Colloquio

Le poetesse radiose

Anima o mandorla
dove la buccia è il corpo.

Andare.

Apro gli occhi accecati dall’ombra
alla straordinaria novità.

Ora le mie radici
ecco
vivono di luce. Sottosopra.

Poetesse radiose particolare

 

Quanto amore
dato ricevuto dato

pomata idratante  alle nostre ferite.

La fanciulla con l 

Vengo libera
e rido. Nella zolla insanguinata
lascio la crisalide.

 

Inventate
per causa mia
la danza
della vostra vita
e siate felici.

 

 

                                         Domenica Luise o Mimma

(L’affresco è stato dipinto da Domenica Luise nell’ingresso della propria casa.)

 

 

Annunci

27 thoughts on “Colloquio

  1. bellissima questa!
    è sempre più bellissima l’ultima!…più bellissima assai!…
    Mimma cara io ti commento così:

    IL PONTE

    Il ponte sullo stretto arriva a Roma
    sospeso sopra un mare di risate
    a volte stroboscopiche
    lei direbbe prismatiche
    piloni in carta semplice.

    Si percorre con mezzi di fortuna, basta
    pure un triciclo
    o una corsa su pattini
    le rotelle ci girano comunque.

    Ha parapetti d’oro-sole e spartiti
    musicali
    falchi e colombe in volo, sotto passano
    navi
    dirette a nord e a sud

    tra nuvole sospese a bassa quota, raggi
    di luna e d’altre stelle
    alambicco d’azzurro
    il succo ne distilla

    ora che il Sole è alto
    e Luce sulle luci attarda e inonda
    il passo mio si fa veloce e la mano tende
    a lei che disinvolta
    canta
    alla sua voce un coro
    di sottofondo
    già si fa preghiera.

    Mi piace

  2. Cristina cara, sono troppo commossa, la tua poesia è una meraviglia. Mi pare un dono eccessivo, non so, una comunicazione preziosa della nostra amicizia che si riversa su tutti quelli che ci vogliono bene. E’ vero che noi due ridiamo molto ogni volta che ci sentiamo per telefono, cavetti permettendo. Risate stroboscopiche mi piace molto , intanto ha un suono solenne, che non guasta e fa ridere ancora, poi mi dà l’impressione di uno schermo gigante coloratissimo.
    Quante cose m’insegni: ho cercato stroboscopio sul vocabolario, dice che è un apparecchio per misurare le rotazioni e le vibrazioni, così le nostre risate sono una forza rotante e vibrante: una vera terapia antistress.
    Bella la tua poesia, l’hai scritta proprio per me. Grazie: la ricevo in pieno e la rileggerò spesso.

    Mi piace

  3. Mimmissima, dimmi come fai a scrivere così, voglio imparare, oltre all’ispirazione, c’è altro, ne sono sicura.
    Sono diventata una drogata di comenicaluise.splinder.com
    Oggi però, a pranzo sono stata con la mia meraviglia. Sai che mi chiama
    Titti? Non so perchè.
    Senti, voglio far finta di aver scritto io questa frase:
    anima o mandorla,
    dove la buccia è corpo.
    BBBBBrrrrr, ho i brividi.
    Ciao, a prestissssiiiimmmmo. Sono sicura mi riconosci anche se non mi firmo. Però per stavolta lo faccio, un bacio, Rita

    Mi piace

  4. Vengo libera
    e rido. Nella zolla insanguinata
    lascio la crisalide.

    Inventate
    per causa mia
    la danza
    della vostra vita
    e siate felici.

    Sempre più belle, Mimma!
    Questi ultimi versi, poi, sono un consiglio che tutti dovrebbero seguire,
    per vivere in armonia e serenità.

    un caro bacio

    gloria

    Mi piace

  5. E’ vero, cara Gloria: il dolore ineluttabile nella nostra vita, il nostro e ugualmente quello degli altri, è soltanto l’amore in maschera.
    Nella stessa maniera l’inverno è la primavera che sta per arrivare anche se ugualmente la primavera è l’inverno che sta per arrivare e tutto è o gioia oppure attesa di una gioia certa.

    Mi piace

  6. Cara mandorla,
    questo è un canto alla gioia di esserci insieme
    Felice di sentirti felice
    Chissà che anch’io non riesca a lasciare la crisalide sulla zolla insanguinata
    Vivi felice
    Franca

    Mi piace

  7. I dipinti!!! Anime che esultano tra animaletti e fiori, prese in un vortice di…poesia
    Difficile per me ora lasciare questi paradisi per affrontare le dinamiche del quotidiano, ah, ah, ah!
    ciao
    Franca

    Mi piace

  8. Viviamo felici. Non quell’ottimismo buffo di chi non vuole pensare, ma di chi ha capito che tutto è gioia malgrado il dolore. Penso sempre che tra il venerdì santo e il mattino di Pasqua ci sono solo tre giorni, e nemmeno interi. Coraggio, la vita torna sempre.

    Mi piace

  9. Quanto amore

    dato ricevuto dato

    pomata idratante alle nostre ferite.

    Carissima, ci sono anch’io a dare,
    ricevere e ancora dare.

    Inventate

    per causa mia

    la danza

    della vostra vita

    e siate felici.

    Che bellissimo augurio,
    che bellissimi quadri.
    Una volta hai detto che avresti
    inserito la musica nel tuo blog,
    la tua musica, la tua voce, cara
    usignola.
    A quando?
    Voglio sentire la melodia del tuo canto!
    Baci, baci, baci.

