Amor dolore gioco

Schizzo di ballerine


 Un utero che mi gestisce in spirale.

Ruoto intorno al mio sole
o nucleo della cellula
fluttuando.

L’urlo di Munch  ed i prigioni
di Michelangelo,
la Venere
di Milo. Scarafaggia
e usignola.

Volevo le scarpette da punta
e il tutù di velo bianco. Allora
ballai in poesia

cantando e stridendo, creatura giocosa

in partita di serie A. L’avversario
non so
forse la caducità o il filo di capello
che sempre ha deviato il mio destino
e legato il volo.

Goal. Si ricomincia.

Lo struggimento
e poi?

 

                                      Domenica Luise

                  (Elaborazione grafica di Domenica Luise)

 

 

Annunci

26 thoughts on “Amor dolore gioco

  1. Bene, bene! Evidenzo questi versi, centrali, in ogni senso:
     
    Allora
    ballai in poesia
    cantando e stridendo, creatura giocosa
    in partita di serie A. L’avversario
    non so
    forse la caducità o il filo di capello
    che sempre ha deviato il mio destino
    e legato il volo.

    (Wilma)

    Mi piace

  2. Non è venuto scritto come appariva, il mio commento precedente, specialmente i versi evidenziati, e poi non ho potuto più continuare a scrivere come volevo. Pazienza, riprendo qui.
    Era per dirti, ancora, che ieri ho letto le poesie che avevi pubblicato sul libro Il Giardino dei poeti, e ora che conosco meglio il tuo poetare, mi sono paciute tantissimo.
    Ecco, volevo dirti anche questo.
    Ciao,
    Wilma.

    Mi piace

  3. Una poesia dedicata alle donne e all’amore. Il concepimento di una nuova vita che è destinata a subire delusioni, ma poi si ricomincia, tutto parte dalla cellula.
    La tua elaborazione grafica è stupenda quanto i tuoi versi.

    abbraccio grande
    annamaria

    Mi piace

  4. L’avversario
    non so
    forse la caducità o il filo di capello
    che sempre ha deviato il mio destino
    e legato il volo.
     
    Goal. Si ricomincia.
     
    Lo struggimento
    e poi?

    Un filo- capello di tristezza e poi ricomincia il gioco. Evvai Mimma, anche questa un gioiellino di concentrata gioia di vivere
    bene bene Applausi
    franca

    Mi piace

  5. Grazie, care, sono sorpresa e commossa perché mi siete effettivamente vicine. Chi scopre qualche barlume poetico in sè e negli altri ha trovato un forziere con tesori diversi, ma tutti belli. È il meglio del meglio. Non un brillante freddo, che resta lì sempre uguale,ma un’onda di mare, un uccello che vola, un big  bang e quant’altro. Esplora radici inaspettate e sa che c’è molto altro nelle profondità delle anime. Che bellezza. Buonanotte, signore, vivete felici, passate ore serene e fate i sogni più belli. Vi sto preparando una sorpresa pazza, sappiatelo.

    Mi piace

  6. Benvenute, care Francesca e Marzia, adesso vi racconto da dove è uscito questo " schizzo di ballerine ". Dunque, quando ancora insegnavo lettere all’IPSIA di Barcellona Pozzo di Gotto, un grosso paese qui vicino, c’è stata la riunione del consiglio docenti prima che iniziasse il nuovo anno scolastico. Era un momento tragico: venivamo tutti abbronzati, con l’estate appiccicata addosso, ridendo e ammiccando, desiderosi soltanto che finisse presto e ci lasciassero qualche giorno in pace nel frattempo. Era un momento tragico e, per non annoiarmi troppo, sul quaderno che avevo in borsa , con la penna a biro, ho fatto questo schizzo di ballerine. C’era dentro la mia voglia di volarmene via. Mi sono accorta subito che era buono, allora ho provato a copiarlo, niente da fare, non riuscivo più a metterci dentro l’afflato. Voi mi capite. In quel modo, su carta non ricordo più se a quadretti o a righe, non potevo farci niente.
    Quando ho scoperto il computer l’ho scannerizzato, ho usato un bel programma di grafica che mi hanno dato in omaggio con lo scanner ed ho cancellato tutto lo sfondo servendomi del gradiente per gli spazi più ampi e della pazienza e della gomma per tutti gli interstizi. Lo schizzo, per me, valeva tanta fatica. In quanto all’uso del gradiente, occorre regolare i colori accuratamente perché è vero che certe cose le fa il computer, ma soltanto dietro comando dell’essere umano. Niente esce fuori a caso. Il lavoro finale doveva essere omogeneo. Difatti forse voi vedete punti di sutura o rimasugli di righe o quadretti o che so io? Sembra un quadro, ma se guardate bene noterete che è uno schizzo perché ho lasciato tutte le linee della penna a biro.

