Simili a me

Mimma arcobaleno
 
Io non sono la pecora giusta, ecco.
Nera
con un occhio azzurro che ride
e l’altro nero che piange
e poi non belo soltanto, conosco le lingue
e ruggisco starnazzo sibilo frinisco
barrendo a proboscide alzata
con nitrito al vento, ma succhio e faccio le fusa
sulla pancia di mamma gatta
e molto altro. Esco regolarmente
dalla crisalide. Alla fine
ho il gorgheggio dell’usignola
verso la luna
in cielo o nel pozzo.
 
Poliedrica multicolore, vado migrando
dai poli all’Africa o dovunque, raggio
che cerca pace. Mi appoggio
dalla mia alla poesia universale
ed ecco, sono arrivata, amore
all’amore.
 
Anche una pietra o stella
nasce cresce muore
rinasce in seme. E la scintilla
dal ceppo.
 
 
Domenica Luise
(Elaborazione grafica di Domenica Luise)
 
 
 
 
Annunci

29 pensieri su “Simili a me

  1. Sei una persona vera, amante della verità, delle emozioni sincere.
    Una poesia ricca d’atmosfera, una fiaba in versi, un dolce canto che si fa musica. Arte nella tua lirica, arte nella grafica, una festa di colori come il tuo cuore.
    Buona giornata, poliedrica amica.

    un grande abbraccio
    annamaria

    Mi piace

  2. Mimma, mi hai fatto venire in mente la Pentecoste: sai quando scende la fiammella sugli apostoli ed essi vanno in giro per il mondo e parlano tutte le lingue? (Ma tu lo sai meglio di me). Anche tu parli universalmente il linguaggio dei colori, degli umori, della poesia (potere della poesia) che raggiunge il cuore di chi ascolta o guarda o legge.
    Mimma confermi proprio tutto quello che ho scritto nella dedica, sei una persona terrena, sì, molto terrena! Ma anche molto speciale. Stai raggiungendo davvero le vette, ma resta intatta la capacità di essere vicina a tutti noi. Un saluto affettuoso da
    Angela
    Stamattina sono emotiva: ti voglio bene.

    Mi piace

  3. Care, vedo che mi volete un gran bene e mi fa piacere pensare che non sia immeritato. Anch’io vi ricambio a tutto campo. Sono commossa per il modo in cui Annamaria ha " decriptato " la poesia, e grazie, cara Angela, per le cose straordinarie che dici, è vero, voglio restarvi sempre vicina ed anch’io sono emotiva stamattina e vi voglio bene, benissimo, molto più benissimo assai.

    Mi piace

  4. questa poesia bellissima ,che davvero sembra una fiaba ,mi ha fatto venire in mente quante cose possiamo essere come bisogna sempre cercare di conoscere l’altro ed il buono che può dare.
    mi ha fatto pensare a quante cose diverse possiamo essere cercando di cambiare in meglio.
    maria

    Mi piace

  5. Io, Mimma, ti dico solo una cosa. Quando si è belli come sei bella tu, non può creare che cose belle. Punto.

    Aggiungo solo che ti voglio bene. Ti abbraccio, Rossella

    Mi piace

  6. Bau, cricri. Rossella, è meglio guardarmi allo specchio piuttosto rapidamente, ah, ah, ah. Maria, hai detto una cosa verissima: cercare di conoscere l’altro e il BUONO che può dare. Qualche giorno fa, sul club poeti, ho letto alcuni commenti e ho visto che qualcuno, per commento, intende trovare col lanternino l’aspetto limitante o quell’unico punto un po’ debole. A cercare accuratamente in tutte le opere c’è qualcosa che non va come in tutte le persone, Divina Commedia e santi non esclusi. La critica oculata e intelligente, invece, è riconoscibilissima, se poi uno sta lì per dire spiritosaggini e anche cretinate, non è posto per lui. Ciao, care figliole, passate una bella serata, mangiate, ridete e dormite serenamente alla faccia dei guai.

