Autunno

Mimma autunno

 

L’uva ha bevuto il sole ed io la vita, aspetto
l’ebbrezza del mosto. Il dolore
ha concimato i campi e gli uliveti, pane e olio
nel silenzio azzurro, nonno Ninai
aveva un coltellino a serramanico
col quale tagliava il suo pane a pezzetti. Seduta di fronte
guardavo l’incanto del vecchione
che si metteva in bocca i morsi
e masticava lento.

             Domenica Luise

                (La stampa antica, a cui ho sostituito il volto con il mio,            rappresentava l’autunno, ma era disadorna, così le ho disegnato
in testa il serto di uva servendomi del mouse e dei colori                   posti a disposizione dal computer).  

Annunci

57 thoughts on “Autunno

  1. “L’uva ha bevuto il sole ed io la vita, aspetto
    l’ebbrezza del mosto. Il dolore
    ha concimato i campi e gli uliveti, pane e olio
    nel silenzio azzurro”

    Mi piace molto fino qui. Poi avrei continuato sullo stesso tono, mischiando vita e natura, ma sempre facendo riferimento alla stagione (colori… e altro…).

    La seconda parte è bella in sé, potrebbe essere l’inizio di un’altra poesia, in cui affiorano ricordi…
    Forse tu hai voluto associare l’autunno a tuoi ricordi d’altri autunni? Però, a me sembra che così svii il pensiero da quell’atmosfera in cui ci si cala con la prima parte che è straordinaria, con quel “aspetto l’ebbrezza del mosto” e tutto il resto.
    Queste le mie impressioni a caldo.
    E… buon autunno! Wilma.

    Mi piace

  2. Ehi, buongiorno, Wilma! Sì, mi piace molto mescolare i ricordi con le stagioni cambiando musica e pensiero, praticamente dalla strada maestra ho preso improvvisamente un viottolo, lo faccio spesso in poesia e, di sicuro, anche nella vita, non sono sempre prevedibile. Hai proprio ragione, quel collo è lungo, pazienza, Modigliani docet…

    Mi piace

  3. sai quanto sono scarsa nel commentare, perà assidua nel leggerti.
    Bella assai la sostituzione, veramente l’hai resa “ottobrina”, che sa di uva e di vino.
    Condivido il commento di Wilma che ha espresso benissimo anche il mio pensiero.
    Anche per me il collo alla Modigliani sugggerisce sinuosità e creatività.
    buona giornata :)*

    Mi piace

  4. ciao cara, mi spiace hai faticato a leggere ma scrivo colorato perchè presto o tardi tornerò al vecchio blog con lo sfondo bianco, per questo mi diletto a “colorare” i post! La poesia a me piace molto, sembra quasi di avvertire il profumo di quell’uva scaldata da un sole ormai tiepido. ed è bella anche la foto, magari sapessi io fare queste cosucce col pc! :0)

    Mi piace

  5. Bravissima Mimma,
    per me la poe sta bene così, ovvio che non ho basi di critico, cmq io leggo nell’attesa di ebrezza dell’incipit, ( di una vita già bevuta ) una contrapposizione che rimanda al lungo inverno. Nel dolore che concima i campi c’è una vita di travagli… e (la figura del nonno che gusta lentamente il pane) come a significare che anche se non ci saranno ebbrezze di libagioni il pane è dolce.
    C’è la serenità dell’accettazione per una vita ormai trascorsa senza
    ubriacature; ma che in fondo si trova in altro…l’incanto del vivere, così l’ho percepita e la faccio mia.
    Un abbraccio
    frantzisca

    Mi piace

  6. Buongiorno, Francesca, bene arrivata, grazie e sempre bentornata. Io avevo, da piccolissima, un intenso colloquio con nonno Ninai, che era il papà dello zio Peppino, marito di Concettina, sorella della mamma. Ci volevamo un gran bene. Ai miei occhi era decrepito. Mi ricordo che un giorno andò in campagna e, al ritorno, mentre pranzavamo, uscì un garofano rosa dalla tasca e me lo offrì attraverso il tavolo perché gli zii coltivavano in campagna anche i fiori: garofani e margheritone.

    Mi piace

  7. Mimma, sai che le tue immagini non mi si aprono. Non importa, ho una buona immaginazione, e poi ce ne sono tante e talmente belle nei tuoi versi….

    Ti trovo eccelsa.

    La prossima volta forse già questo aggettivo sarà poco adeguato.

    Abbraccio (aiuto il tempo non mi basta più!)

    Ross

    Mi piace

  8. Rossella, chiama un tecnico, non è giusto che tu non veda le immagini. Ora che ci penso, neanche a me si apre l’ultima immagine del giardino dei poeti. Accidenti. Che strano. Sei sicura di non avere battuto qualche combinazioni di tasti involontariamente? I misteri del computer non finiscono mai. Comunque, grazie di esserci sempre.