    Mi piace

  7. Splendida poesia di vita,
    semplicemente così..lo struggimento e poi…il sole si spera.
    Un sorriso carissima e un abbraccio
    Chiara
    Dimenticavo intenso lo schizzo, veramante brava!!!
    CIAO buona giornata, qui, non si vede nulla solo la nebbia.

    Mi piace

  8. Buongiorno, Chiara, qui invece il sole va e viene, nel complesso non mi lamento, spero, per domani, nell’estate di S. Martino. Mah. Ho voglia di uscire a passeggio.

    Mi piace

  9. MImma, che bella e lunga storia c’è dietro questo disegno, davvero  divertente, hai fatto bene a conservarlo, è uscita fuori una cosa  splendida  e  sinuosa.
    Infatti il computer  esegue la tua fantasia e il tuo movimento di pazienza nell’elaborare.
    La poesia è un volteggio che si espande e segue il ritmo dei sentimenti della vita. Anche dopo un successo, un goal, si ricomincia in questo gioco d’amore  e dolore. Bellissimo il titolo che apre  molto bene il sipario ai  tuoi versi. Tanti baciniii, bellissimaa  ballerina di poesia !!

    Mi piace

  10. Eccomi qua,buon pomeriggio, signore. Benvenute, benvenutissime, molto più benvenutissime assai. Ecco. Stavo pensando che un goal è come la vita: vittoria e sconfitta con un solo colpo.
    Una squadra piange e l’altra ride.

    Mi piace

  11. Eh ma che meraviglia MIMMA!!!!!!!  Geniale come solo tu a volte riesci ad essere.  Lo struggimento e poi? Io dopo lo struggimento, resto vuota. Di più non potrei dare.

    Mille affettuosità  amica dolce e incomparabile. Ross

    Mi piace

  12. Colpita, molto colpita da questa tua bellissima, mimma.
    Volevi le scarpette da punta ed un tutù di velo bianco , ma il destino ti ha reso altro: il dono della poesia  e credo che solo in parte ti abbia legato il volo(anzi affatto), se hai saputo e sai volare alto con i tuoi versi e se sai dipingere divinamente.
    La tua Arte è danza, come è una continua partita quel tuo metterti in gioco attraverso le tue naturali doti.
    Non struggerti , cara, e non pensare al poi. Guarda invece quello che scrivi e che dipingi; avvince chi lo legge.
    Sei già vincente.
    BRAVISSIMA!!!!

    Mi piace

  13. Grazie, care.  Quanta giovinezza abbiamo ancora dentro di noi, da spargere come semi sulla terra aperta. Vi abbraccio e vi auguro felice sera e felice vita.

    Mi piace

  14. che verso potente Mimma quello iniziale!
    ma tutta la poesia fa sua una struttura a filo spirale di DNA che mi piace molto.
    molto anche l’accostamento con momenti quotidiani e la punta di ironia che vi leggo ("Goal" !)

    e brava campionessa!!!!

    ciao

    Mi piace

  15. Grazie, Fantasmina e benvenuta su questa spiaggia nei tuoi momenti di libertà. Hai colto bene il mio contenuto, come sempre. Evvviva, evvvivissima, molto più evvivissima assai. 

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...