porta il suo ciocco, cosa c'è di male a divertirsi un po' nel trascinarselo in carriola anziché sulle spalle? L'ironia è una buona carriola, resiste agli scossoni e le ruote mandano scintille di sarcasmo come quando baluginavano a mio padre i denti d'oro e d'argento che usavano allora. Ecco. Ogni tanto vado ghignando oltre che ridacchiando, meglio di piangere.

    Mi piace

  14. PS: E non so se vi siete accorti che in questa poesia c'è un'ulteriore chicca sempre sarcastica al sangue, guardate l'ultimo verso: "chi è la più scema del reame?" e subito sotto la mia firma: Domenica Luise.Ah, ah, ah. Meglio scema che triste. Scemo vuol dire "diminuito" ossia interrotto, così anche fesso, cioé di mente non sana, il latino dice insana. Ora ci pensate che bello? La mente si è talmente aperta da spezzarsi pure tanto da diventare scema. Questa rielaborazione mimmiana è meglio di un file grafico cavato da una fotografia banale. Modestamente so perfino usare le pezze a colori anche sarta letteraria o quasi, si fa per dire. Basta metafore, vado a controllare le patate al forno.

    Mi piace

  15. Già quando ho visto la foto, Mimma, mi  hai fatto venire l'acquolina, eh, sono in pochi a non essere golosi.Divertentissima la poesia, uno spasso realistico di come anche il cibo è molto legato ai sentimenti, in parte ci sazia  e soddisfa anche d'affetto, però meglio non esagerare.Mimma praticamente abbiamo messo lo stesso giorno due poesie con lo stesso concetto. Sì, perché, pur mangiando siamo sempre affamati…proviamo quel senso di appagamento in quel dolce ma il vuoto  dell'animo è sempre  lì a stridere…Kisss

    Mi piace

  16. quanto umana e disarmante!ironica cmq, non vittimistica, briosa a momenti:"E poi salirò e scenderò le scaledi nuovo senza aggrapparmicome la fanciulla che sono dentromolto dentro. "certo che lo sei!, fanciulla intendo, e si avverte, al di là di quell'ironico "molto dentro"mi ha messo di buon umore, davvero, perché, proprio per il fatto di non essere  particolarmente golosa, .la interpreto a vizio mio :)bella bella!ciao

    Mi piace

  17. Ah, ah, ah, signore, benvenute e ben divertite. Il vuoto che resta dentro, cara Paolam, è una questione prettamente umana: "È inquieto il nostro cuore, o Dio, finché non posa in te" (S. Agostino). Tipo farfalla che cerca il nutrimento adatto. Ghost, ero venuta a commentare la tua poesia stamattina, ma stavolta non ci ho capito niente e ho preferito non cimentarmi scrivendo cosucce inadeguate, così tu sei venuta da me, posso riprovare a mente fresca, ma non so se ne sarò capace. Vai approfondendo l'addensamento e l'ermetismo che ne consegue. Sì, lo so che tu non sei golosa, allora ispirati al tuo miglior vizio, se ne hai, sennò pazienza, comunque i tuoi commenti sono sempre belli e adeguati. Buona serata a tutti

    Mi piace

  18. La più scema del reame è sicuramente colei che si rovina la vita per perdere qualche chilo, facendo tanta fatica e poi recuperarlo, con gli interessi, in un sol baleno:-)

    Mi piace

  19. Difatti, caro barone, hai toccato il punto nevralgico: la più scema del reame è anche colei che esagera tutti i giorni nel mangiare, si becca i malanni e poi vuole liberarsene con due mesi di superdieta. Basta eliminare i dolci, specialmente quelli industriali, e mangiare senza troppi grassi e le fritture solo ogni tanto, altrimenti la condanna è quella che tu dici: i chili ritornano con gli interessi. Bisogna mutare la propria alimentazione e togliere le cattive abitudini, alcool e bibite frizzanti compresi. Giacché ci sono, liberatevi anche dal fumo, che vi fa malissimo,  i medici hanno detto che se fossi stata una fumatrice non avrei superato l'embolia polmonare che nel 1993 mi stava portando via. Per il resto un bicchiere di vino a tavola non ha mai fatto male a nessuno né un caffè né una fetta di colomba il giorno di Pasqua.

    Mi piace

  20. Ehi, buonasera, anzi buonanotte. Accidenti, cara Tinti, sei così sottile che sette gianduiotti ti attraversano indenne.   Ed è vero: la dieta, DOPO I PRIMI TRE GIORNI DI ADATTAMENTO, fa bene al corpo e al morale, ci si sente bene, il corpo si assesta e funziona tutto. Basta procedere lentamente e con costanza. Non molliamoci per qualche sconfitta.

