Il saluto di Beatrice

Astratto deformato

Tu che mi segui fitto fitto
in trama di parole e versi
tu che ti affacci e basta
un sorriso 🙂

Tu amico di penna
inchiostro e di sventura
mi tieni fermo il margine
ché non esca poi di troppo
il mio dolore

e mi parli
e ti parlo
senza vergogna di mostrare
le nostre nudità evidenti

sulla schermata
si sfiorano i palpiti
si incontrano le parole
si penetrano i pensieri
si incarnano le immagini

La vita in fondo
è anche geometria di voci
un cerchio diseguale
l'imperfetto movimento che aggrega le distanze

qui
sul nascere
  è poesia d'abbraccio 

Beatrice Zanini
 
  Con questa poesia Beatrice ( Bea Marbe ) ha voluto dire addio agli amici amati.
La sua anima è partita stamattina per il viaggio finale nella luce,
dove alla fine ci riuniremo così come tutti speriamo. Ciao, Beatrice.
Se volete commentare, fate clic QUI per trovarvi sul blog di Bea.

(Disegno di Domenica Luise)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...