Il filo di Arianna

 

Rose a pergolato di Cristina

 

Il gioco è tra uno o due pensieri

a colorare di sfumature diverse

il mio gomitolo.

 

Serve

a camminare

nel labirinto, forse. Almeno

a tornare nella luce del sole

 se non trovo l’uscita dal lato opposto.

 

Ogni animale ha il suo filo a cercare

la stanza del tesoro e bisogna scegliere

non possiamo portare via tutto.

 

E’ rimasto un principe azzurro brufoloso

ed una penna che scrive soltanto poesie, nell’angolo

il classico forziere di ori e perle.

 

A cinque anni

presi solo la penna, adesso

siamo io, lei

e le rose di giugno.

 

Domenica Luise

 

( Fotografia di Cristina Bove )