    Mi piace

  21. …accogli stasera le mie fantasie, le mie emozioni e i miei ricordi…non stracciare la mia anima, anche se avvolta con  foglie secche……mi par di sentire…siiiiiiiiiiii lo sento il forte vento fischiare fuori dagli scuri verdi della casa di Tideri……quel vento rabbioso, ma tanto amico, mi par che parli……sembra  un'apocalisse…eppure mi sento al sicuro nel letto scaldato dal prete messo dalla mamma…mia mamma, dagli occhi tanto celesti… domattina so già che tutto sarà sereno e il picchio muratore inizierà a battere sul tronco del nocciolo di  buon'ora…

    Mi piace

  22. Ho letto  la tua poesia sulla dura dieta…almeno tu quasi otto chili li hai persi, io a furia di preparare pastasciutta al marito e intingoli vari, assaggia di qui e assaggia di li non ho perso niente…La giovinezza era un'altra cosa, meno male che dentro, molto dentro, rimane una fanciullina che vuole salire e scendere le scale senza aggrapparsi alla ringhiera… Baci, Iole.

    Mi piace

  23. Ciao Mimma, come sei ironica e sincera, apprezzo tantissimo questo tuo modo di metterti sempre in discussione. Non so se mi piacciono di più i tuoi post o i commenti che fai in seguito, in ogni caso qui da te si sta proprio bene.Un caro abbracciofrantzisca

    Mi piace

  24. Il problema, cara Iole, è che quando si è giovani ci si sente sempre pieni di grossi problemi…per poi capire che quelle erano affettuose carezzine della vita. Boh. Comunque io non desisto, stasera fagiolini, mentre scrivo stanno cuocendo sul gas e se me li dimentico dovrò ripulire la pentola bruciata, non è mica il primo caso. Intanto la glicemia si è sistemata subito, alle prossime analisi controllo il colesterolo e per concludere spero di restare virtuosa, uffa.E niente colomba né delizie, mi tocca UN assaggio il giorno di Pasqua.Frantzisca, e tu non sai con quanta gioia vi accolgo qui da me, quel poco che conosco di voi attraverso le poesie e qualche confidenza mi sta semprepresente nell'anima. L'altra volta, mentre pregavo, mi sono resa conto che brontolavo al Signore ( CHIUNQUE EGLI SIA ) : E ti prego per tutti i miei amici virtuali.Così vado a chiudere sotto i fagiolini.

    Mi piace

  25. Mi ha colpito la frase "non mi sento amata, ne' di giorno ne' di notte", eppure, per quel poco che ti conosco, sento che sei una persona solare, giovane di spirito, sensibile…impossibile non amarti, ma spesso le persone che ci sono intorno danno così scontato il nostro amore per loro e il loro per noi da dimenticarsi di dimostrarlo. In ogni caso, amati tu per prima, pensa alla salute e magari, almeno qualche volta, concediti qualche eccezione alla dieta. Un abbraccio!

    Mi piace

  26. Ah, ah, ah. Essere amati, talora, è diverso dal sentirsi amati, così come amare, piuttosto spesso, è diverso dal sentire l'amore. Ora tutti, con la ragione, sappiamo che il sentire dura poco, può anche essere ingannevole, ma vuoi mettere quant'è bello? È la passione, che dà colore e vita al nostro quotidiano. Talora, invece, siamo carichi di doveri, così alla fine facciamo il gesto più facile e apriamo il frigorifero gratificandoci rapidamente. Intanto le mie analisi, con un po' di dieta e niente pillole, si sono sistemate. E nessuna dieta ferrea, soltanto ho escluso i dolci, che qua in Sicilia giungono alla perfezione. Quindi mi accontento. Amen. Buonanotte, vivete felici e contenti. Ciao. 

    Mi piace

  27. Mimma, lasciati dire che questa poesia è straordinaria, ma merita un commento approfondito che mi devo studiare per bene (ti dico che è una delle tue in assoluto fra le migliori, per alcune ragioni che già ti ha illustrato nunù). Allora ci ritorno appena possibile, un bacio a prestoangelaanais

    Mi piace

  28. Ha ragione angela, l'ho riletta ed è davvero molto, molto, bella e significativa questa poesia…e poi ci fai fare il sorriso finale che non guasta proprio!tanti kiss, sono contenta che la tua dieta ti faccia stare meglio.Grazie Mimma !

    Mi piace

  29. Buongiorno, signore, uffa, mi sono svegliata e così, per consolarmi, ho acceso il computer e sono qui. BUONISSIMA PASQUA, vivete felici, grazie per le parole belle che mi dite, oggi abbiamo in programma un pranzo di Pasqua voluttuoso, poi vi racconterò, mia sorella Iole ha fatto la pastiera della regina Margherita, di cui avete le dosi autentiche in questo blog, nella categoria ricette. Sì, lo so che è un peccato grosso, ma non sarà ripetuto…forse.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...