Poesia pasticciata

Mimmuccia a tre anni

 

Ovvero agitare prima dell’uso.

Io sono così
in rimescolio perenne. Elisir di giovinezza
da assaporare in qualsiasi modo
dopo i pasti prima e durante
faccio sempre bene.

Marmellata con metà zucchero e metà sale. Voglia
di vita e stretta di mano forte
ad alta gradazione alcolica
di scempiaggine intelligente e vestina gialla
ricamata  dalla zia
e i boccoli, vuoi mettere quant’ero bella
a tre anni coi boccoli sulla sedia fratino
formato cartolina dipinta a mano. Vanità
e occhi birbanti, sembro buona buona
 quasi innocua
e tale sono rimasta: una pavona
che fa la ruota in cerca d’amore
e adesso bianca, lavata in varechina
dalla vita,
fatta per la gioia.

Guardatemi. Guardiamoci.
Volete ballare con me?

Domenica Luise o Mimma

Questa poesia è già stata pubblicata nel Giardino dei poeti di Cristina Bove con la fotografia di Mimma a tre anni. Non è necessario che chi l'ha già commentata metta di nuovo qualcosa,  certo se lo fa sono contenta, ma non occorre il bis. Voglio tenerla anche qui, fra le mie cose più care.  Mi ricordo la mattina che zia Maria mi portò dal fotografo, dopo avere arricciolato, bagnandoli nel limone, i miei capelli disperatamente lisci. Tenevo la testa alta sia perché mi sentivo la quintessenza della bellezza sia per non fare cascare giù i boccoli precari. Era una bella giornata di sole. Il fotografo mi sollevò come un fuscello e mi poggiò sulla sedia fratino.  Poiché stavo sempre imbronciata, il che suscitava l'interesse dei grandi, cosa a cui tenevo spudoratamente, mi chiese di sorridere ed io feci del mio meglio. Quando arrivarono le copie, colorate a mano, protestai vivacemente perché egli aveva lasciato i fiorellini di lana multicolori in bianco e nero. Papà  allora prese i suoi colori ad olio e  mise a posto i  petali e le foglie con pazienza da miniaturista.  Non ancora soddisfatta, feci il raffronto tra i colori veri della veste e quelli di papà, vidi che non erano uguali ed iniziai un gran capriccio, ma egli si arrabbiò ed io la smisi subito.

( Fotografo sconosciuto )

 

 

25 pensieri su “Poesia pasticciata

  1. Io l’ho già commentata ma cheffà, la ricommento.
    Eccccerto che voglio ballare con te! Stupendo Essere fatto di Gioia e Amore.
    Mi è anche piaciuto il “nanetto” sotto, un bel dipinto, per non parlare della bellissima bimba della foto.

    Un bacio, spumeggiante Mimma.
    gloria

    "Mi piace"

  2. e qui mi posso sbizzarrire anch’io…
    bella bella bella, stelline quante ne vuoi, a me piace un mondo questo tuo modo di fare poesia con i piccoli gesti del quotidiano, con le parole di tutti i giorni, che solo tu riesci a ricamare di squisita poesia.
    un abbraccio
    cri

    "Mi piace"

  3. non voglio mancare…anche se con il copia/incolla 🙂 (sono una scansafatiche)…..

    Un bel ballo e poi un brindisi a quello che sei, a quello che scrivi.
    Ironia a non finire, giocosa presa di coscienza…
    Ma la pavona/gabbiana/coccinella 🙂 e non è finita, è una poetessa con i fiocchi.
    Bella questa ‘pasticciata’ un po’ monella … ti somiglia. 🙂
    o.

    "Mi piace"

  4. …settimana di scadenza, settimana di passione :-((
    a letto presto distrutta… mi sono svegliata con il desiderio di amiche che oggi ho trascurato.
    …ecco Mimmuccia, adesso ritorno a letto felice.
    un abbraccio grande.

    "Mi piace"

  5. La Sicilia sta sparando il suo peggior caldo ed io sono appena tornata dal comune, dove ho dovuto rinnovare la carta d’identità. Potevo andarci io sola. Adesso ripiglio le forze e dopo toccherebbe alla banca, uffa. Alla fine, col cervello fuso, potrò solo lavarmi e riposare. E meno male che oggi non ho organizzato nessun pranzo o pic nic né un’infornata di biscotti Mimma.

    "Mi piace"

  6. Ricetta dei biscotti Mimma:
    Un chilo di farina, mezzo chilo di zucchero per i miei nipoti, quattrocento per quelli normali, sei uova, cento grammi di burro ammorbidito dal caldo torrido che grava su di noi, una bustina di lievito in polvere per pizze ed una bustina di lievito per dolci, buccia grattugiata di due limoni appena raccolti dal mio albero in giardino, pizzico di sale, ho detto pizzico. Impastare e mettere a lievitare tutta la notte, l’indomani mattina forno a 180 gradi, sistemare i biscotti distanziati l’uno dall’altro sulla teglia appena imburrata e infarinata, quando il forno è caldo metterli dentro e guardarli affettuosamente dall’esterno senza soggiacere alla tentazione di aprire lo sportello. Intanto pensare a una poesia che rotola nelle meningi. Lieviteranno come tanti palloncini, appena vedete che prendono il minimo di colore tirateli subito fuori senza bruciarvi le delicate manine callose. Rimangono morbidi in una scatola di latta e se li fate lunghi e grossi quanto un dito ve ne basta uno solo nel latte e caffè la mattina, starete benissimo con tutti i nutrienti necessari e non andrete spiluccando.
    Variante dei biscotti Mimma: Aggiungere cacao amaro togliendo altrettanta farina prima di impastare. Badate che sono subito pronti quindi non venite a commentare le mie poesie lasciandoli nel forno.

