Per Marianna morta a ventidue anni

Per Marianna


Fu che amasti non riamata o non sopportasti
la vita di cemento
e gli occhi abbassati in quasi cecità, tu
stridula.

Il mangiare bere dormire
svegliarsi pensare
parlare, fu
la mancanza di zucchero pepe
o sale.

Morta, parola ignota
fino a ieri. Sì, tu l'hai
capito. Precipitata
in due metri di giovinezza.

Non più illusione
azzurra né squame di farfalle
e non speri uno sguardo. La terra
ti prende sempre più sorriso
e bacio.

Ma i tuoi capelli sbattono nell’anima
mentre dal nostro fosso
ci ricordiamo di Uno crocifisso
con la madre accartocciata.

 

                                Domenica Luise o Mimma

                                     (L'immagine è stata eseguita da Domenica Luise)

 

 

 

 

32 pensieri su “Per Marianna morta a ventidue anni

  1. Il tuo sentito e bellissimo dono di parole e di colori sarà sicuramente accolto da chi è stato colpito da un tragico, immenso dolore…
    non aggiungo altro, è troppa la commozione.
    cri

    "Mi piace"

  2. Sarà che ho perso una carissima amica di trentatré anni improvvisamente, sarà che in questo
    periodo sono particolarmente sensibile, non riesco a leggere senza piangere.
    E’ bellissima, cara Mimma.
    Lei apprezzerà, ovunque si trovi.

    Ti abbraccio

    "Mi piace"

  3. Quel giorno, in giardino, osservavo un fiore.
    Una farfalla si posò su quel fiore, poi volò via.
    L’osservavo volare quasi volesse parlare, poi ritornò e sui petali e si fermò a riposare.

    Gi9anni Langmann

    "Mi piace"

  4. Ieri mattina, quando ho appreso questa notizia, mi è venuta una pena sensibile nel petto e non è andata più via, c’è ancora. Riconosco il dolore d’amore. Mi compenetro in Marianna, che ha sofferto, nei suoi genitori e in tutti quelli che hanno partecipato. E’ vero, le parole non bastano a niente, ma sono una carezza. La poesia che ho pubblicato mi è uscita appena sveglia, saliva impetuosamente da dentro. L’ho illustrata con un disegno astratto che ho creato tempo fa al computer perché nessuna immagine sarebbe bastata.

    "Mi piace"

  5. Avevo sentito il dolore ieri leggendo il tuo commento nel club e avrei voluto abbracciarti

    ” Ma i tuoi capelli sbattono nell’anima…”
    dice tutto il dolore che provi per la sorte di Marianna ed è così per tutti quando si assiste impotenti ad un dramma; non ci sono parole, tu sei riuscita a trovarle soprattutto in quel verso
    ” con la madre accartocciata”

    Saranno di consolazione ai familiari
    Franca

    "Mi piace"

  6. Miei cari, quando ieri mattina Cristina mi ha dato questa terribile noizia piangeva. Si tratta di amici suoi, io Marianna non la conoscevo affatto, ma il dolore di quella famiglia mi è entrato nell’anima, ho pensato a quanto hanno sofferto e soffrono tutti insieme e non riesco a sopporarlo. La poesia che leggete mi è uscita come da una pentola a pressione troppo carica. Grazie della vostra presenza e pregate per tutti. Vi voglio bene. Scrivere questa poesia mi ha sollevata.

    "Mi piace"

  7. Mimma carissima,
    ti conoscevo attraverso i tuoi deliziosi commenti a Cristina.
    E’ mia nipote quella prima foglia d’autunno volata. Ti stringo forte, mi stringi fortissimo.
    Grazie.

    "Mi piace"

  8. Mimma, la tentazione è stata più forte di me, ho voluto leggerti e ora non so neanche commentarti, sono senza parole. Ho bisogno un pò di tempo per riflettere. Tvb, Rita

    "Mi piace"

  9. Torno adesso dalla messa e da una preghiera durante la quale ho soltanto cantato senza intervenire con parole spontanee, com’è d’uso fra noi. Di Marianna l’ho detto soltanto ad un’amica, da sole, prima di pregare, ed anche lei si è presa tanta pena. Care persone sconosciute che soffrite, vi sono tanto vicina e il groppo non accenna a passare. Accettate questa carezza da una sconosciuta e che vi possa essere di pallido conforto: un tepore. La mano vicina alla vostra.