    Mi piace

  9. Miracolo! Miracolo. Sono andata sul giardino dei poeti e vedo tutte le immagini, compresa l’ultima, che è bellissima. Rossella, ma tu forse hai Vista? Non si saranno bloccate le schede? Boh.

    Mi piace

  10. che meraviglia!
    la poesia: piaciutissima
    l’immagine: superba

    poi, poi grazie per tutto.
    avevo bisogno di uno scossone gioioso
    vedere il tuo viso: bellissimo

    ciao

    Mi piace

  11. Buongiorno, bella gente, utente anonimo, ciao, hai dimenticato di mettere un nick, un autografo, chi sei? Grazie comunque. Salve, Fantasmina, bene arrivata, ogni volta che vedo la tua firma, l’avatar oppure una tuaa poesia, io sorrido. Che bella cosa.

    Mi piace

  12. Sei incredibile, Mimma! Mi piace la tua poesia e mi piace il tuo quadro, non sarà tutto “tuo”, ma c’è tanto di te.
    Amarezza e tenerezza, nei tuoi versi, e un pizzico di ironia.
    Ciao. Buona giornata. Piera

    Mi piace

  13. Benvenuta, Piera. Mi hanno sempre affascinato queste stampe antiche,nelle quali una bella figliola rappresentava le quattro stagioni. Così mi ci sono
    ” incorporata “: Comunque la cosa realmente difficile, in questo fotomontaggio, è stata disegnare le foglie della vite: le ho raccolte, me le sono messe sulla scrivania e le ho copiate lavorando non poco di sfumino e colori. Grazie della tua presenza ed un abbraccio.

    Mi piace

  14. Buongiorno, carissime Chiara e Marzia, grazie della vostra presenza, vivete felici. Marzia, sei bravissima col computer, gradisco tutto quello che fai e me ne sento orgogliosa. Hai provato ad usare i livelli? Se non sai disegnare a mano libera come ho fatto io nel serto di uva che ho messo sulla mia testa, puoi aggiungere un livello sulla foto ( per iniziare scegli un soggetto semplice ) dopo di che disegna seguendo la fantasia del momento, alla fine elimina la foto dal di sotto e ti rimarrà il livello creato da te, non è difficile, ma ci vuole mano ferma con l’uso del mouse altrimenti viene tremolante. Comunque con la gomma puoi correggere. Puoi anche fare delle selezioni sulla foto e ricoprirle all’interno col gradiente, che sfuma meravigliosamente i colori. Così le foto scattate da noi diventano opere d’arte perfettamente originali.
    Io, per esempio, ho delle foto bellissime che ho fatto in teatro, ai saggi di danza. Mi ci sono molto divertita, ma più di tutto mi piace creare i disegni direttamente sulla carta, liberamente e senza bozzetto, poi li scannerizzo e sono proprio belli. Dopo ancora li trasformo giocandoci col computer a piacere, alla fine, però, preferisco pubblicare nel blog i soggetti originali.

    Mi piace

  15. Sono Iole, io non ricordo nonno Ninai, però la tua poesia me l’ha quasi fatto vedere, seduto a tagliarsi il pane a piccoli pezzi perchè magari aveva pochi denti, forse era un giorno d’autunno, ecco perchè il tuo collegamento, ma tu sei abituata ai voli pindarici.Ti voglio bene sorellina.

    Mi piace

  16. Ciao, Iole, tu non eri ancora nata quando lui morì, ne sono sicura perché mi ricordo soltanto di me. Tra le mie carte c’è una piccola fotografia fatta da papà e nonno Ninai mi tiene in braccio, appena la ritrovo la scannerizzo e la pubblico: non avevo più di due anni.
    Onda, quelle stampe sono state molto comuni fino a quando io ero bambina, poi piano piano quasi tutte sparite dalle case. Avevano il sapore d’antico che mi affascina col suo tocco di bello fino al lezioso. Ormai sono antiquariato. Seguendo lo stile della stampa ho eseguito il serto d’uva. A suo tempo interpreterò anche Mimma inverno, dopo di che avrete tutte e quattro le stagioni con la mia faccia e una piccola poesia cadauna. Souvenir of Mimma.