    Mi piace

  7. Cara dolce Mimma, scaldati virtualmente a queste fiamme, io mi sono riscaldata sulle onde della tua bellissima poesia, e dei commenti generosi che mi hai lasciato. Tu parli il linguaggio universale dell’amore ecco perchè riusciamo a capire, e il tuo gorgheggio arriva limpido e chiaro anche attraverso il p.c.
    Canta dolce Usignola, canta sempre per noi.
    Un abbraccio stretto-stretto, così ci scaldiamo a vicenda.
    frantzisca

    Mi piace

  8. Care Rossella e Frantzisca, cosa posso rispondervi se non grazie? In questo mondo talora così triste ho trovato una piccola oasi e ne sono grata al cielo.

    Mi piace

  9. "… poi non belo soltanto, conosco le lingue
    e ruggisco starnazzo sibilo frinisco
    barrendo a proboscide alzata
    con nitrito al vento, ma succhio e faccio le fusa
    sulla pancia di mamma gatta
    e molto altro. Esco regolarmente
    dalla crisalide…"

    Quanto mi piace, quanto ti è venuta bene ( è per non dire il solito bella )! E non lo dico perchè sei amica mia.
    E’ positiva, forte, leggera, distillata.
    Buonanotte elefantino rosa

    franca

    Mi piace

  10. Quanto hai ragione, cara Franca, a darmi dell’elefantino rosa! Il peso c’è. Mi hai fatto pensare a quel magnifico Fantasia di Walt Disney. Comunque gli attributi che scegli per questa poesia sono particolarmente interessanti e dimostrano che vai sempre più migliorando nell’assaporare la poesia altrui. Tu dici che è " positiva, forte, leggera, distillata ".
    In quattro parole hai espresso benissimo cosa ti ho comunicato, ciò è sorprendente. È anche vero che l’amicizia non c’entra, se una cosa suscita partecipazione autentica dal commento si vede.
    Cara Marzia, non mi ricordo esattamente come ho creato lo sfondo di questa immagine, ho comunque preso un foglio  ( in paint ) su cui ho incollato più volte l’immagine di un arcobaleno che allora avevo cavato da M. Word, credo che poi abbiano tolto, nelle edizioni successive, quei bei colori, ma su internet trovi tutti gli arcobaleni che vuoi, te ne scegli uno coi colori netti e ci usi gli effetti speciali del tuo programma di fotografia oppure grafica o quello che è. È importantissimo che lo sfondo sia più sbiadito del primo piano, affinché esso emerga ( prospettiva aerea ). Dopo di che ho scontornato una mia fotografia, l’ho trascinata sullo sfondo già pronto e, usando la sequenza  dei colori dell’arcobaleno, col gradiente ( ho trovato il programma in omaggio nel mio primo scanner e si chiama Presto! Image folio: una meraviglia ) , ho iniziato a fare delle selezioni e con lo sfumino
     ( stavolta in photo adobe de luxe )  a sistemare delicatamente i punti di sutura fino a che non si è visto più niente e tutto è sembrato omogeneo. Ho concluso mettendo in evidenza i contorni con un pennello non troppo sottile. Ho disegnato col mouse perché ancora non avevo la tavoletta grafica. Non ho usato i livelli. Salvavo il lavoro man mano che progredivo, se sbagliavo tornavo al modello appena salvato. Ho coperto completamente la fotografia e, quando sono stata sodfdisfatta, ho salvato il file.

    Mi piace

  11. Mi piace, mi piace.. anch’io a volte mi sento un piccolo cristallo che può riflettere in minima parte il raggio del Sole… forse capita a tutti, ma ci frena dal dirlo un vago senso di pudore…errato a quanto pare " spudorata" sorellona, nonchè elefantino rosa, nonchè farfalla o gattina..Ah, sono Iole, l’avevi capito,no? TVB, buona giornata!

    Mi piace

  12. Bellissima Mimma, ti ci vedo tutta in questo volo cosmico dell’anima, tu, la tua poesia e quella universale, amore che si unisce ad  altro amore. com’è bello scavare nei tuoi versi, ci si sente uno smarrimento umano che diventa giocoso, quasi gioioso nelle sue  ferite e che non si scoraggia e cerca sempre una scintilla per  quel ceppo così pesante che è questa vita. Mi hai fatto ricordare il ceppo che mio padre metteva nel camino, perchè durasse  a lungo il suo calore. Tanti baci