    "Mi piace"

  10. E’ bellissimo Mimma il quadro, un velo colorato con dietro il sole che sembra reale, un luce che richiama e concentra l’attenzione, mi è piaciuto davvero tanto. Spero che trovino un po’ di conforto in queste parole, un abbraccio ancora

    "Mi piace"

  11. Il diluvio di stanotte mi ha provocato un danno all’impianto elettrico, che è stato ripristinato verso le 14. Uffa. Grazie per i vostri commenti, adesso vado a rispondere alla posta e poi un giretto a vedere come stanno i miei amici poeti e cos’hanno pubblicato qua e là.
    Senza computer mi sentivo come una zoppa senza stampella, ah, ah, ah.

    "Mi piace"

  12. Mimmina, sono tornata da poco, ma non volevo andare a letto senza rileggere la tua poesia e darti una serena buona notte.
    Volevo chiudere con questa frase, bella ma sconvolgente:
    Precipitata in due metri di giovinezza. Drammaticamente vera.
    Rita

    "Mi piace"

  13. una poesia difficile dal commentare
    dal tanto balza fuori il vissuto lacerante.

    per questa fanciulla ofelia quasi nei versi finali legati ai capelli

    ottimi gli intarsi
    primo fra tutti:

    mangiare bere dormire
    svegliarsi pensare
    parlare, fu
    la mancanza di zucchero pepe
    o sale.

    ciao!

    "Mi piace"

  14. Mi era parso strano che nessuno avesse evidenziato quelle parole, che tu, cara Ghost, chiami intarsi, cosa che mi piace moltissimo: ho voluto evdenziare come la ripetitività della vita uccida lentamente specialmente quando manca un po’ di dolcezza (zucchero) o di imprevisto ( il pepe ) o anche di sapore ( il sale ).

    "Mi piace"

  15. Anche io commossa e non oso immaginare quali cause abbiano spinto o portato questa giovinetta alla morte. “Amasti non amata”,questo è il nodo da sciogliere. Abbiamo tutti bisogno di amore ,ed è dolorosissimo chiederlo e non riceverlo.

    La parte restante di questa poesia non tocca di meno,anzi…

    Ma i tuoi capelli sbattono nell’anima

    mentre dal nostro fosso

    ci ricordiamo di Uno crocifisso

    con la madre accartocciata.

    Ed è dolore,ancora dolore …descritto ad Arte.

    Ti abbraccio,mimma.
    nunù

    "Mi piace"

  16. Tutti chiediamo amore, Nunzia, anzi imploriamo di essere ricambiati. Leopardi non andava granché d’accordo con suo padre, eppure in una lettera si spinse a scrivergli: ” Ho bisogno di amore, amore, amore “.
    E’ quella la carenza persistente.
    Gli amici si danno amore a vicenda, è per questo che sono felici.Grazie a tutti i miei amici.
    Grazie a voi.

    "Mi piace"

  17. Mimma, sono anche qui, mi piace rileggere e rileggere le tue cose, spero le altre poetesse non se la prendano, vado a vedere tutto, ma tu per me, sei particolarmente cara.
    E’ vero, il mondo viene mosso dall’amore, e quando si da, e non si riceve, almeno un pò, si sta male, ne so qualcosa.
    Ora nella mia vita, è entrata una donna, che anche se virtualmente, mi sta regalando tanto, tantissimo amore. Vuoi sapere il suo nome? Si chiama Mimma. In questo momento, sono molto seria. Ciao, a presto, Rita

    "Mi piace"

  18. mi unisco al dolore.


    non importa se non conosci
    non pensare che non ti tocchi
    con gli occhi chiusi
    le mani a pugno
    voltando le spalle
    mentre il traguardo è lì
    e attende

    -voltati
    che ti accompagno per mano-
    apro il cuore, allora
    e trascendo nel dolore del mondo
    pregando per chi manca
    con la speranza che un giorno
    qualche uomo
    mi renderà l’amore

    guido
    non sono gli anni, amore, sono i chilometri (indiana jones)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...