    Mi piace

  17. Mimma ti avevo commentato ieri, ma non so dove è andato a finire il commento: comunque avevo scritto che le tue ultime poesie mi piacciono moltissimo, stai diventando bravissima.
    In ogni cosa: nei ritocchi, in poesia e nei dolcetti (credo che proverò a farli). Un abbraccio.
    Angela

    Mi piace

  18. Ciao, Angela, che gioia vedere il tuo avatar! Sono contenta che dolci e poesie ti piacciano, la prossima volta cannelloni e lasagne: anche i poeti mangiano. E come!
    Noi dobbiamo, nella gestione della casa, seguire la legge fondamentale dell’economia: ottenere il massimo rendimento col minimo sforzo accontentando la pancia e la mente, anzi più pance e più menti. Ecco. In questo modo guadagneremo tempo per scrivere e andare nei blog amici e saremo tutti contenti.
    Anche a me ieri sono spariti alcuni commenti qui e lì, stamattina li ho riscritti e tutto sembra di nuovo a posto.
    Grazie della tua presenza.

    Mi piace

  19. Mimma rieccomi!!!
    E che ti trovo???? Una poesia da lode di fattura moderna e incentrata sul minimalismo.
    L’incipit coivolge i sensi di odori e colori che intridono riflessioni esistenziali e poi …il volo pindarico ,retrocessivo, che va al tempo andato, ad un autunno ridotto a flash …e il nonno Ninai ( bello che tu lo chiami per nome!) si ricompone e materializza, attraverso i suoi gesti semplici , mille volte compiuti,osservati da un occhio di bimba ,attenta come telecamera che osserva… incantata.
    FAVOLOSA POESIA, mimma, e nella foto poi.. sei una meraviglia.

    Un bacio, mi mancavi!!!

    Mi piace

  20. Mimma, detto tra me e te, il Paint che usavo non era originale.
    Me lo a scaricato ( dopo la formattazione) il mio augusto figlio.
    Si vee che era a tempo: scaduto un tot di settimane mi hano chiesti di acquistarlo.
    Ora non ho mano un cavolo di programma di grafica..
    Ho provato con quello del pacchetto Office, ma non c’è futuro: è una disperazione xsenza manco un effetto di quelli che usavo!

    Mi piace

  21. Annarita, buongiorno e benvenuta: sì, quella ragazza ero io da giovane, è così che mi sento nell’anima.
    Nunzia cara, come ringraziarti? I tuoi commenti mi incoraggiano a non desistere mai malgrado ogni stanchezza fisica e, talora, anche spirituale. Ho molta fiducia nel tuo giudizio poetico. Grazie di tutto.
    Marzia, a te serve qualche buon programma gratuito. Vai in edicola e chiedi la rivista Il mio computer, è un mensile sul quale io ho imparato moltissime cose e mettono sempre un prezioso dischetto con tanti programmi, alcuni completi, e sono quelli da preferire, altri scadono a tempo, ma poi nei numeri successivi li rimettono e talora ci sono scoperte meravigliose. Lì in mezzo ne vedo sempre uno che si chiama Paint shop pro o qualcosa del genere. Poi ti conviene farti scaricare da tuo figlio, se tu non ne sei capace, un programma di fotografia che si chiama Photo adobe de luxe ed io ho avuto in omaggio con lo scanner oltre dieci anni fa: gli effetti speciali sono modesti, ma tutto il resto, compresi i fotomontaggi e le scritte dentro le fotografie puoi farli alla grande e con estrema facilità. Certo non è a livello di Corel e Photoshop, ma è gratuito, in italiano, completo e molto più facile da usare. Noi non siamo fotografi professionisti e dobbiamo ottenere il meglio possibile col minimo sforzo. Siamo DILETTANTI, appunto, per divertirci e divertire.
    Un abbraccio affettuoso a tutti e felicissima giornata.

    Mi piace

  22. PS: Marzia, ricordati di non caricare il computer con troppi programmi di grafica: sono pesanti e, quando poi li vuoi togliere, restano sempre pezzetti di file dentro il computer, a lungo andare lo intasano. Scegli quelli che preferisci cercando di capire le prestazioni prima di installarli. Per quel poco che so fare sono a tua disposizione.buona giornata e vivete felici.

    Mi piace

  23. Mimma è stupenda questa poesia, è meravigliosa la fusione di amore e dolore che unisce gli elementi. E poi l’immagine del nonno, nei suoi gesti che tu osservi e diventano parte di te. E’ così che succede e spesso non ci si pensa a come ogni giornata, ogni vissuto diventi parte di noi, del nostro emotivo.
    Mimma sei stupenda nel dipinto antico, e negli occhi, spicca anche la tua bellezza interiore vitale.
    Un bacio profumato di mosto.
    Ps. ho degli impegni che mi tengono lontana, ma non mi faccio sfuggire le tue parole e il tuo racconto sul paradiso è sul mio comodino e la sera ne leggo sempre
    una pagina per trovarci serenità…bacini

    Mi piace

  24. Grazie, Paola, è bellissimo avere la vostra amicizia, vi sento molto vicini.
    Che grande ricchezza. Non riesco, però, a tenere dietro anche al club poeti, per cui, quando pubblichi, avvisami e ti commenterò, nel caso dovesse sfuggirmi, lo stesso discorso vale per tutti gli amici che scrivono sul club poeti, al quale non mi posso più dedicare come per il passato.
    Questo avviene perché sono in piena fase creativa, ho cento idee di tutti i generi. Un abbraccio affettuoso e grazie per la tua presenza su questo blog.

