Ironia feroce (pensiero mimmiano n° 8 e Mimma Giobba)

Mimma maglioncino rosso
Guarda come sono giovane dentro,
peccato che fuori mi sono distratta un momento.
Domenica Luise
( Fotografia di Giuseppe Triglia )
Dopo avere ascoltato le opinioni delle gentili signore che hanno risposto
alla mia azzardata domanda se fosse possibile assegnare anche
a me stessa medesima il prestigioso premio Giobba,
considerato che le suddette signore hanno acconsentito molto generosamente,
mi sono ringiovanita e triplicata per voi, giuro, pura generosità,
non per fare un’ulteriore ruota pavonesca.
Mi sono aperta gli occhi, ammorbidita i tratti e immersa
nella solita sparata di colori. Veramente mi volevo piuttosto
invecchiare ( ancora? ) e fare i capelli bianchi,
ma il lavoro era troppo, mi sono seccata e ho desistito.
Sarà per un’altra volta. Forse.
Mimma Giobba triplice
                                                   (Elaborazione grafica di Domenica Luise)
Annunci

40 thoughts on “Ironia feroce (pensiero mimmiano n° 8 e Mimma Giobba)

  1. Per me sei bellissima e dolcissima dentro e fuori, coi capelli al vento,il volto nel sole e il mare alle spalle. Anche questa foto è poetica.
    "La Mimma quasi furiosa" mi ha dato brividi di stupore, condivisione e ammirazione per le metafore ardite, purissime e sfolgoranti di significato.
    Sei speciale, Mimma. Un abbraccio da lontano, ma col cuore vicino.
    Flavia

    Mi piace

  2. Cara, altro che premio Giobba, un premio superiore alla tua grande competenza, maestria, creatività, ironia e umorismo, e chissà che altro ho scordato. E poi io ti trovo una persona interessante, il tempo scorre per tutti, ma dopo acquistiamo una bellezza interiore maggiore che illumina il viso.

    Un caro abbraccio  
    annamaria

    Mi piace

  3. Marzia: è vero, la mia anima fa nascondello, ma mi sa che qualcuna delle mie amiche mi ha decriptata un bel po’. Vi conviene?
    Flavia: non dimentico mai come ci siamo conosciute, ciò ci rende sorelle stabilmente. Certe volte leggere una poesia è come intravedere l’anima dell’altro in un suo angoletto. Mi capita se mi abbandono a quello che percepisco dentro, se mi blocco e penso: ma io cosa sto scrivendo a questo signore o signora? non riesce più.
    Annamaria: interessanti e belle dentro, siamo una meglio dell’altra. Che nessuno ne dubiti, specialmente noi.
    Tinti: anche tu sei stata autoironica e senza nemmeno accorgertene.
    Un abbraccio pomeridiano, chiudo e vado a leggere sdraiata tra le morbide coltri. Ciao, vivete felici, è un ordine.

    Mi piace

  4. È un romanzo americano che mi ha prestato mia sorella Iole, gradevole. Io l’avrei trattato in un altro modo, sicuramente meno discorsivo.
    Altro che " obbedisco ", Marzia: io reagirei. Ma dignitosamente, non si può fare altro che girare le spalle e andarsene.
    Hai notato quanto si spaventano dell’intelligenza femminile? Ah, ah, ah.
    Quando divento nervosetta mi conforto pensando che anche Gesù, una volta, prese un frustino e scacciò i mercanti dal tempio.
    Ecco.
    E se non stanno buoni scrivo un’altra favola.

    Mi piace

  5. Mimma ciao! Che begli inserimenti gli ultimi che hai postato! Bella questa foto, come posso definirla? Pulsante di vita, quel rosso colpisce e il mare sullo sfondo, sembra una vacanza, sarà che qui oggi ha nevicato tutto il giorno. Simpatico anche l’aforisma che trovo essere molto sensato e spiritoso. Un abbraccio mimma da
    Angela

    Mi piace

  6. Grazie, Marzia, per le viole del pensiero, sono bellissime e le amo molto. Le coltivo in grandi coppe di terracotta davanti al cancello della mia casa. Benvenuta, Angela e grazie anche a te, un buongiorno a tutti coloro che qui si aggirano sperando in un sorriso oppure in una sghignazzata, ah, ah, ah, anche in una bella risata.

    Mi piace

  7. per il tuo senso dell’umorismo, per il resto sei meravigliosa dentro e fuori, io qui immantinente ti dedico l’Oscar della Meraviglia, coniato solo per te.
    Un abbraccio e un bacetto

    frantzisca

    Mi piace

  8. Geniale Mimma. oltre che esilarante. Sto ridendo da dieci minuti senza interruzione.
    Per esserci distratte un momento, ci siamo conciate cosi?