    Mi piace

  10. Mimma, ho sempre poche parole quando qualcosa mi arriva fortemente dentro in un’ emozione implacabile e stupenda, capace di portarmi via con sé.

    Le tue parole…il tuo meraviglioso, meraviglioso dipinto…

    Ti porto in trionfo !! Sì, lo faccio, ti carico a cavalluccio e facciamo tutto il giro del giardino ridendo come matte, che ne dici??

    Un bacione, guarda che se ne avessi la forza fisica lo farei !! Veramente!!

    Tua Doris

    Mi piace

  11. Ah, ah, ah, la bambina a cavalluccio sulle spalle di Doris, ma se peso il doppio di te! Grazie delle vostre parole, certo un blog muto non va, provvederò.
    Il mio canto è registrato su musicassetta, nel passaggio al CD non ha guadagnato, così un esperto musicista amico di un amico l’ha ottimizzato e deve solo consegnarlo, sapete come sono gli amici degli amici, che poi si dimenticano il dischetto pronto ogni volta? Dopo di che dovrò capire come metterlo nel blog, il che a prima vista non sembra difficilissimo, ma non si sa mai. Il computer ed io abbiamo un rapporto di odio amore lampante. Ci vuole un annuncio: chi è tanto brava o bravo, se gli faccio avere una buona copia su musicassetta, cosa che riesco a fare bene, ad ottimizzarla e metterla su CD? Forse così facciamo prima.

    Mi piace

  12. Bellissima poesia Mimma, tu innamorata della vita.
    Avevo visto il post ieri sera tardi, ma la stanchezza non mi aveva fatto percepire che è un affresco, incredibile, ma sei bravissima, io non ho parole. Ma quanto è grande ?
    Mi piacciono queste figure eteree che si mescolano con dolcezza e armonia. Proprio bello Mimma.
    Casa tua è un luogo davvero particolare, immagino chi entra e si trova queste figure davanti, sicuramente rimane a bocca aperta.
    Complimenti un abbraccio, sei unica e grande Mimma

    Mi piace

  13. Inventate

    per causa mia

    la danza

    della vostra vita

    e siate felici

    Queste bellissime parole della tua poesia Mimma sembrano l’invito giusto alla dedica poetica che ti ha scritto cristina.
    Stupenda poesia, mi complimento anche con lei per le parole dolcissime che ha saputo intrecciare così bene. Applauso 🙂

    Mi piace

  14. Paoletta, le immagini dell’affresco sono a grandezza naturale e, nelle poesie che pubblicherò più avanti, vi farò vedere i primi piani delle fanciulle. L’affresco si intitola Le poetesse radiose ed è stato dipinto più di dieci anni fa. Sono felice che ti piaccia.

    Mi piace

  15. E se tu pensi, Cristina, che nel 2004, poco prima di conoscerci, ho scritto quel poemetto che ti ho mandato, Il giardino amoroso… bisogna ben dirlo, sembrano presentimenti o armonie.

    Mi piace

  16. Sì… profetico ed illuminante, come dimenticare le ‘visioni’ che tu ben conosci e che ancora mi stupiscono…
    Affresco + Poesia = MIMMA, che tanto stimo, ammiro ed amo.
    Ciao Mimmuccia, oggi sono semiaddormentata, notte in bianco :-((
    ma domani ti chiamo.
    Un bacio grandissimo.
    o.

    Mi piace

  17. Che poesia ,mimma cara!
    Grazie per il tuo generoso augurio,per il tuo invito alla felicità e alla danza.
    La danza come l’amore la scorgo nei tuoi versi come una “costante” . Anche nei tuoi dipinti,straordinariamente belli ,leggo un movimento che ha sapore di danza senza sosta ,talvolta vorticosa. Mi affascini e mi avvolgi di forti emozioni,con la tua pittura come con la tua poesia. Ti stringo forte, Grande Mimma.
    nunù

    Mi piace

  18. E adesso, nelle prossime poesie, vi farò vedere i primi piani dell’affresco, oggi però tocca alla ricetta dei cannoli con fotografie adeguate, vi divertirete sicuramente. Felice giornata.

    Mi piace

  19. una poesia dai passaggi bellissimi, a partire da quella mandorla che profuma e affonda
    un occhio di radici.
    e poi i quadri! sono speciali
    ma quello con il cane, lo posso usare anch’io?
    mi fa impazzire, è bellissimo

    brava mimma
    (sparisco ma poi appaio)

    Mi piace

  20. Certo, cara Ghost, che puoi usare le mie immagini anche tu, basta che ci metti la mia firma. Quel cagnolino bianco e nero si chiamava Yuri ed apparteneva a mia sorella e al cognato. Da quando, una volta, lo lasciarono a me per alcuni giorni ed io lo accolsi con un piatto di croccantini, egli ebbe verso di me una predilezione. Se c’ero, si accucciava sempre ai miei piedi lasciando i padroni. Crebbe a dismisura, ma si comportava sempre come un cucciolo, adesso quando si alzava sulle zampe di dietro per farmi le feste era davvero più alto della sottoscritta, ma mi commuovevano i suoi atteggiamenti di un affetto straripante. Aveva imparato, quando si ritirava da fuori, a battere alla porta. Ormai sapevamo che era lui, guardavamo dallo spioncino ed appariva la sua faccia. Un brutto giorno non è tornato più e l’abbiamo a lungo atteso, ma invano.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...