    Mi piace

  25. Le terme rallentano i riflessi ed arrivo tardissimo a leggere questa bellissima poesia. Tu sai come sia attaccata a questi vissuti agresti e ritrovarmeli qui in metafora e realtà, tra la vita che scorre e i pezzetti di buon pane da masticare lento mi da’ ebbrezza. C’è aria di continuità nel trascorrere delle stagioni e di buoni raccolti autunnali in questa tua.
    La Mimma d’autunno è una splendida visione.
    Ciao carissima
    franca

    Mi piace

  26. Ehi, Francuzza, vedo che gli impegni quotidiani non riescono a tenere lontano dal mio blog ( che sono io come la mia poesia e la mia pittura sono io ) le amiche più care. Grazie:siete bellissime.
    Marzia, sei simpatica, divertente e quant’altro: una benefattrice dell’umanità.

    Mi piace

  27. Ciao Mimma, non so perchè, mentre leggevo questa poesia mi è venuto da piangere. Ho pensato a mio nonno che è morto quando avevo dodici anni, che non sono riuscita a capire molto di lui. Era un uomo molto silenzioso, stava sempre in disparte, però mi voleva molto bene, questo lo sentivo. Mi sono veramente emozionata e tu sai il perchè. Tvb. Ritaiac

    Mi piace

  28. Forse te l’avranno detto in tanti, non ho letto ancora i commenti che mi precededono, ma questa foto è bellissima, sei tu, ma non “autunno”, una bella dolcissima primavera. Buona notte, Ritaiac

    Mi piace

  29. Quando si vuole bene a una paersona, e non è la lontananza che può far diminuire un affetto, non esiste la pazienza, ma l’amore. Io con il mio carattere, la pazienza la devo usare con chi “non mi va”, per le persone che amo, è un onore stare con loro, anche solo online.
    Tu sei tanto per me. Ritaiac

    Mi piace

  30. Diretta, essenziale. Il concetto riassuntivo iniziale è splendido, i tratti con cui hai disegnato poi il
    -succo- dei valori fondamentali… Ho provato un senso così dolce a leggerti Mimma… in questo momento osservo il video, la casellina dove inserire il commento ma l’idea di Te si allarga e non ci sta. Penso a quanto tu sia straordinaria con la parola quando esprimi il tuo pensiero relativo a un testo di qualche autore, quanto sia straordinario il tuo pensiero, quanto tu sia profonda, attenta e a quanto con la tua Poesia tu riesca a infondere, arrivare, sì il termine pur banale è arrivare: dentro.

    Un abbraccio cara amica
    Doris

    Mi piace

  31. Grazie di tutto, Rita iac. Dopo l’insonnia di stanotte mi sento distrutta, non mi riposo mai come si deve, accidenti. La prossima volta chiuderò gli occhi senza alzarmi. Stanotte ho folleggiato su internet, ho messo a posto la cucina arretrata, mangiato fuori orario e grazioserie del genere. Ieri pomeriggio ho cucinato, che divertimento. Ho anche scritto due poesie quasi illeggibili per le cancellature, e va bene, meglio copiarle prima di non capirmi da me.

    Mi piace

  32. Doris cara, grazie!Stavo postando il commento per rispondere a Rita iac e, con gioia, mi è piombato prima il tuo davanti agli occhi. La vostra amicizia è il tesoro più grande di questi miei anni attempatelli, nei quali sto deponendo in queste pagine le stagioni della mia vita, non sempre facili nemmeno in primavera, ma comunque sorridenti.

    Mi piace

  33. Cara Mimma, scusa se sono assente ultimamente, ma non giro più tanto spesso da queste parti.
    Volevo dirti che trovo questa poesia davvero stupenda. È luminosa e profuma di vita, di natura e di ricordi.
    Il dipinto è bellissimo, si intona perfettamente ad entrambe, a te ed alla tua poesia.

    Un bacio

    gloria

    Mi piace

  34. Cara Gloria, benvenuta! Ogni commento è un regalo gratuito ed ognuno partecipa come può e si sente, nulla mi è dovuto. Ed ogni vostra parola di incoraggiamento mi rende felice, siete importanti per me. Grazie di tutto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...