    Baci e abbracci a profusione

    Ross

    Mi piace

  9. Ah, ah, ah. Allora: Ho deciso di attribuire a me stessa il premio Giobba servendomi di questa fotografia, non so cosa uscirà e nemmeno se uscirà, nel caso, non ne farò un dramma. Tra poco vedrete apparire Mimma Giobba. Sono contenta di avervi provocato qualche sana risata, d’altro canto sempre meglio che piangere.
    Vorrei che percepiste il mio affetto molto più fortissimo assai.
    Vivete una bella domenica coi vostri cari, cercate di amare anche senza avere niente e in cambio e tutto andrà a posto. Non significa piegarsi scioccamente e fare di necessità virtù, ci vuole ben altra forza.  Quando lo capirò meglio ne riparleremo.

    Mi piace

  10. Eccomi, puntuale.
    Non è distrazione, quella fuori, negli occhi c’è il riflesso del dentro.
    La bellezza cambia strada facendo, e di solito ha caratteristiche sempre più adatte al dentro: raffinata, tenera, dolce, anche burbera se serve.
    Ieri ho sentito una signora che di quella che tu chiami distrazione diceva: "io, farmi togliere le mie rughette? Mai! ci ho messo così tanto per farmele!"
    Ecco, ciò significa che il fuori va bene così com’è, a ciascuno il suo, così come ciascuno è riuscito nel tempo a "costruirlo".

    Però io non vedo nessuna immagine, né qui, né sotto, agli altri post che hai fatto.
    Ciao, Wilma

    Mi piace

  11. Prima di tutto,mimma, meriti un bacione e poi un premio speciale( e dico sul serio) per la tua vena artistica, ambivalente…poesia e arte pittorica.
    Quanto a pazienza e costanza …ne hai da vendere… ed il premio Giobba lo meriti per diritto. TI conferiamo in coro tutti questi premi e…altri ancora, CON AMORE.
     Nunù

    Mi piace

  12. Marzia, la tua immagine è deliziosa, sono contenta di averla sul mio blogghino per guardarla ogni tanto. Due sorelle perfettamente in linea che prendono, facciamo, la cioccolatta e si inzuppano il biscotto. Beate loro. La glicemia mi è salita a 116 e così mi sono messa a dieta ferrea, se non basta passerò alle medicine, ma io penso che basterà, i primi tre giorni di dieta mi hanno già fatto passare quella fame continua. Incredibile.
    L’importante è abolire tutti i dolci, per me è più facile non sgarrare mai piuttosto che concedermi un biscotto ogni tanto, che ci faccio?
    Ho diminuito al minimo i farinacei e, appena il tempo mi consentirà, farò rifornimento di verdure, finocchi, carote et similia. Mah.
    E cucinerò il pollo coi peperoni, è da un bel po’ che non mangio pollo. Uffa.
    Cara Nunù, mi basta un premio Giobba tanto per farvi ridere, sorridere e forse anche piangere, non so cosa mi uscirà, ma vado al computer della grafica a divertirmi alquanto.

    Mi piace

  13. Ecco, evviva! Finalmente rivedo le immagini e anche l’home page viene presentata come prima, non che debba scendere giù col mouse per due chilometri! Allora, era splinder che faceva i capricci. Ok. Era successo già un’altra volta e poi si era tutto "ricomposto".
    Ora provo a guardare le cose indietro.
    Ciao, Mimma, sei Bellissima!
    Wilma.

    Mi piace

  14. Comunque mi ero già dimenticata del fatto che avevo chiesto il supporto di splinder, come mi avevi suggerito: ergo: hanno rimesso a posto gli "splinderiani"!
    Bay, bay,
    Wilma.

    Mi piace

  15. Premio Giobba, premio per la tua grande sensibilità e creatività, per il tuo grande cuore e l’amore che trasmetti, per la poesia  che nutri giornalmente.Bellissima foto cara Mimma, quella brezza che ti scompiglia i capelli ed il mare, mi pare di sentirne il profumo
    un sorriso :*

    Mi piace

  16. Oh, come sono contenta, cara Wilma, adesso mando gli stessi indirizzi a Rossella, che si cruccia con l’identico problema ed è andata a guardare le immagini del mio blog sul computer di suo marito. Cara Daphnee, mi commuovi, sono una poveraccia qualunque e non lo dico per umiltà, è proprio vero. Piena di limiti e di no.
    O forse, altrimenti, sarei uno stoccafisso e non potrei scrivere poesie, per quelle ci vogliono gli imperfetti.

    Mi piace

  17. Il premio Giobba te lo meriti abbondantemente, anche se vedo che sei stata pigrotta :)) con te, te la sei cavata, si fa per dire, in un tris  di un’unica immagine !! Faccio richiesta  di un ulteriore gioco di colori  e trasfomazioni !
    Sei giovanissima Mimma, molto bella, sia in viso che nell’animo. Davanti al tuo mare blu, il tuo essere rosso passione in tutto ciò che affronti, sei la nostra mascotte, il nostro punto di riferimento. Sei grande, un abbraccioneee ! Kiss

    Mi piace

  18. una e trina
    colorata
    ringiovanita
    e mi piace anche il trittico policromatico, delicato, proprio come si confà a un animo poetico artistico pluricreativo come il tuo.
    il premio lo sottoscrivo, ampiamente meritato… sopporti perfino me! eheheh….