    "Mi piace"

  7. Mimminaaaaa, ecco quella fragranza di biscotti che ho sentito appena alzata!
    Fai proprio venire la voglia di venirti a trovare. Grazie della ricetta.
    Ciao, vado da Cri.
    Un bacio
    glo

    "Mi piace"

  8. Vai da Cristina? Baciala per me.
    Stamattina sono stata costretta ad andare al comune nel caldo per rinnovare la carta d’identità, non è stato possibile concludere altro, ho fatto il bagno di sudore e mi sono accorta che era meglio rimandare la banca a data da definire.Lunedì nuovamente a Rometta Superiore per curare il giardino, rientro martedì mattina, non dopopranzo: qui si è scatenato il caldo.
    Sto evitando di uscire nelle ore torride, ieri ho bevuto una boraccina d’acqua per fare due passi, e meno male che l’avevo riempita.
    La prossima ricetta sarà quella dei veri cannoli siciliani, sempre sul mio blog, al possimo inserimento. Eh, eh, ho deciso che un po’ di pubblicità non guasta.
    Baci Mimma

    "Mi piace"

  9. mmmmmm….grazieee ! li proverò e ti farò sapere.
    Adesso ne mangerei volentieri uno.
    Ciao Mimmuccia, buongiorno e da domani sono in ferie :-):-):-)
    un abbraccio grande e fai attenzione con il caldo, capito?
    o.

    "Mi piace"

  10. Mimma ciaoo!! I tuoi quadri stanno benissimo vicino alle tue poesie altrettanto colorate e piene di vita. Sembrano pensieri saltellanti di energie che faticano a stare inprigionati tra le righe. Tanta vitalità che mette allegria!!
    Tanti bacini
    Paola

    "Mi piace"

  11. Ed ecco un blog tutto tuo, cara Zia Mimma! Lasciatelo dire dal cuore: sei incredibile! Un vulcano in eruzione di idee, di gioia, di passione. Ti ammiro moltissimo, vorrei avere la tua energia, il tuo ottimismo. E’ dolcissima questa tua, foto compresa. Appena mi libero un pò dalla morsa del lavoro, leggerò tutto con calma. Ciao, tvb.

    "Mi piace"

  12. Paola, nipotina virtuale e preziosa, grazie delle tue parole così affettuose, sei sempre la benvenuta e non preoccuparti di commentare se non ne hai voglia o sei stanca, lo sai che a me fa un piacere enorme, ma voglio che i miei amici siano liberi. Un abbraccio allegro.

    "Mi piace"

  13. Io ti ricommento, mi diverto, tanto sono soletta a casa. Troppo dolce quella bimba in foto:) ha due occhi che ti ci puoi affogare e imbrigliare da quanto sono birichini e dolci, che amore!! Le parole di questa poesia rispecchiano in pieno la tua personalità, bella!

    "Mi piace"

  14. Grazie, Paoletta, mi sento così felice qui, IN CASA MIA, insieme a tutte voi.
    Faremo cose bellissime, vedrai, una tirerà l’altra. E poi è stupenda la sincerità che c’è fra noi, specialmente quando è accompagnata dall’affettuosità e dall’educazione. In quanto a me, sono stata monella da subito, la mamma, quando si arrabbiava, mi chiamava ” La diavola”, cosa che mi feriva moltissimo sicché alla fine mi venne il dubbio di essere figlia adottiva.

    "Mi piace"

  15. Pingback: Buona estate a tutti | domenica luise

  16. Io la leggo ora, in quel 2008 non ero ancora entrata nel web, per meglio dire alla splinder: accadde dopo qualche mese.
    Tenerezza e armonia in questa poesia che racconta in chiave ironica uno spaccato nostalgico di vita.
    La foto è carinissima, per quanto riguarda le foto in bianco e nero colorate a pastello, io ne ho una dei miei genitori datata 1940, il giorno in cui il mio papà partì per la guerra, essi hanno il volto malinconico e tanto dolce.
    Buon tutto, cara Mimma.
    un abbraccio
    annamaria

    "Mi piace"

    • Benvenuta, cara annamaria. Pensa che questa foto sta sul mio desktop da un sacco di mesi e non mi sono ancora stufata di vedermi ogni volta che apro questo computer! Mi piacerebbe vedere la foto dei tuoi genitori, amo molto le foto antiche, vita della nostra vita. Perché non dedichi loro un bel post raccontando delle grandi, piccole e dolcissime cose della loro vita?

      "Mi piace"

  17. Agitare prima dell’uso ed ecco il Cocktail Mimma, eccezionale e senza eguali. Ingredienti: sorriso alla vita, già in tenerissima età, amore e condivisione, intelligenza ed ironia, bellezza e tenacia, sensibilità che s’apre al mistero tanto è precisa e profonda e … poesia, tantissima poesia, che ogni volta mi sorprende e m’incanta.
    Mia cara sorella del cuore, grazie per il tuo affetto e la tua amicizia.
    Ti abbraccio forte
    Flavia

    P.S : condivido 😊

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...