    Mi piace

  13. E brave, ma come miglioriamo nell’analisi del testo e nella compartecipazione. Utente anonimo Iole e sorella, hai visto che stavolta non hai avuto bisogno di alcuna delucidazione ed hai capito in maniera perfetta? Per la cronaca: quando Iole ha letto la mia precedente poesia pubblicata su questo blog mi ha chiesto cosa intendessi per " parto ebbro" e così abbiamo parlato del parto poetico.
    Paolam, che bellissimo commento. Capita molto di rado che, nel commentarmi, qualcuno delucidi a me stessa la mia poesia trovando sfumature che avevo scritto d’impulso, ma senza penetrarle. Stavolta tu l’hai fatto egregiamente e con grande spontaneità. Ecco cosa intendo per commenti " veri ", non quelli che si preparano a tavolino magari con sfoggio tecnico di paroloni, ma quelli che voi scrivete per me. E mi fate sentire ricca più che se avessi le mani piene d’oro e una casa editrice internazionale a mia disposizione, meglio il dono della poesia, il più bello di tutti.

    Mi piace

  14. Ci siamo sfiorate tra i commenti di Annamaria, ho letto il tuo commento sul tuo padre spirituale che nonc’è più e ti ho seguita qui…da un paio di mesi ne ho trovato uno dopo trantanni di ricerche e l’ho trovato nel momento più duro..
    la tua poesia è bellissima, molto personale, con un finale meraviglioso che condivido a pieno.
    Avrei piacere di rincontrarti, sento ne valga la pena
    un caro saluto

    Laura

    Mi piace

  15. "raggio che cerca pace" è spesso l’essenza delle tue poesie, in questa è esplicito. Sempre molto profonda e universale, messaggera d’amore che arriva all’anima di chi legge. Ciao, Wilma.

    Mi piace

  16. Buonanotte a tutte, signore, ieri sera sono crollata presto e altrettanto presto mi sono svegliata. Mah. Laura, che gioia il tuo commento, ho tanto piacere anch’io se vorrai ancora contattarmi e percepisco che sarebbe bellissimo. Ma non hai un blog? Altrimenti scrivimi un PVT.
    Wilma, leggendo le tue parole, che mi fanno pensare a fondo, ho capito che il mio raggio cerca pace in due modi: mescolandosi al raggio degli altri e, tutti insieme, unendosi alla luce senza inizio e senza fine che intuisco in oscuro, molto in oscuro. Unirsi senza perdere la propria individualità, nell’ammirazione di questa strana vita.

    Mi piace

  17. Ogni tuo scritto, ogni tuo disegno o ritratto che sia, parla d’Amore. Ed é per questo che le tue parole, proprio come le immagini, arrivano dritte al cuore, senza ostacoli! Almeno al cuore di quelli che, come me, condividono il sogno di vivere…
    Grazie, splendida Mimmina, del tuo essere così contagiosamente positiva

    Mi piace

  18. Buongiorno, care, grazie a voi per la vostra presenza e le parole affettuose. Ho anch’io quelle che Cristina chiama " paturnie " , i nervi, le arrabbiature, gli scoraggiamenti, la luna nera e anche nerissima. Me li faccio passare in qualche modo e cerco di essere brava anche se non sempre ci riesco.  La poesia è un grande aiuto. E adesso, prima di farvi la confessione generale, vado a prepararmi un bel caffelatte con una fetta di panettone, ho già attaccato il primo. Così accendo pure i termosifoni perché sto incominciando a rabbrividire.

    Mi piace

  19. Poesia ,autoritratto. Ti definisci poliedrica, in continua metamorfosi, eppure c’è qualcosa dentro te che non muta,l’amore-scintilla per la poesia.
    Ancora una tua BELLISSMA, con il piacere che procura a chi la legge.
    Ciao, dolce amica.

    nunù

    Mi piace

  20. Questa è la più bella, per me,
    entra nell’anima
    con varie sfacettature
    il nostro io poliedrico che si trasforma,
    e alla base di tutto il vissuto, leggero o pesante
    dolce o amaro ecco…c”è
    l’amore…
    magnifica tu anima
    di sorrisi e speranza
    amica mia grazie.
    Un abbraccioneoneone:
    Chiara

    ps:buona giornata
    oggi c’è il sole
    finalmente!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...