    Mi piace

  19. Rita Iacomino: sì, quel pizzico non manca…
    Paoletta, molto gentile, ma Paganini non ripete, adesso basta
    con la mia faccia, mi sono trattata abbastanza bene, ah, ah, ah.
    Cristina, mi viene da ridere al pensiero che TU sopporti me. Ah, ah, ah, ah.

    Mi piace

  20. Ciao, Cricri, buongiorno o buonanotte, anzi buongiorno. Mi sto quasi riaddormentando ( mi sono svegliata all’una ).
    Sei molto cara. Vorrei fare di più, ma è un periodo in cui le forze calano, forse dipenderà pure da questo sonno disordinato che ho.
    Sto trascurando del tutto il club poeti e facebook, gestire un blog non è cosa da nulla, almeno per me. Dicono, comunque, che il vino debba invecchiare per giungere al proprio meglio.

    Mi piace

  21. Bellissima la seconda immagine della trismimma!
    Hai una bella inventiva, e l’arte nel DNA.
    Ciao, Wilma.
    PS: le immagini le avevo viste l’altro ieri, ma oggi di nuovo non ne vedo manco una. Riscriverò al supporto splinder, dove ci sono teste proprio toste (nel senso di "dure" di comprendonio)!

    Mi piace

  22. Va bene Mimma, giusto perché sei stanca. Ed hai ragione, il sonno regolare sarebbe essenziale per  sentirsi più riposati, pure io a volte mi sveglio nel cuore della notte e poi il giorno dopo sono a pezzi, quindi ti capisco benissimo… un abbraccio grande !

    Mi piace

  23. Ehi! Buongiorno, benvenute e sempre ben ritornate. Tra poco servizi domestici, oh, che dolore. Debbo anche spazzolare Coccola, la gattina a pelo lungo: le è uscita all’improvviso una specie di criniera intorno al collo e lei se la lascia sbrogliare a pancia all’aria e facendo le fusa, appena sbaglio e tiro di poco schizza via. E le è aumentato il pelo dapertutto, sembra un’orsacchiotta di peluche. L’altra gatta, Cristina, è gelosa e così, l’altro ieri, l’ho accontentata e ho spazzolato anche lei, mah. Quisquilie quotidiane. Ciao, corro a compiere i miei doveri uno più eccitante dell’altro.

    Mi piace

  24. che bella!  foto stupenda, così come le diverse elaborazioni artistiche.
    che emozione poi.
    cmq, devo dire che il distico è fulminante, molto bello (anche se severo con te, ma l’ironia, quella grande!)

    ciao!

    Mi piace

  25. Ciao, fantasmina, spero che tu stia meglio con gli occhi e che papà e mamma siano in piena forma. Hai visto come mi diverto, talvolta? Nell’elaborazione Mimma è partita come un tappeto volante. Ho letto su internet come un tecnico invecchia col computer le signore, ci sono un mucchio di strani passaggi, poi lui ha fatto i capelli bianchi filo a filo, per me meglio ringiovanirci tutte, facciamo prima e siamo più belle.
    Trascorri una serata lieta e grazie di avere fatto un salto sul mio blog.

    Mi piace

  26. Ma sei tu? Dolcissima! mi ricordi qualcuno, ma in questo momento non so bene chi…Anche a me piace giocare con photoshop, ma ultimamente ho così poco tempo che non riesco più a farlo..chissà…magari un giorno o l’altro ci riuscirò di nuovo e ti chiederò qualche consiglio. Tu sei bravissima!

    Mi piace

  27. Buongiorno, belle signore.Benvenute e sempre ben ritornate nella mia casetta, questo blog è una specie di nido da dove cinguetto sperando che qualcuno mi ascolti.
    Angela, non sei una schiappa: io col computer faccio una gran fatica, sembra dotato di dispetti da star.  Ne ho capito le potenzialità per quello che volevo ottenere, altrimenti sarei stata ben lontana. Oggi o domani finisco la trasformazione della fiaba dell’usignola stonata in fumetto: non sai quello che ho passato con quelle immagini che balzavano qua e là ed anche scomparivano, non sono riuscita a capire in quale modo. Le cancellavo dalla tastiera, meno male che c’è modifica annulla o me le sarei dovute cercare ogni volta e rimettere a posto. E per mettere in modo giusto i fumetti ci vuole tempo, pazienza e buona volontà. Adesso il file in bianco e nero, coi fumetti, viene enorme. Né capisco come ho fatto a creare immagini da 70 e più cm. di larghezza se le immagini scannerizzate erano disegnate sul formato A4. Ieri ho provato a rimpicciolirle, ma incollate sulle precedenti ( che poi cancellerei dal di sotto ) mi scombinano tutto l’insieme e debbo riaccomodare tutto, che non è pensabile.
    Katherine, che piacere vederti qui. Ho tanto gradito il tuo commento alla fiaba dell’usignola, sull’altro blog, è lento perché anche lì potevo dimezzare senza esitazione ogni disegno usato, ma che vuoi, non sono un’esperta, vado provando. Sì, la persona fotografata e poi ringiovanita sono io. La prossima volta conto di invecchiarmi. Ci sarà da ridere. Per quello basta guardarmi allo specchio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...